Alice 3: American McGee lamenta lo scarso interesse da parte del pubblico

Alice 3 difficilmente troverà finanziamenti, visto lo scarso interesse dimostrato finora dal pubblico per il progetto, come svelato da American McGee.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   10/08/2021
61

Alice 3, seguito di Alice: Madness Returns e di American McGee's Alice, non andrà molto lontano visto lo scarso interesse dimostrato dal pubblico. A dirlo è stato American McGee stesso, che vorrebbe vedere la mailing list del gioco fare numeri più grossi di quelli attuali. In tre anni infatti, ha raccolto solo 50.000 registrazioni. Non molte, come spiegato dallo sviluppatore stesso.

Cos'ha che fare una mailing list con il gioco? A spiegarlo è stato McGee stesso: serve per andare da Electronic Arts e dai potenziali investitori con qualcosa che dimostri che il terzo capitolo della serie ha un pubblico potenziale abbastanza vasto.

Di fatto American McGee non può realizzare un nuovo Alice senza il consenso di EA, che possiede in toto la proprietà intellettuale. Quindi niente campagne di finanziamento dal basso o altre soluzioni simili sono possibili. L'unica chance consiste nel convincere il publisher portandogli qualche segno tangibile che dimostri come Alice 3 non sarebbe un completo salto nel vuoto, considerando le scarse vendite registrate dal secondo capitolo.

Che dire? Fa già impressione sapere che le mailing list esistano ancora (si scherza)... La domanda sorge spontanea: ma McGee non poteva trovare un altro modo per quantificare l'interesse del pubblico? Uno più moderno come qualche profilo social o qualsiasi altra cosa che non richiamasse all'internet delle origini?