Bloodborne: Miyazaki di From Software si scusa per l'easter egg in Dèracinè 56

Viste le reazioni scomposte tra coloro che stanno aspettando Bloodborne 2, Hidetaka Miyazaki torna sull'argomento dell'easter egg in Dèracinè scusandosi dell'accaduto.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   28/12/2018

Quando si parla di titoli come Bloodborne e possibile seguito, è normale che il pubblico si attacchi a qualsiasi appiglio per sperare in una qualsiasi apertura che riguardi un ritorno del gioco sulle scene, pertanto non stupisce il caos emerso dall'inserimento di quello che si è rivelato essere un semplice easter egg su Bloodborne all'interno di Dèracinè.

Quando è stato scoperto l'easter egg su Bloodborne all'interno di Dèracinè, ovviamente in molti ci hanno visto una possibile anticipazione sull'annuncio di Bloodborne 2, titolo sempre più o meno presente nelle voci di corridoio da qualche anno a questa parte, ma il team From Software ha prontamente smentito la questione. All'interno di Dèracinè si trova infatti una bambola che richiama Bloodborne, ma Hidetaka Miyazaki in persona ha riferito subito che si trattava di un semplice riferimento senza alcun significato nascosto e di non essere nella posizione di dire alcunché su un possibile seguito del souls-like per PS4.

In queste ore, il game designer di From Software è tornato sulla questione scusandosi dell'idea avuta con l'inserimento di tale easter egg, viste le reazioni emerse in seguito: "Mi dispiace di aver fatto nascere speranze in molte persone ma abbiamo messo quell'easter egg solo per divertimento. Molte persone nello staff che si è occupato di Dèracinè, compreso ovviamente me stesso, amano molto Bloodborne, così abbiamo voluto ricordarlo all'interno del gioco... Ma è venuta fuori forse una cosa esagerata, che ci ha fatto riflettere", ha affermato Miyazaki, evidentemente confermando il fatto che tale easter egg non ha alcun significato nascosto su un possibile annuncio di Bloodborne 2. Proprio oggi, è tornata la conferma che From Software sta lavorando a due progetti ancora segreti, di cui ovviamente attendiamo informazioni nel 2019.