Call of Duty: i driver kernel del nuovo sistema anti-cheat sono stati già rubati

Qualcuno è già riuscito a mettere le mani sui driver kernel di Ricochet, il nuovo sistema anti-cheat della serie Call of Duty, e sta già facendo ingegneria inversa.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   15/10/2021
38

Qualcuno è già riuscito a mettere le mani sopra, leggasi rubare, i driver kernel di Ricochet, il nuovo sistema anti-cheat della serie Call of Duty, cominciando a fare ingegneria inversa per bucarli e spianare la strada ai cheater. La notizia è stata data dal profilo Twitter Anti-Cheat Police Department, specializzato in sistemi di protezione dei videogiochi.

Sinceramente è difficile prevedere le conseguenze sul lungo periodo di quanto accaduto. Il rischio concreto è che quando Ricochet sarà inserito nei Call of Duty sia molto meno efficace nel proteggere i giochi dai cheater di quanto avrebbe sperato Activision.

A questo punto anche il messaggio plateale con cui la compagnia aveva invitato i cheater a scoprire la novità, quasi che volesse farli assistere alla loro fine, suona come una beffa.

Purtroppo quello dei cheater è uno dei principali problemi che piagano Call of Duty: Warzone e le modalità online dei vari COD annuali. Con Ricochet sembrava che Activision avesse fatto un passo nella direzione giusta per proteggere i videogiocatori onesti, ma a questo punto potrebbe dover rivedere l'intero sistema.