Crucible torna in closed beta, il team di sviluppo vuole recuperare il gioco 18

Clamorosa decisione del team di sviluppo di Crucible, che riporta il gioco in closed beta allo scopo di migliorare l'esperienza con l'aiuto degli utenti.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   30/06/2020

Crucible torna in closed beta: il team di sviluppo del titolo prodotto da Amazon ha preso questa clamorosa decisione per cercare di recuperare il gioco grazie all'aiuto degli utenti.

Praticamente morto, con un numero di utenti a tre cifre, lo sparatutto potrebbe essere il primo gioco a effettuare un percorso inverso, ovverosia tornare in fase di testing dopo l'effettiva pubblicazione, avvenuta il 20 maggio.

"Stiamo organizzando un gruppo costituito da partecipanti alla beta di tutti gli stili, dai casual ai giocatori altamente competitivi, con cui lavoreremo a stretto contatto", ha scritto Colin Johanson, responsabile del franchise.

"Uno dei cambiamenti più importanti che vedrete sarà il fatto che dedicheremo ogni settimana del tempo a far sì che gli sviluppatori giochino in compagnia della community, sollecitandone il feedback."

A quanto pare gli utenti che hanno già scaricato Crucible potranno accedere automaticamente ai test, mentre gli altri dovranno fare domanda come da tradizione per le closed beta e sperare di essere selezionati.