Dipendenza da videogame causata dai giocatori e non dai giochi, dice il presidente di Nintendo 76

Shuntaro Furukawa, presidente di Nintendo, ha parlato del fenomeno della dipendenza da videogame, dicendo che a suo avviso non è possibile accusare i giochi ma l'uso che se ne fa.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   11/02/2019

La dipendenza da videogame si pone certamente come un fenomeno preoccupante, specie fra le nuove generazioni, e il presidente di Nintendo, Shuntaro Furukawa, ha un'opinione precisa al riguardo: la responsabilità della dipendenza non è attribuibile ai giochi, bensì ai giocatori.

Furukawa si è espresso sulla questione durante l'ultima sessione di domande e risposte con gli investitori Nintendo, dicendo che ci sono di certo utenti che diventano dipendenti dai giochi, ma che il ruolo dei genitori in tal senso è fondamentale e Switch consente loro di utilizzare il parental control per esercitarlo, ponendo dei limiti.

In questo modo i genitori possono decidere quanto tempo i loro figli passeranno in compagnia dei videogame, oppure negare loro l'accesso del tutto qualora la cosa si renda necessaria. Il presidente Nintendo ha aggiunto peraltro che il sistema potrebbe essere migliorato in futuro.

Abbiamo parlato della dipendenza da videogiochi in uno speciale di recente pubblicazione, qualora voleste approfondire l'argomento.

#Nintendo

Nintendo