Europa Universalis IV: Leviathan Paradox ha chiesto scusa per lo stato pietoso del DLC

Paradox ha chiesto ufficialmente scusa per lo stato pietoso in cui è stato lanciato Leviathan, l'ultimo DLC di Europa Universalis IV.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   14/05/2021
4

Leviathan, l'ultimo DLC di Europa Universalis IV, è stato lanciato in uno stato a dir poco pietoso, tanto che Paradox, per voce del game director Johan Andersson, ha chiesto ufficialmente scusa per l'accaduto, promettendo che sistemerà tutti i problemi.

Nel frattempo Leviathan ha battuto un record: è diventato il prodotto venduto su Steam con il voto più basso di sempre (più del 90% di recensioni negative). Andersson si è assunto tutta la responsabilità dell'accaduto.

Leviathan era il primo DLC di Europa Universalis IV dopo più di un anno e quando è uscito molti appassionati si sono fiondati a comprarlo, ritrovandosi tra le mani un pacchetto pieno di bug e chiaramente non finito nei contenuti. I bug sono così tanti da aver generato un mega thread di segnalazioni su Reddit. Tra i problemi che mostrano chiaramente come il lancio sia stato affrettato, ci sono quelli legati all'interfaccia delle religioni e la mancanza dei nomi dei modificatori.

Andersson ha sottolineato come Leviathan sia stato il lancio peggiore di sempre per lo studio, nonostante già altri DLC di Europa Universali IV avessero avuto dei problemi. Secondo lo sviluppatore, l'intero sviluppo del DLC sarebbe dovuto essere rimandato per mancanza di risorse, ma si è scelto di iniziarlo lo stesso e i risultati sono stati quelli sotto gli occhi di tutti.

Comunque sia questa settimana dovrebbe uscire la patch 1.31.3 che dovrebbe sistemare diversi problemi. La patch successiva dovrebbe arrivare a fine maggio o inizio giugno. Nel frattempo Paradox ha assunto nuovi sviluppatori per la serie Europa Universalis, in modo da evitare che in futuro accadano di nuovo episodi del genere.