FIFA pensa al dopo EA, in un comunicato parla di nuove opportunità per il brand

Dopo la strategia della contrattazione pubblica di EA, FIFA ha rilasciato un comunicato in cui lancia qualche accusa e parla di nuove opportunità per il brand.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   15/10/2021
29

FIFA ha cominciato a parlare del dopo EA, in risposta alla contrattazione pubblica che il publisher sta portando avanti da qualche settimana, in seguito all'annuncio di star valutando un cambio di nome per la sua celebre serie calcistica.

A quanto pare FIFA ha chiesto un miliardo di dollari a Electronic Arts per la licenza, ma vorrebbe al contempo riservarsi la possibilità di cedere i propri diritti anche ad altri soggetti: un tema che viene ripreso nel comunicato diffuso dall'associazione.

"FIFA è entusiasta per il futuro del calcio nel gaming e negli eSport, ed è chiaro che questo spazio debba essere occupato da più di un unico soggetto che detiene tutti i diritti", ha scritto la federazione internazionale riferendosi all'attuale situazione con Electronic Arts.

"FIFA è in contatto con vari attori dell'industria fra cui sviluppatori, investitori e analisti, per costruire una visione a lungo termine nell'ambito del gaming, degli eSport e dell'intrattenimento interattivo."

"Il risultato di questi sforzi assicurerà a FIFA un'ampia quantità di collaborazioni tramite cui plasmare la migliore esperienza possibile per i fan e gli utenti."

"Il gaming e gli eSport sono i media che crescono più rapidamente, con nuove produzioni lanciate continuamente, ed è dunque di cruciale importanza che FIFA e le parti interessate possano massimizzare tutte le opportunità future per i fan del calcio e dei videogiochi.

A quanto pare FIFA sta già organizzando qualcosa in ambito eSport, ma soprattutto ha intenzione di utilizzare i brand FIFA World Cup (con i suoi quattro miliardi di spettatori) e FIFA Women's Wolrd Cup (1,2 miliardi di spettatori) per "lanciare e integrare nuovi, entusiasmanti giochi e competizioni eSport."