FIFA vuole $1 miliardo da EA per la licenza e vuole togliergli l'esclusività, report

La FIFA vuole $1 miliardo da EA per la licenza e vuole togliergli l'esclusività, questo è quanto riporta un report del New York Times.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   13/10/2021
85

Un nuovo report del New York Times afferma che la FIFA sta chiedendo a EA un pagamento di oltre 1 miliardo di dollari per la licenza (ogni 4 anni) e vuole inoltre limitare la capacità di EA di guadagnare sul marchio FIFA all'esterno del videogioco.

Secondo quanto indicato, le trattative per rinnovare il contratto tra FIFA ed EA vanno avanti da due anni e ora hanno raggiunto un blocco. La licenza, la cui ultima iterazione va avanti da 10 anni, terminerà dopo i mondiali del Qatar. Il New York Times riporta che la FIFA vuole raddoppiare il pagamento richiesto a EA, portando così la cifra a oltre 1 miliardo di dollari ogni 4 anni.

Il problema però non è solo legato al pagamento della licenza. EA e FIFA, infatti, non sono in accordo sui diritti di esclusività. EA vuole non solo avere il controllo sul gioco, ma anche su un intero ecosistema legato a FIFA, compresi tornei videoludici e prodotti digitali come gli NFT. La decisione finale sul rinnovo degli accordi dovrebbe avvenire entro la fine dell'anno.

Come già sappiamo, la perdita della licenza FIFA causerebbe l'impossibilità di usare il nome, il logo e i diritti sui Mondiali di calcio. EA che manterrebbe comunque i diritti sui club, sugli stadi, sui giocatori e tutto quello che vi ruota attorno. EA sta quindi pensando se il costo della licenza e la perdita di esclusività siano un prezzo accettabile da pagare per un quantità limitata di benefici, secondo il New York Times.

La FIFA sta cercando di ampliare le proprie collaborazioni (ad esempio con Fortnite ed Epic Games) per aumentare i guadagni, mettendo fine all'esclusività garantita ad EA. Anche per questo la compagnia potrebbe decidere di non rinnovare la licenza e proseguire la saga con un nuovo nome. Recentemente, ad esempio, è stato registrato il marchio "EA Sports F.C."

Un giocatore di FIFA 22
Un giocatore di FIFA 22

Peter Moore, che ha avuto un ruolo senior in EA prima di lasciare la compagnia nel 2017, ha affermato: "Non ricordo che abbiano mai rilasciato una dichiarazione dicendo di essere in trattative per il rinnovo della licenza. Questo è chiaramente un piccolo segnale".

Moore ha inoltre aggiunto: "Personalmente direi, 'Aspetta un secondo: abbiamo letteralmente speso centinaia di milioni di dollari per costruire questo franchise e mi stai dicendo che Epic Games può arrivare e ottenere una licenza per il nome che abbiamo costruito e che abbiamo messo al centro dell'attenzione e che è diventato un sinonimo dei videogiochi?' Allora sì, mi metto a negoziare per impedire che accada."

Il successo del gioco è enorme, in ogni caso, come dimostra FIFA 22 che è primo, secondo, terzo, quarto e quinto nella classifica italiana. Secondo Piers Harding Rolls, un analista di Ampere Analysis, FUT lo scorso anno ha fatto guadagnare 1.2 miliardi, ai quali si sommano i guadagni delle vendite del gioco (e non solo). 250 milioni all'anno per la licenza saranno troppi per EA?