23

Lost Ark chiude in Giappone, il gioco è in crisi?

Lost Ark sta per chiudere definitivamente i battenti in Giappone, dove fatica a trovare nuovi giocatori con cui sopravvivere.

Lost Ark chiude in Giappone, il gioco è in crisi?
NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   11/02/2024

L'editore giapponese PMANG ha annunciato la chiusura dei server giapponesi del gioco di ruolo d'azione Lost Ark. Lo spegnimento avverrà il 20 marzo 2024 alle ore 19:00. Il gioco è attivo sul territorio dal 23 settembre 2020, ma non ce la fa più ad andare avanti, quindi sarà fermato in accordo con lo sviluppatore Smilegate RPG.

"Vorremmo esprimere la nostra più profonda gratitudine a tutti coloro che hanno giocato a Lost Ark finora e a tutti coloro che ci hanno supportato," ha scritto PMANG sul suo blog ufficiale, che poi si è scusata per il ferale annuncio.

Da questo momento la versione giapponese di Lost Ark non riceverà più nuovi contenuti e le microtransazioni saranno bloccate. Comunque sia, PMANG ha deciso di salutare i giocatori organizzando degli eventi di chiusura, che inizieranno dal 24 gennaio 2024 e proseguiranno fino alla fine del gioco.

Lost Ark è un po' sparito dai radar
Lost Ark è un po' sparito dai radar

Lost Ark è in crisi? Difficile dirlo con certezza. In tempi recenti è molto calato per numero di giocatori, con gli accessi del lancio che sono soltanto un sogno. Va detto comunque che su Steam produce buoni numeri e riesce spesso a superare i 50.000 giocatori contemporanei, quindi non dovrebbe essere a rischio dalle nostre parti. Certo, le recensioni negative vanno moltiplicandosi, a causa dell'ingente investimento di tempo richiesto per migliorare i personaggi.