Metroid Prime: la voce di Samus era troppo sexy, Nintendo la rifiutò

Clark Wen, audio director di Metroid Prime, ha svelato che la voce di Samus era troppo sexy per gli standard di Nintendo.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   25/10/2021
34

Clark Wen, audio director di Metroid Prime e Metroid Prime 2 Echoes, ha svelato che la voce di Samus nel gioco era stata reputata da Nintendo troppo sexy. Wen racconta un dietro del quinte della creazione dell'audio del gioco.

Le informazioni arrivano da un'intervista condotta dal podcaster Reece Reilly. Wen spiega che quasi tutta la colonna sonora era stata creata usando dei sintetizzatori. Uno degli elementi più complessi da gestire è però stata la voce di Samus, o per meglio dire i suoi grugniti. Wen, parlando di Metroid Prime, ha detto: "Penso che la voce fosse un dettaglio importante per Nintendo, perché originariamente abbiamo eseguito alcune registrazioni per la voce di Samus, più che altro dei suoni temporanei da usare per fare in modo che gli impatti subiti da Samus quando subiva danno fossero riconoscibili durante il gameplay."

Metroid Prime
Metroid Prime

"Abbiamo chiesto a uno dei designer di realizzare dei grugniti e degli urli. Non si trattava di suoni definitivi, ma poche settimane dopo li abbiamo inseriti nel gioco e abbiamo ricevuto un feedback da Nintendo EAD riguardo alla voce di Samus: affermavano che la voce era troppo sensuale e sexy. Sono molto particolari riguardo ai suoni vocali, in linea generale: sono stato felice di far gestire a loro la cosa. Hanno registrato varie attrici per la voce di Samus e dopo alcuni mesi abbiamo ricevuto le registrazioni e abbiamo scelto quella che pensavamo fosse la migliore" per Metroid Prime, afferma Wen.

Viene anche spiegato che il team non sa precisamente chi siano le doppiatrici di Samus in Metroid Prime. La voce è stata realizzata da "JH" e, secondo i fan, si tratta di Jennifer Hale: anche Wen pensa che sia lei, ma non può confermalo. La voce della morte di Samus, invece, è realizzata da "VM". Il team giapponese non ha mai indicato altri dettagli.

Retro Studio dovette ovviamente seguire le direttive di Nintendo, ma poté comunque agire in libertà. Ad esempio, il compositore Kenji Yamamoto propose un traccia a base di chitarra, ma Retro Studio rifiutò la proposta.

Parlando invece di Metroid Dread: update 1.0.1 risolve il bug che bloccava alcuni giocatori, i dettagli.