NBA 2K20, con "The Last Dance" Michael Jordan e i Bulls tornano giocatissimi

L'effetto "The Last Dance" si sente anche in NBA 2K20: Michael Jordan e i Chicago Bulls tornano giocatissimi nella simulazione sportiva di 2K Games.

NOTIZIA di Luca Forte   —   29/04/2020
6

L'effetto "The Last Dance", lo splendido documentario dedicato all'ultimo anno di Michael Jordan ai Chicago Bulls trasmesso da Netflix, si sente anche sui parquet virtuali di NBA 2K20: tutte le squadre di His Airness, infatti, hanno subito un'impennata nel gradimento dei giocatori.

Mentre le puntate 3-4 di The Last Dance, l'eccellente documentario di Netflix dedicato alla stagione 1997-98 dei mitici Chicago Bulls di Michael Jordan, mostrano l'importanza che Dennis Rodman -nonostante la testa matta- aveva per l'alchimia e gli equilibri della squadra, i giocatori di NBA 2K20 riscoprono, per così dire, i tori rossi.

In queste settimane, infatti, 2K Games ha visto salire del 131% il numero delle partite disputate con una delle sei annate dei Chicago Bulls presenti in NBA 2K20. Oltre alla squadra protagonista del documentario, i Bulls del 97'-98', sono presenti altre annate, così da poter "toccare con mano" quella crescita della franchigia di cui si parla in The Last Dance.

Le squadre incluse nel gioco sono:

  1. 1985-86
  2. 1988-89
  3. 1990-91
  4. 1992-93
  5. 1995-96
  6. 1997-98

State vedendo The Last Dance? Cosa vi è piaciuto di più? Non vale dire Carmen Electra...