Overwatch, tossicità della community diminuita del 40% secondo Blizzard 31

La community di Overwatch ha subito un processo di addolcimento, che secondo Blizzard ha portato a una diminuzione della tossicità del 40% rispetto ai periodi più difficili.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   23/03/2019

Overwatch è stato per molto tempo un esempio negativo per quanto concerne il grado di tossicità della sua ampia community, i cui componenti non perdevano occasione di sfogare il proprio odio verso differenti bersagli o argomenti.

Ebbene, secondo Blizzard la situazione è sostanzialmente migliorata, con una diminuzione della tossicità 40%: sembra buffo parlarne in questi termini, neanche si trattasse di inquinamento atmosferico, ma chi ha avuto a che fare con situazioni del genere sa bene quanto gli ambienti intrisi di rabbia e di polemiche ti si appiccichino addosso.

Il "nuovo corso" della community di Overwatch è stato illustrato da Natasha Miller, research developer presso Blizzard, durante un panel alla GDC 2019 di San Francisco. Stando alle sue parole, il team è riuscito a riportare la situazione in condizioni accettabili attraverso politiche di stimolo attivo nei confronti di comportamenti corretti.

Il sistema ideato da Blizzard prevede lo sblocco di ricompense extra per gli utenti dotati di una buona reputazione, nell'ottica di un meccanismo di endorsement che porta anche gli elementi più rabbiosi a rivedere la propria condotta e ad agire in maniera corretta.