Prince of Persia Remake compare nel listino di un retailer, con periodo di uscita

Un misterioso remake di Prince of Persia per PS4 e Nintendo Switch è comparso nel listino di un importante retailer in Guatemala, con tanto di periodo di uscita.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese e Simone Tagliaferri   —   20/08/2020
59
59D4D138 2922 4A1D Bdfa 139Cea4B622E

Prince of Persia Remake è comparso nel listino di un importante retailer del Guatemala, con tanto di indicazione del periodo di uscita, fissato a novembre.

Dopo l'annuncio di Prince of Persia: The Dagger of Time, un escape game VR, avevamo un po' perso le speranze di assistere al ritorno del celebre franchise, ma è possibile che Ubisoft voglia accontentarci, nonostante tutto.

Il prodotto in questione compare nel listino nelle versioni PS4 e Nintendo Switch, anche se immaginiamo che una produzione del genere difficilmente mancherà l'appuntamento anche con PC e Xbox One.

Più che un remake, tuttavia, è probabile che si tratti di una remaster e i materiali grafici utilizzati per il catalogo del rivenditore fanno pensare al reboot in cel shading del 2008, che può contare ancora su tanti fan.

A questo punto non rimane che attendere un eventuale annuncio ufficiale da parte di Ubisoft e tenere le dita incrociate: in genere le remaster servono per tastare il terreno di una proprietà intellettuale abbandonata da tempo in vista di un possibile nuovo capitolo.

[Aggiornamento]
La notizia è stata di fatto confermata da Jason Schreier di Bloomberg che commentandola su Twitter ha scritto:
"Sembra che i negozi di videogiochi si divertano a rovinare gli annunci a sorpresa di Ubisoft."

Schreier ha inoltre ribadito la bontà della fuga di notizie rispondendo "Non credo che questo tweet invecchierà bene" al presunto insider Roberto Serranò, che aveva commentato la cosa con un "Non credo che sia vero."

Di solito Schreier non fa questi interventi a caso ed è considerato una fonte attendibilissima, dati i suoi numerosi contatti all'interno dell'industria. Come sempre in questi casi vi invitiamo a prendere il tutto con le dovute cautele, visto che manca la conferma ufficiale da parte di Ubisoft, ma fossimo in voi un minimo di speranza la nutriremmo.