PS5 e prezzi dei giochi: Jim Ryan difende l'aumento a 80 euro

Jim Ryan, il CEO di Sony PlayStation, ha difeso in un'intervista l'aumento dei prezzi per i giochi first party PS5 fino a 80 euro, giudicandolo un prezzo "giusto".

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   17/11/2020
118

PS5 ha comportato un aumento medio dei prezzi dei giochi che coinvolge anche i first party, il cui costo standard è salito fino a 80 euro in una mossa alquanto dibattuta dagli utenti ma fortemente difesa da Jim Ryan, il CEO di Sony Interactive Entertainment.

Dalla stessa rivista pubblicata dal Telegraph nella quale è emerso anche il dubbio sul fatto che God of War possa arrivare anche su PS4 come cross-gen, Jim Ryan ha anche parlato del prezzo dei giochi per PS5, giudicandolo "giusto".

Proprio mentre anche la concorrenza sembra stia ragionando sul possibile prezzo dei giochi fist party per Xbox Series X|S, che a quanto pare verrà annunciato a tempo debito, il capo di Sony PlayStation si è detto sicuro di quanto scelto per PS5, evidentemente come frutto di un attento studio da parte della compagnia.

Da notare, peraltro, che per valutare la coerenza del prezzo Ryan prende in considerazione un concetto diverso rispetto a quanto abbiamo visto finora: invece di parlare solo di aumento dei costi di produzione, secondo il capo di PlayStation il prezzo al pubblico sarebbe giusto in base alle ore di fruizione.

"Se misurate le ore di divertimento fornite da un videogioco, come Demon's Souls, rispetto ad altre forme di intrattenimento, penso che possiate ben vedere il paragone", intendendo che un costo più alto è commisurato dalla longevità di contenuti forniti.

Ryan ha peraltro smentito il fatto che Sony avesse pensato a prezzi anche più alti degli 80 euro per i giochi first party: "Posso dire che quel report che ci vedeva intenzionati a considerare prezzi più alti è categoricamente falso", ha affermato.

Dualsense Ps5 Controller Recensione 13