PS5: Sony smentisce ufficialmente Bloomberg e il report sui tagli di produzione

Sony ha smentito ufficialmente quanto riportato da Bloomberg, ovvero che le stime di produzione di PS5 sono state ridotte di 4 milioni di unità.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   e Luca Forte   —   15/09/2020
316

In serata Sony ha smentito ufficialmente e categoricamente il report di Bloomberg che sosteneva che ci sarebbe stato un taglio nella produzione di PS5 di circa 4 milioni di unità. Ai microfoni di GamesIndustry.biz, un portavoce della multinazionale giapponese ha detto che "nonostante non lasciamo dettagli legati al comparto manifatturiero, le informazioni pubblicate da Bloomberg sono false".

E ha continuato: "Non abbiamo cambiato il numero di PlayStation 5 prodotte da quando è partita la produzione di massa." Una dichiarazione ufficiale che il colosso giapponese si è trovata a dover pubblicare per tranquillizzare gli azionisti, dopo che le azioni di Sony hanno subito un forte ribasso a causa della notizia del taglio della produzione.

Una notizia che, oltretutto, dovrebbe tranquillizzare anche i semplici consumatori in vista dello Showcase PS5 di domani.

Cosa ne pensate?

Notizia originale - Stando a quanto riportato da Debby Wu di Bloomberg, Sony avrebbe tagliato le stime di produzione di PS5 di 4 milioni di unità per l'anno fiscale corrente (chiude il 31 marzo 2021), facendo scendere il totale da 15 a 11 milioni di unità. Il taglio sarebbe stato causato da dei problemi con il chip custom della console. Sostanzialmente il 50% dei SoC prodotti sarebbero inutilizzabili per motivi non meglio specificati (si ipotizza per la velocità di clock), quindi da buttare. La produzione ne è risultata inevitabilmente rallentata, come svelato dalla fonte della giornalista, che è voluta rimanere anonima perché si tratta di informazioni che non possono essere divulgate pubblicamente.

Cosa può comportare il taglio? Nel caso in cui la domanda sia alta come prevede Sony, PS5 potrebbe diventare più difficile da reperire nei suoi primi mesi di vita a causa del minor numero di unità distribuite ai negozi. Quindi aspettiamoci di dover fare un po' più di fila per averne una. Si spera che i problemi produttivi vengano risolti nel corso dell'anno fiscale successivo, così da garantire il necessario flusso di console per la vendita.

Per il resto prezzo e data d'uscita di PS5 rimangono un grande mistero, nonostante ormai ci siano in giro diverse fonti che potrebbero aver svelato quantomeno il primo. Per saperne di più non resta che attendere l'evento di mercoledì 16 settembre dedicato alla console next-gen, durante il quale Sony dovrebbe fornire le informazioni che mancano.