PS5: senza batteria interna e PSN solo alcuni giochi su disco funzionano

Dopo il test su PS4, anche PS5 è stata sottoposta a un controllo relativo alla preservazione dei giochi: senza batteria interna e PSN, la console fa girare solo alcuni giochi su disco.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   18/04/2021
102

Senza batteria interna e connessione al PSN, PS5 riesce a far funzionare solo alcuni giochi su disco, mentre quelli digitali non partono: un limite che da qui a vent'anni potrebbe creare potenziali problemi nell'ottica della preservazione del software.

Dopo i test effettuati su PS4, che senza batteria interna e PSN non fa partire i giochi in generale, il profilo Twitter Does it play? ha eseguito la stessa prova sulla nuova console Sony, ottenendo appunto questi risultati.

"Con la batteria rimossa e la console disconnessa da internet, PlayStation 5 entra in safe mode dopo il primo boot e ricostruisce il proprio database. Un riavvio risolve il problema, ma a quel punto la console smette di far funzionare i giochi digitali", si legge nel report.

PS5 Digital Edition fotografata in orizzontale.
PS5 Digital Edition fotografata in orizzontale.

"I giochi fisici per PlayStation 4 risultano funzionanti con tanto di Trofei, sebbene Resident Evil 2 durante l'esecuzione mostri a intermittenza un messaggio di errore che recita 'qualcosa è andato storto'."

Per quanto riguarda i dischi per PS5, i risultati sono fortemente variabili, con il solo Marvel's Spider-Man: Miles Morales capace di girare senza problemi, mentre i vari Mortal Kombat 11 e Call of Duty: Black Ops Cold War restituiscono errori e blocchi.

Chiaramente la questione della batteria che, una volta rimossa, impedisce alla console di far girare giochi digitali si pone come un problema abbastanza rilevante per i possessori di PS5 Digital Edition, dunque è del tutto probabile che Sony rilascerà un aggiornamento per risolvere la cosa.

Come specificato anche nella notizia dei test effettuati su PS4, il concetto di queste prove è capire come si comportino le varie piattaforme alla prova del tempo.

Ovverosia se da qui a vent'anni, magari con il PlayStation Store chiuso come accaduto a PS3, PlayStation Vita e PSP, si possano verificare delle limitazioni importanti laddove la batteria interna dovesse rovinarsi o scaricarsi.