PS5, Xbox Series X, Switch OLED e GPU saranno introvabili anche nel 2022, stando alle stime di Toshiba

Stando alle ultime stime di Toshiba i problemi di distribuzione di PS5, Xbox Series X, Nintendo Switch OLED e delle GPU sarà problematica anche durante il 2022.

NOTIZIA di Stefano Paglia   —   03/09/2021
68

Fin dal lancio di PS5 e Xbox Series X sono davvero difficili da acquistare per via della scarsa disponibilità nei negozi. Un problema dovuto alla crisi mondiale dei semiconduttori iniziata nel 2020, che influisce negativamente su tutta la filiera produttiva delle console Sony e Microsoft, così come il mercato delle GPU e probabilmente anche Nintendo Switch OLED. E a quanto pare la situazione continuerà a persistere anche per buona parte del prossimo anno stando alle ultime dichiarazioni arrivate da Toshiba, uno dei maggiori produttori di chip.

"La forniturà di chip rimarrà molto ridotta fino a settembre del prossimo anno", afferma Takeshi Kamebuchi di Toshiba. "In alcuni casi potemmo trovare alcuni clienti non completamente serviti fino al 2023."

"Teniamo in considerazione quali consumatori affrontano le situazioni peggiori, come il rischio di arrestare l'intera linea di produzione o che il business venga obliterato dalla mancata fornitura di chip. I produttori di console da gioco sono tra i clienti che fanno le richieste più grandi e sono sinceramente dispiaciuto per la loro frustrazione visto che nessuno di loro è soddisfatto al 100%".

PS5, Xbox Series X, Nintendo Switch
PS5, Xbox Series X, Nintendo Switch

Oltre a quello automobilistico, uno dei settori più colpiti da questa crisi è senza dubbio quello tecnologico. La carenza di chip semiconduttori ha infatti impattato sulla produzione di PS5 e Xbox Series X che sono davvero difficili da acquistare nonostante sia passato quasi un anno dal loro debutto. Lo stesso vale per le GPU che, grazie anche all'elevata domanda da parte dei miner, hanno visto i loro prezzi aumentare a dismisura.

E ovviamente anche Nintendo non è esente dal problema, visto che la crisi dei semiconduttori potrebbe impattare anche la distribuzione di Nintendo Switch OLED, il nuovo modello in arrivo a ottobre. In tal senso Takashi Mochizuki di Bloomberg raccomanda a chi è interessato di comprare una delle unità del primo stock, per non rischiare di rimanere a bocca asciutta nei mesi successivi o dover acquistare la console a prezzi assurdi dai bagarini.