The Last of Us 2, Death Stranding e Ghost of Tsushima: il miglior canto del cigno per PS4 o la migliore lineup di lancio per PS5? 75

La conferma di The Last of Us 2, Death Stranding e Ghost of Tsushima non allontana l'idea che possano essere giochi cross-gen.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   22/05/2019

L'arrivo della next gen è ormai incombente e anche se si parla di attese di almeno un anno ancora, in un mercato come questo è naturale che tutti siano già proiettati sulla nuova generazione di console. Per questo motivo qualsiasi posticipo o assenza di informazioni precise sull'arrivo di qualche produzione di calibro veramente grosso fa nascere naturalmente il sospetto che si tratti di un dirottamento verso le nuove piattaforme. È naturale: l'alto costo richiesto da alcune produzioni, almeno finora, richiedeva di fare scelte ben precise tra la volontà di sfruttare il massimo che la tecnologia ha da offrire in un dato momento oppure puntare sulla quantità di piattaforme installate e dunque rimanere ancorati sulla generazione dominante al momento dell'uscita. Tuttavia, questo modo di pensare potrebbe essere scardinato da PS5 e Xbox Scarlett.

The Last Of Us Part Ii E32018 04


Per la prima volta, infatti, ci troveremo di fronte a console che sono costruite sulla medesima architettura che caratterizza la generazione precedente, presentandosi dunque come degli upgrade hardware molto consistenti ma comunque in continuità tecnologica con PS4 e Xbox One, almeno stando a quanto riferito finora dalle notizie emerse. È una situazione mai vista in precedenza, perché anche le console attualmente presenti sul mercato, che pure al loro lancio avevano in lineup diversi multipiattaforma presenti contemporaneamente anche su PS3 e Xbox 360, richiedevano comunque la programmazione di nuovo codice per avere una propria versione specifica dei software. Tutto questo non si dovrebbe presentare con PS5 e Xbox Scarlett, la cui compatibilità allargata dovrebbe consentire a uno stesso gioco di funzionare sia sulla generazione precedente che sulla nuova.

Ghost Of Tsushima E32018 08


Questo comporta una serie di vantaggi sia per gli utenti che per publisher e produttori di console: i primi possono in questo modo risparmiare una bella quantità di tempo e di lavoro rilasciando magari solo delle grosse patch con i contenuti a risoluzione e performance maggiori per le nuove macchine, mentre i produttori si assicurano così uno spostamento più veloce e indolore dalla vecchia alla nuova generazione di console. Altra ricaduta positiva di questa nuova situazione è la probabile assenza della miriade di remaster che hanno invaso il primo periodo di PS4 e Xbox One sul mercato, molti dei quali non si sono discostati granché dalla mera operazione commerciale a costi contenuti.

Death Stranding 00002


Tutto questo porta anche a un'altra conseguenza: di fatto la prossima lineup di PS4 corrisponde anche alla lineup di lancio di PS5, logicamente. Questo potrebbe comportare una volontà, da parte di Sony, di spostare le date di uscita di alcuni titoli di grosso rilievo in modo da avvicinarsi all'uscita di PS5 e trasformarli così ufficialmente in giochi di lancio per la nuova console. Tra i tanti aspetti positivi, questa potrebbe forse essere una conseguenza negativa per gli utenti PS4: ovviamente si tratta di supposizioni, ma se la differenza dovesse essere solo di qualche mese, è possibile che il lancio di giochi di grosso calibro come The Last of Us 2 e Death Stranding possa essere "trattenuto" fino ad arrivare in prossimità dell'arrivo di PS5. Per questo la rassicurazione di Sony sul fatto che The Last of Us 2, Death Stranding e Ghost of Tsushima sono in uscita su PS4 potrebbe essere solo parte della verità.