The Last of Us: Naughty Dog non celebrerà più l'Outbreak Day dopo il Covid-19

Naughty Dog non celebrerà più l'Outbreak Day, ma il The Last of Us Day per rispetto di tutti coloro che soffrono e hanno sofferto per il Covid-19.

NOTIZIA di Luca Forte   —   22/09/2020
93

A partire da quest'anno Naughty Dog ha deciso di non celebrare più l'Outbreak Day. Si tratta della data scelta per festeggiare l'universo di The Last of Us e coincide con il giorno nel quale è scoppiata l'infezione da Cordyceps negli Stati Uniti di Ellie e Joel. Le similitudini tra la quarantena e le morti del gioco e quello che stiamo in questi mesi a causa della pandemia da Covid-19 ha spinto lo studio a cambiare nome e focus delle festa: il prossimo 26 settembre 2020 si festeggerà il The Last of Us Day.

Con un lungo messaggio su Twitter lo studio ha spiegato le sue motivazioni, assolutamente condivisibili. Dopo quello che è successo in questo 2020, soprattutto negli USA, dove un letale mix di coronavirus e proteste per il razzismo latente nella società a stelle e strisce ha fatto sì che molte delle scene apocalittiche viste all'inizio di The Last of Us prendessero vita, lo studio che fa capo a Neil Druckmann ha deciso di smetterla di chiamare i festeggiamenti della sua serie più famosa Outbreak Day, ovvero giorno del contagio, e di virare su di un semplice Il giorno di The Last of Us.

La data del 26 settembre, invece, rimarrà.

Ecco il messaggio:

"Negli ultimi 7 anni, il 26 settembre è sempre stata la nostra opportunità per celebrare l'incredibile passione della community di The Last of Us. Comunque, pensando agli eventi dello scorso anno e alle sfide che noi tutti continuiamo ad affrontare a causa del COVID-19, non ci sembrava giusto continuare a festeggiare l''Outbreak Day'. Mentre il nome e la data sono ben saldi nella storia del gioco, il 26 settembre ora significa molto più della data della lore. È il momento in cui mostriamo il nostro apprezzamento per i nostri fan.

Ecco perché, a partire da questo sabato, il 26 settembre sarà conosciuto come il The Last of Us Day - un nome che non solo tiene conto del mondo reale intorno a noi, ma che riflette anche la crescita della community, mentre diamo il benvenuto a milioni di nuovi giocatori arrivati con The Last of Us - Parte II. Abbiamo previsto tante splendide cose e non vediamo l'ora di condividerle con voi nei prossimi giorni!

Cosa ne pensate?