Xbox One: Digital Foundry testa la più debole console di Microsoft, se la cava con i giochi recenti?

Xbox One è stata messa alla prova da Digital Foundry: la console più debole di Microsoft è ancora in grado di far girare ci giochi recenti?

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   25/05/2022
33

Digital Foundry ha eseguito nuovi test su Xbox One, per poter capire se la più debole console di Microsoft è ancora in grado - dopo anni - di permettere agli appassionati di giocare con i giochi moderni. Come sempre, ha anche condiviso un video dedicato, che potete trovare poco sotto.

Xbox One (non One S, attenzione alla differenza) è uscita nel 2013 e supporta ufficialmente anche i giochi più recenti, come Elden Ring, Cyberpunk 2077 e Battlefield 2042, che faticano a mantenere prestazioni adeguate anche su piattaforme come PS5 e Xbox Series X.

Secondo Digital Foundry, l'originale Xbox One è in grado di offrire in pratica due tipi di risultati: alcuni giochi vanno tutto sommato bene, con qualche piccolo limite, mentre altri soffrono pesantemente la limitata potenza della console e non raggiungono i propri obiettivi prestazionali.

Ad esempio, con Forza Horizon 5 e Grid Legends ci sono alcuni problemi, ma anche ad alta velocità i due giochi di guida mantengono un buon frame-rate. Ovviamente la risoluzione e gli FPS non sono pari alle console di Microsoft più recenti, ma non ci si può lamentare.

Ci sono però giochi nei quali il frame rate è molto basso anche nelle scene non troppo impegnative, con stutter regolari. Cyberpunk 2077, Call of Duty Vanguard, Battlefield 2042, Elden Ring e Tales of Arise sono un esempio.

Ovviamente i giudizi sono stati dati dopo aver eseguito dei confronti con Xbox One S, che può contare su una potenza del 7.1% superiore. La console più recente è in grado di proporre, nell'esempio riportato con Tales of Arise, tra i due e i quattro frame in più. Giochi come Elden Ring e Cyberpunk 2077, invece, non mostrano miglioramenti sensibili. In breve, se un gioco supporta la risoluzione dinamica, il frame rate è identico tra le due console.

Per quanto riguarda i caricamenti, Xbox One è mediamente molto lenta e Xbox One S è in grado di migliorare anche del 35% i tempi (Forza Horizon 5). Ci sono però titoli con differenze minori, come The Ascent che passa da 162.7 secondi a 160.0 secondi, oppure Cyberpunk che passa da 50.0 secondi a 49.2 secondi. In questo caso, però, Digital Foundry afferma che parte della differenza potrebbe anche essere legata al fatto che la console usata come test ha sulle spalle molti anni d'uso.

Viene poi fatto notare che, con il passaggio a giochi cross-gen, pensati prima di tutto per PS5 e Xbox Series X|S, Xbox One si trova in una situazione difficile. Ad esempio, Call of Duty Vanguard ha prestazioni nettamente peggiori su Xbox One di Call of Duty Modern Warfare, pur essendo giochi con un solo anno di distanza. Anche Battlefield 2042 propone prestazioni peggiori di Battlefield 5. Xbox One potrebbe oramai essere diventata una "cittadina di seconda classe" e gli sviluppatori ottimizzano meno i giochi per tale hardware, soprattutto considerando che ha venduto meno della rivale PS4.

Infine, Digital Foundry afferma che per i giocatori di Xbox One la soluzione migliore in questo momento è optare per Xbox Series S, che ha un prezzo non elevato e permette di giocare a giochi cross-gen a una qualità superiore, anche se non massima.