YouTube: gli youtuber più famosi sono privilegiati, non incorrono in sanzioni 22

Un'indagine del Washington Post mette in luce le disparità di trattamento all'interno di YouTube tra youtuber più o meno famosi per quanto riguarda l'applicazione delle sanzioni.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   13/08/2019

Il Washington Post ha pubblicato un articolo di approfondimento che getta luce su alcuni aspetti meno noti di YouTube, illustrando alcuni retroscena sulle disparità di trattamento riservate agli youtuber a seconda della loro notorietà.

L'articolo parte della testimonianze di alcuni moderatori rimasti anonimi, i quali hanno riferito di aver notato un'evidente discrepanza nella valutazione del comportamento degli youtuber: di fatto, le celebrità come PewDiePie, Logan Paul e Steven Crowder incorrono raramente in sanzioni e sono in grado di trasmettere o dire cose proibite per qualsiasi altro utente all'interno delle linee guida ufficiali di YouTube.

Il Washington Post ha intervistato undici moderatori, alcuni di questi ancora dipendenti e altri usciti dalla compagnia, ma tutti sembrano piuttosto d'accordo sul fatto di rilevare queste discrepanze e contraddizioni nell'applicazione dei regolamenti. Di fatto, c'è un certo grado di interpretazione per quanto riguarda le sanzioni: ad esempio gli utenti possono segnalare un video per contenuti inopportuni o contrari alle regole ma è poi la moderazione ufficiale che decide come comportarsi.

Ebbene, in molti casi le sanzioni previste, che vanno dalla rimozione del video e della monetizzazione relativa alla sospensione degli utenti non vengono applicate nel caso in cui lo youtuber in questione sia particolarmente importante e popolare.

#Celebrità

Celebrità