AMD Radeon HD 7990 52

Due Tahiti fanno Malta? Ecco la nostra recensione della punta di diamante di AMD

RECENSIONE di Luca Olivato   —   29/04/2013

Spesso, nel settore automobilistico, capita che vetture giunte al termine del proprio ciclo commerciale vengano proposte in allestimenti inediti al fine di risultare ancora appetibili al pubblico. Lo stesso deve aver pensato AMD inaugurando la Radeon HD 7990, ultima e più potente evoluzione della famiglia 7000 introdotta alla fine del dicembre del 2011. Come noto i programmi dell'azienda canadese prevedono il debutto delle nuove schede video per il quarto trimestre e per non lasciare la fascia alta di mercato eccessivamente esposta alla rivale Nvidia, che di recente ha presentato la colossale GeForce GTX TITAN, è stato deciso di portare alla luce un progetto che sembrava destinato a rimanere sulla carta.

La prima scheda dotata di due GPU montate sul medesimo PCB è stata, nel febbraio del 2008, la Radeon 3870x2 (quella che ha segnato l'inizio del riscatto dopo il flop della serie 2000), e da allora il top di gamma di ogni nuova famiglia di casa AMD è stata dotata due di processori grafici: la 4870x2, la 5970 e la 6990. Southern Islands pareva dover restare orfana, almeno ufficialmente, di questa soluzione, nonostante alcuni partner di AMD si fossero già prodigati con delle soluzioni fatte in casa: infatti sia PowerColor, con l'astronomica Devil 13, che Asus, con l'avveniristica ROG Ares II, avevano ideato una loro interpretazione decisamente estrema della scheda con due Tahiti. La Radeon HD 7990 pertanto non rappresenta una novità in senso assoluto, anche se ora ci sarà un supporto ufficiale dei driver Catalyst per questo prodotto.

Caratteristiche tecniche

Soffermeremo l'attenzione sul confronto con la soluzione in parallelo di due Radeon 7970 GHz Edition, per verificare eventuali differenze prestazionali. Le altre due partecipanti sono di casa NVIDIA: da un lato la diretta concorrente 690 GTX (a sua volta dotata di due GPU), dall'altro la scheda video a singolo chip più potente sul mercato, la recente GTX TITAN. Dalle due AMD è lecito attendersi comportamenti molto simili, GeForce ci attendiamo risultati mediamente peggiori, considerandone le caratteristiche tecniche.

Di seguito il sistema utilizzato per la prova: • Maiboard: MSI Z77A-GD65 • CPU: Intel Core-i7 3770k @ 4,2 GHz • 16 GB RAM Patriot Viper 1600 • PSU: Cooler Master Silent Pro Gold 1200W • Monitor: Acer HN274H • SSD: Crucial M4 256 Gbyte • OS Windows 7 Pro.

Tomb Raider - Tomb Raider è senz'altro uno dei titoli più apprezzati e venduti di questo inizio di 2013: il reboot della saga ha convinto critica e soprattutto pubblico. I possessori di PC possono inoltre godere di un motore grafico, il Crystal Engine, in grado di lasciare davvero a bocca aperta. Il titolo di Square Enix è anche uno dei primi a sfruttare il TressFX, una tecnologia proprietaria di AMD (anche se con gli ultimi driver anche NVIDIA ne ha esteso la compatibilità) che viene applicata ai capelli di Lara per aumentarne il realismo. I risultati sono mozzafiato, ma si pagano a caro prezzo, così come il Super Sampling Anti-Aliasing che, nella sua versione più spinta fa letteralmente crollare il frame rate:

per tali motivi abbiamo preferito disabilitare la prima opzione ed utilizzare il più leggero FXAA, così come viene consigliato dall'impostazione predefinita Ultra. I dati raccolti vedono le schede di AMD primeggiare a pari merito, mentre le soluzioni di NVIDIA si attestano su un gradino più basso.

Hitman: Absolution - Il ritorno dell'agente 47 sui monitor dopo sei anni di latitanza è stato accompagnato da una versione riveduta e corretta dello storico engine Glacier, sviluppato da IO. I risultati parlano chiaro: non c'è praticamente differenza tra le due soluzioni proposte da AMD, mentre come da previsioni la GTX 690 paga dazio, risultando più lenta all'incirca del 14%. Pur mantenendosi si buoni livelli, la TITAN invece si vede decisamente penalizzata dall'essere l'unica scheda a singola GPU.

Far Cry 3 - Il terzo episodio della serie di Far Cry è stato uno dei titoli più amati e premiati nel corso del 2012. Il motore utilizzato è il Dunia Engine, aggiornato alle DirectX 11. Come evidenzia il grafico il titolo Ubisoft preferisce decisamente le schede di Santa Clara, con la GTX 690 che ribalta il risultato di Hitman segnando un +10% nei confronti a due 7970 in CrossFireX, che a sua volta è più rapida del 7% rispetto alla 7990. Molto staccata la TITAN.

Battlefield 3 - Abbiamo deciso di inserire l'FPS di Electronic Arts fondamentalmente per questioni di popolarità, visto che le moderne schede video riescono a gestire senza patemi d'animo anche le risoluzioni più elevate. Come di consuetudine lo sparatutto di DICE predilige le schede video AMD, e anche in questo caso si registra una perfetta parità tra le due soluzioni presenti in questa comparativa. Poco dietro la dual GPU di NVIDIA, ma anche quella a singolo processore si comporta molto bene.

Crysis 3 - Il nuovo campione di incassi di Crytek è tornato a mettere alla frusta anche i PC più pompati, dopo un secondo episodio che era invece apparso sottotono dal punto di vista tecnico: un frame rate adeguato in FullHD, con i dettagli al massimo, è raggiungibile solamente con una configurazione a doppio processore grafico. In questo scenario (in cui abbiamo mantenuto l'SSAA a 1x) le due 7970 GHz Edition si comportano meglio della 7990: anche se le differenze in termini di FPS sono piccole, i grafici ci dicono che il tradizionale CrossFireX è più efficiente di 10 punti percentuali rispetto alla neonata di casa AMD, che fa segnare punteggi identici alla rivale GTX 690. Da segnalare l'ottima performance della TITAN, a testimonianza che il CryENGINE 3 deve ancora essere ottimizzato a dovere per le configurazioni in parallelo.

BioShock Infinite - Il recentissimo titolo di 2K Games è stato presentato solo pochi giorni fa, eppure si profila come uno dei candidati al premio per il miglior gioco dell'anno. Merito soprattutto della trama, visto che il motore utilizzato è l'onnipresente Unreal Engine 3, seppur abbellito per l'occasione con le DirectX 11. Anche BioShock riesce però a mettere in imbarazzo la costosa 7990 che, nonostante la potenza di fuoco, si ferma ad un pareggio con la 690 GTX e risulta più lenta di due 7970 di 10 punti percentuali. La TITAN riesce ancora una volta a contenere i danni, e raggiunge il muro dei 100 fps.

AMD Radeon HD 7990

Temperature, consumi, rumorosità

Da diversi anni AMD ha stupito con un'ottima efficienza energetica, pertanto siamo rimasti negativamente sorpresi nel verificare i consumi della Radeon HD 7990. A riposo l'intero sistema ha fatto registrare un consumo medio di 138 watt, superiore persino a quello richiesto per alimentare due 7970 GHz Edition, mentre sotto stress le cose sono decisamente migliorate anche se i valori sono rimasti elevati in termini assoluti:

il PC con la 7990 ha richiesto 536 watt, ben 150 in meno dello stessa macchina in configurazione CrossFireX, ma una decina in più rispetto alla GTX 690. La scheda canadese si rivela poco brillante anche nelle temperature di esercizio in idle, visto che si attesta si 41 °C, circa 5 in più della 690 (e 10 in più della TITAN). In Full Load gli equilibri si ripristinano, dal momento in cui tutte le schede della nostra comparativa operano in un range prossimo agli 81 °C. La situazione si solleva parlando di rumorosità: il dissipatore di generose dimensioni e la presenza di tre ventole ha permesso ai tecnici di mantenere un bassa velocità di rotazione permettendo alla nuova Radeon di ottenere dei valori inferiori alla media.

Conclusioni

La Radeon HD 7990 nasce fondamentalmente dall'esigenza di AMD non sentirsi inferiore alla rivale NVIDIA e di poter proporre a listino un prodotto che verrà presumibilmente commercializzato a 1000 dollari americani; bisognerà a questo punto vedere il prezzo in Italia, anche se ci si attende di vederla in vendita a circa 900€, in linea con GTX 690 e TITAN. Le prestazioni di Malta, pur di assoluto rilievo, in molti titoli rispecchiano perfettamente quello che ci si può aspettare scorrendo le caratteristiche tecniche, vale a dire che equivalgono a quelle di due Radeon 7970 GHz Edition in CrossFireX, mentre in altri sono un leggermente inferiori. Mai come in questi casi i benchmark devono essere presi con le pinze, in quanto i driver forniti dal costruttore erano ancora in fase embrionale e c'è da scommettere che le future release possano garantire un incremento di performance in alcuni casi anche considerevole:

il delta prestazionale tra le due soluzioni di AMD prese in esame da questa prova comparativa saranno pertanto destinati a ridursi. C'è quindi da chiedersi se la cifra richiesta per l'acquisto sia giustificata, considerando che con una spesa inferiore agli 800€ è possibile realizzare un sistema con due Radeon 7970 GHz Edition. La risposta non è del tutto scontata considerando il bundle a corredo della 7990: all'interno della confezione si trovano difatti i codici per poter scaricare la bellezza di otto titoli recentissimi e in grado di mettere alla prova l'hardware, come Far Cry 3 (con lo spin-off Blood Dragon), Hitman: Absolution, Deus Ex: Human Revolution, Crysis 3, Bioshock Infinite, Tomb Raider e Sleeping Dogs. Si tratta indubbiamente del miglior corredo software mai fornito con una scheda che acquistato separatamente può arrivare a costare fino a 300 euro. Chi desidera entrare dalla porta principale nel PC-Gaming potrebbe pertanto essere allietato da questa sontuosa offerta, ma oggettivamente risulta difficile consigliare una scheda che arriva decisamente in ritardo sul mercato e non riesce ad impressionare come altre proposte estreme della concorrenza.