NVIDIA GeForce GTX 980 298

Abbiamo testato la nuova ammiraglia della casa di Santa Clara

RECENSIONE di Mattia Comba   —   19/09/2014

Indice

La tecnologia non si ferma mai, progredisce costantemente alla ricerca delle prestazioni migliori, cosciente che ciò che oggi è considerato irraggiungibile un domani sarà inevitabilmente superato grazie a nuove idee ed innovazioni che rivoluzioneranno completamente il modo in cui concepiamo un determinato prodotto. In campo videoludico il PC gaming è da sempre porta bandiera di questa filosofia, catturando i più assidui giocatori in un vortice di test e benchmark volto a migliorare di qualche frame le prestazione della loro macchina da gioco. Ma le prestazioni non sono tutto, e lo sa bene NVIDIA, che negli ultimi anni ha messo in piedi un vero e proprio ecosistema in grado di coinvolgere i giocatori a trecentosessanta gradi con un pacchetto hardware/software perfettamente integrato che permette di usufruire di un'esperienza di gioco più veloce e intuitiva.

Grazie a GeForce Experience i driver dei titoli presenti nella nostra libreria si aggiornano automaticamente, vengono consigliate le impostazioni migliori in base al nostro hardware e possiamo registrare delle clip di gameplay da uploadare direttamente su YouTube grazie a ShadowPlay. Mantenendo un focus primario sulle prestazioni, gli interessi del colosso di Santa Clara si sono poi spostati sul rapporto consumo / prestazioni con l'intento di offrire ai giocatori delle GPU in grado di garantire prestazioni al top, con un occhio di riguardo ai consumi. L'architettura Maxwell è diventata la principale incarnazione di questo proposito che vede la sua massima espressione nella nuova GeForce GTX 980, scheda video top di gamma presentata in occasione del Game24, una manifestazione organizzata proprio da NVIDIA per celebrare il PC gaming in tutte le sue forme e declinazioni. Non è facile portare avanti l'eredità lasciata dalla TITAN e dalla GTX 780 Ti, ma dopo averla provata a fondo, possiamo assicurarvi che la GTX 980 centra in pieno il bersaglio e mantiene tutte le sue promesse.

Possiamo dire che la GTX 980 centra in pieno il bersaglio e mantiene tutte le sue promesse

Maxwell nel suo abito migliore

Dopo aver esordito a sorpresa l'anno scorso a bordo della GTX 750, l'architettura Maxwell è pronta a dare il meglio di sé con il nuovo chip grafico a 28 nanometri GM204, tirato a lucido con l'obiettivo dichiarato di NVIDIA di offrire un prodotto che non si focalizzi solamente sulla forza bruta, ma anche su consumi ridotti e un'efficienza mai vista prima in una scheda video. Tale risultato è stato raggiunto grazie a una nuova configurazione degli streaming multiprocessor del chip che permette di utilizzare i 2048 CUDA Core della GeForce GTX 980 a piena potenza più frequentemente, risparmiando energia e migliorandone la performance.

Il clock di base si attesta sui 1129 MHz, ma grazie al boost può arrivare fino a 1216 MHz; tuttavia siamo sicuri che le versioni custom che verranno rilasciate nelle prossime settimane proporranno frequenze più elevate rispetto a quelle che abbiamo testato. Il quantitativo di memoria GDDR5 a disposizione è di 4 GB, con interfaccia a 256 bit e 224 GB/s di banda passante. Per quanto riguarda il lato estetico, la GeForce GTX 980 reference presenta lo stesso form factor che abbiamo imparato a conoscere con la TITAN prima e con la GTX 780 poi, con uno chassis in alluminio, finestra in policarbonato sul radiatore e un raffinato sistema di ventilazione che garantisce la giusta dissipazione del calore con il minimo disturbo. La sensazione di solidità al tatto è come sempre eccellente, grazie anche a una spessa piastra inferiore che ne protegge perfettamente i componenti più sensibili. Per l'alimentazione la GTX 980 presenta due connettori a 6 pin, mentre l'interfaccia I/O mette a disposizione ben tre DisplayPort, una porta DL-DVI e una porta HDMI 2.0 che permette la trasmissione di contenuti in 4K a 60Hz. La presenza di tre DisplayPort permette di collegare contemporaneamente tre monitor G-SYNC alla stessa scheda video per una postazione multischermo, senza dover necessariamente ricorrere a una configurazione SLI. Oltre al lato hardware NVIDIA mette a disposizione di tutti i possessori delle sue GPU molte feature aggiuntive atte a rendere l'esperienza di gioco più profonda e realistica. Oltre ai filtri TXAA, PhysX per una fisica più realistica e occlusione ambientale HBAO+, verranno introdotte nuove feature come il Dynamic Super Resolution (DSR) che lavora sulla risoluzione per restituire un'immagine più pulita e definita, la Voxel Global Illumination per una renderizzazione più realistica delle luci, dei riflessi e dell'illuminazione negli spazi aperti, e i nuovi filtri MFAA che combinano più filtri anti-aliasing offrendo un risultato nettamente migliore a parità di potenza di calcolo utilizzata.

La prova su strada

Per effettuare i benchmark abbiamo utilizzato un set up con Intel Core i7-4770K @ 3,5 GHz, RAM 2 X 4 GB, SSD Samsung 840 Pro 256 GB, HDD WD Caviar Blue 1 TB, alimentatore Cooler Master V850, sistema operativo Microsoft Windows 8.1 64 bit. I driver che abbiamo utilizzato sono i 344.07, attualmente in beta ma necessari per utilizzare la GaForce GTX 980. Tutti i titoli sono stati provati alla risoluzione di 2560x1440 pixel.

Crysis 3 - Nonostante sia sul mercato da più di un'anno e mezzo, l'ultimo titolo targato Crytek fissa alti standard per giudicare le schede video: il CryEngine 3 è in grado di spremere le GPU fino all'ultima goccia, offrendo un impatti visivo come pochi altri e un'effettistica da lasciare a bocca aperta quando giocato al massimo del dettaglio. Utilizzando un filtro 8xMSAA e texture al massimo del dettaglio, siamo rimasti costantemente sopra di 30 fps anche durante le situazioni più concitate.

Battlefield 4 - Seppur non impressionante quanto il precedente titolo, anche lo sparattutto DICE si è fatto notare per l'eccellente livello tecnico raggiunto con questo quarto capitolo. Il Frostbite 3 viene esaltato nel migliore dei mondi dagli sviluppatori svedesi, capaci di dar vita a mappe ampie e dinamiche impreziosite da effetti speciali, volumetrici e particellari di prim'ordine. Utilizzando il preset a Ultra con filtro 4xMSAA e HBAO attivi, la GTX 980 viaggia sorprendentemente sopra i 50 frame al secondo.

Metro Last Light - Il titolo 4A Games si è rivelato il cliente più ostico per la GTX 980, soprattutto per via di un'ottimizzazione non perfetta che ha causato fin troppi problemi nonostante la potenza messa in campo dalla GPU NVIDIA. Giocandolo al massimo del dettaglio non è riuscito a viaggiare costantemente sui 30 fps, con continui cali di frame rate che hanno inevitabilmente compromesso l'esperienza di gioco di uno sparatutto in alcuni tratti anche piuttosto frenetico.

Far Cry 3 - Lo sparattutto Ubisoft ambientato nelle verdi e lussureggianti foreste delle isole Rook non delude le aspettative, restituendo un impatto visivo decisamente soddisfacente e dettagliato con tutte le opzioni grafiche al massimo. Il Far Cry 3 si conferma solido e costantemente sopra ai 30fps, con panorami suggestivi e un'incantevole profondità di campo che regala scorci magnifici e voli in deltaplano spettacolari che difficilmente dimenticherete.

Rome Total War 2 - Lo strategico targato Creative Assembly si è rivelato piuttosto pretenzioso sotto il profilo hardware, evidenziando la necessità di una discreta potenza di calcolo per dare il meglio di sé. Anche con la GTX 980 e tutte le impostazioni al massimo non siamo riusciti a goderci un'esperienza di gioco soddisfacente, martoriato da frequenti cali di frame rate che portavano il titolo anche a dimezzare i 40 frame al secondo.

Temperature e consumi

Sul fronte delle temperature, grazie all'efficientissimo sistema di dissipazione pressoché identico a quello equipaggiato sulle schede di scorsa generazione, la GeForce GTX 980 veleggia introno ai 30 gradi centigradi, mentre a pieno carico arriva a superare gli ottanta.

Nel caso si necessiti di una ventilazione più efficace, è possibile rimuovere parte del fondo protettivo della scheda per esporre al flusso d'aria le parti più soggette a surriscaldamento. Nonostante le lunghe sessioni di test a cui l'abbiamo sottoposta non abbiamo mai sentito la necessità di rimuoverla, confermando ulteriormente l'efficacia del tradizionale sistema di ventilazione. Dove però la nuova GPU NVIDIA eccelle è nell'efficienza energetica. La GTX 980 consuma circa 165W a piena potenza, ovvero ben 85W in meno rispetto alla GTX 780 Ti, sua predecessora e vero mostro di potenza che offre prestazioni pressoché analoghe.

Considerazioni finali

In definitiva la GeForce GTX 980 si conferma come la GPU attualmente più veloce sul mercato, e con un consumo di soli 165W anche la più efficiente. Il rapporto consumi prestazioni è eccezionale, così come la qualità costruttiva da sempre marchio di fabbrica della casa di Santa Clara per le sue schede reference. A livello puramente prestazionale in alcuni casi la GTX 780 Ti si conferma ancora superiore grazie all'"anomalia" del chip grafico GK110 completamente sbloccato, ma la GTX 980 è assolutamente la nuova GPU di riferimento nel panorama hardware odierno.

Ci vogliono più di 550€ per portarsela a casa, ma le prestazioni sono garantite. Grazie alle tecnologie grafiche sviluppate da NVIDIA e alle nuove feature (DSR, VXGI, MFAA) questa scheda video garantisce prestazioni ottimali a risoluzioni superiori al Full HD, confermandosi come una scelta futuribile anche considerando le produzioni tripla A più esigenti, con l'unica restrizione del 4K che richiede inevitabilmente configurazioni multischeda per poter essere goduto senza improvvisi cali di frame rate. Parliamo di situazioni estreme, ma se siete interessati a questo tipo di utilizzo rimane una caratteristica da sottolineare e tenere in considerazione in fase di acquisto. Se invece si analizza quanto offerto dal mercato odierno, la GTX 980 si dimostra adatta a tutte le produzioni, superando agevolmente i 1080p anche con texture ultradefinite e i più pesanti filtri anti-aliasing attivati. In attesa dell'arrivo dei nuovi processi produttivi a 20 o addirittura a 16 nanometri, la nuova top di gamma NVIDIA stupisce e conquista, sottolineando una volta di più quanto l'efficienza sia importante anche in componenti che troppo spesso fanno della sola potenza bruta il loro cavallo di battaglia.