Ingegneria della futilità  11

Parte il secondo filone di DLC di Fallout 4 con Contraptions Workshop: sarà iniziato col botto?

RECENSIONE di Aligi Comandini —   27/06/2016

Nonostante il malcontento legato ai DLC non si spegna mai realmente (ci sono pur sempre una miriade di ottime ragioni per cui questo non accadrà mai), la prima parte del Season Pass di Fallout 4 è stata un discreto successo. Far Harbor ha aggiunto un'intera nuova area e una storyline per molti versi migliore di quella della campagna principale, Automatron nuovi compagni robotici componibili e una spassosa avventura a loro collegata, e l'unico mezzo passo falso lo si può attribuire a Wasteland Workshop, un DLC che ha ampliato sensibilmente l'approfondito sistema di crafting del gioco, ma ha aggiunto ben poco altro. Ora però sta per arrivare una seconda tornata di DLC - quella per cui il prezzo del pass è lievitato all'improvviso, per intenderci - e si ricomincia con un extra molto più vicino a quello meno consistente del precedente pacchetto di nome Contraptions Workshop. Anche qui siamo davanti a un'aggiunta incentrata completamente sugli avamposti, pensata per quei giocatori che hanno passato la stragrande maggioranza delle ore nel desolato Commonwealth a creare fortezze di legno e lamiere, e a proteggerle con ogni genere di marchingegno. Ci siamo dunque messi il nostro elmetto da ingegnere e abbiamo esaminato da vicino le nuove opzioni offerte dal DLC, per capire se si tratta di un contentino in attesa del piatto forte o di un serio valore aggiunto. La risposta piacerà solo a una minima parte di voi.

Contraptions Workshop, un DLC solo per veri ingegneri della Wasteland... e non è un bene

Venghino siori venghino, arnesi per tutti

Come già detto, in Contraptions Workshop non ci saranno missioni, nuovi personaggi, o elementi collegati in alcun modo alla storia; una volta installata la mod troverete ad aspettarvi immediatamente una serie di nuove opzioni nel menu del crafting degli avamposti, segnalate con allegria da un simbolino in altro a destra atto a indicarne la novità. Le aggiunte più significative, almeno per numero e complessità, sono indubbiamente quelle legate ai nastri trasportatori e alle... ahem, piste per le biglie.

Quest'ultime in particolare sono esattamente ciò che sembrano: delle grondaie complesse e montabili, che vi permetteranno di affiancare alle vostre case dei complicatissimi percorsi per una grossa biglia di ferro. Immaginiamo sia abbastanza evidente l'inutilità della cosa, è dopotutto un'aggiunta puramente decorativa, eppure gran parte delle novità di Contraptions Workshop seguono questo filone. Gli stessi nastri trasportatori - per quanto funzionali e ricchi di componenti complessi che permettono di creare vere e proprie fabbriche o bivi automatici per dividere gli oggetti - hanno davvero poco senso all'interno dell'economia di gioco. Creare meccanismi complessi richiede moltissimo tempo, il tutto per un'utilità finale che rasenta lo zero, salvo non proviate veramente gusto nella creazione di marchingegni e percorsi inutilmente complicati, o non vogliate automatizzare del tutto gli spostamenti negli avamposti. Addirittura i nuovi macchinari, che permettono di creare armi, armature, vesti e fuochi d'artificio, richiedono un tale quantitativo di tempo e materiali per essere costruiti e utilizzati, che gli preferirete nel 90% dei casi la solita esplorazione libera tra nemici e pericoli vari. Forse la macchina più utile è quella che permette di costruire munizioni, ma ci è parso che acquistasse senso solo se appaiata al Survival Mode, ove le risorse scarseggiano (farete però, appunto, parecchia fatica anche solo a costruirla in quella modalità).

Ghirigori per tutti!

Insomma la stragrande maggioranza degli oggetti messi a disposizione da Contraptions Workshop serve più a fare scena che altro. Le uniche novità davvero degne di nota sono forse le porte logiche e i circuiti complessi, che permettono di gestire l'energia e il funzionamento delle macchine in un avamposto con una precisione mai vista prima nel gioco. Anche queste chicche risultano però funzionali per una minima parte dei giocatori, quella veramente malata di crafting e desiderosa di dar vita a mostruosità di neon e metallo.

Per tutti gli altri le attrattive saranno ben poche, e legate più che altro all'abbellimento del proprio campo base. D'altronde, da esteti quali siamo, abbiamo trovato davvero sfiziosi solo i manichini per le armature e le vetrine per le armi, ora posizionabili comodamente nella propria abitazione, e un paio di connettori che facilitano di molto la complicata gestione dei fili tra gli edifici. Certo, non pensiate nemmeno per un momento che il DLC migliori in qualche modo la gestione del crafting alla base: posizionare i vari pezzi resta un procedimento goffo e impreciso, che vi farà innervosire parecchio quando tenterete di utilizzare nuovi edifici ed elementi in combinazione con quelli vecchi. Quest'ultima problematica vi infastidirà ad esempio quando deciderete di appaiare gli ascensori (altra novità) a qualunque edificio non faccia parte dei capannoni aggiuntivi, la cui altezza è calcolata con precisione attorno alla loro. In pratica si tratta di un bel riempitivo, un DLC pensato per tenere occupati i più in attesa di qualcosa di meglio, che sinceramente avremmo apprezzato maggiormente con una dovuta release gratuita. Per carità, la presenza di mortai giganti, fuochi d'artificio che modificano il tempo atmosferico, una stilosissima gogna in legno e di varie migliorie per capannoni o edifici ci stuzzica, non lo neghiamo, ma non vale certo il prezzo del biglietto se non avete acquistato il season pass. Consigliato con riserva solo a chi passa ore negli avamposti, e desidera trasformare la Wasteland nel suo parco giochi personale. Tutti gli altri possono bellamente aspettare le espansioni future

Versione testata
PC Windows
Digital Delivery
Steam, PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo
4,99 €
Multiplayer.it

Lettori (3)

7.5

Il tuo voto

PRO

  • Circuiti, ascensori e nuovi edifici faranno la felicità degli appassionati degli avamposti
  • Una miriade di nuovi oggetti per il crafting...

CONTRO

  • ...e nient'altro
  • Molti oggetti di scarsa utilità
  • Prezzo eccessivo per ciò che offre