Le notti di Tokyo  2

Gli sviluppatori di Nevercenter hanno raccolto la proverbiale sfida sulla realizzazione di un puzzle game originale e intrigante

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   04/03/2011

Shibuya è uno dei quartieri più caratteristici di Tokyo, come saprete. La gente è solita darsi appuntamento nei pressi della statua di Hachiko (invero un po' bruttina...), anche perché ritrovarsi in mezzo all'enorme folla che popola la zona sarebbe arduo.

A Shibuya si trova l'incrocio più popolato del mondo, con centinaia di persone che attraversano la strada ogni volta che il semaforo per i pedoni diventa verde, ma è specialmente di sera che il quartiere si anima, trasformandosi in uno spettacolo suggestivo per via delle decine di maxischermi pubblicitari che proiettano luci e colori nella notte. È proprio a questa immagine che si sono ispirati gli sviluppatori di Nevercenter per realizzare appunto Shibuya, un puzzle game per iPhone e iPod Touch che punta fondamentalmente a creare una certa atmosfera, grazie ai propri colori accesi, che contrastano con il nero dello sfondo, e all'affascinante colonna sonora firmata da Millionyoung (i brani si trovano in vendita su iTunes, peraltro). Il gioco costituisce una risposta all'annosa domanda "è possibile realizzare un puzzle game originale che sia divertente e duraturo?", con le sue meccaniche semplici ma fresche e dotate di un insospettabile spessore. Funziona così: dall'alto cadono dei rettangoli privi di un colore di riempimento, diciamo "trasparenti", che vanno a incolonnarsi sullo scenario, mentre nella parte sinistra dello schermo possiamo vedere i colori disponibili in un preciso ordine. Come nella maggior parte degli action puzzle, il nostro obiettivo è quello di appaiare i blocchi dello stesso colore, nel numero più alto possibile, per poi eliminarli tutti insieme. Ebbene, tenendo presente l'ordine dei colori dobbiamo toccare i rettangoli trasparenti e fargli assumere la prima tonalità disponibile nell'ordine, distribuendo i tocchi in modo da creare delle combinazioni che andremo poi a eliminare. È effettivamente più difficile a dirsi che non a farsi, e bastano pochi secondi per capire esattamente come funziona il gioco.

Luci e colori

Le partite con Shibuya scorrono via piacevolmente, in un'atmosfera quasi surreale per via dei colori, dei forti contrasti e delle musiche suggestive. Il titolo di Nevercenter è disponibile sull'App Store da un po', ma i recenti aggiornamenti lo hanno reso ancora più appetibile, specie considerando il prezzo di vendita al pubblico. Due le modalità con cui è possibile cimentarsi: Quick Play ed Endless. Nel primo caso la partita ha un inizio e una fine predeterminati, e nel lasso di tempo a nostra disposizione dobbiamo riuscire ad azzeccare il maggior numero possibile di eliminazioni, con un occhio di riguardo alle combo e soprattutto ai quarantasette achievement da sbloccare, che di per sé costituiscono un valore aggiunto all'esperienza. Nel secondo caso, com'è chiaro, la partita è di fatto infinita e termina solo quando non riusciamo più a star dietro al flusso dei rettangoli, che si incolonnano senza soluzione di continuità, raggiungendo la sommità dello scenario. Per ogni modalità ci sono cinque diversi livelli di difficoltà, o meglio cinque possibili velocità: padroneggiare le prime due è un'impresa relativamente semplice, ma a partire dai livelli successivi le cose diventano davvero complicate, e durare anche solo una manciata di secondi implica una coordinazione occhio-mano non indifferente, nonché un'eccellente capacità di prendere rapidamente delle decisioni sensate. Il gameplay di Shibuya, infatti, è un continuo divenire di situazioni che si determinano in base alle nostre scelte: se riusciamo a mettere insieme un gran numero di elementi dello stesso colore per effettuare una combo, dobbiamo allo stesso modo tener conto di tutti i rettangoli male accoppiati che tale operazione finirà inevitabilmente per produrre. Perché il flusso non si fermerà, continuando imperterrito fino al game over. Sulla grafica di questo titolo c'è poco da dire, in effetti: l'interfaccia è ben disegnata, lo schermo rimane sempre ben "leggibile" e lo stile, in generale, risulta efficace.

La versione testata è la 1.1
Prezzo: 1,59€
Link App Store

Multiplayer.it

7.6

Lettori (3)

3.2

Il tuo voto

Prima di essere un buon puzzle game, Shibuya è una bella esperienza: un mix di colori e suoni che riesce a coinvolgere al di là di tutto il resto, corroborato da un gameplay disegnato attorno al touch screen e dotato di un insospettabile spessore. Le partite sono sempre piuttosto impegnative, e la presenza di numerosi achievement da sbloccare si rivela un toccasana per la longevità del prodotto targato Nevercenter. Purtroppo le due modalità disponibili si somigliano un po' troppo, e il concept di base mostra il fianco a qualche limite "sistematico" quando si passa dal secondo al terzo grado di difficoltà, rendendo l'esperienza un po' troppo complessa e ben poco divertente. Pur non essendo il puzzle game che vi farà dimenticare Tetris, insomma, Shibuya mette sul tavolo diversi elementi di grande interesse, e andrebbe senz'altro provato.

PRO

  • Immediato ma tutt'altro che banale
  • Accompagnamento musicale suggestivo
  • Molto impegnativo...

CONTRO

  • ...forse anche troppo
  • Le due modalità si somigliano molto
  • Realizzazione tecnica essenziale