Agatha Christie - Hercule Poirot: The First Cases, la recensione

Ecco la nostra recensione di Agatha Christie - Hercule Poirot: The First Cases, un gioco investigativo molto interessante per gli appassionati del genere

RECENSIONE di Nicola Armondi   —   05/10/2021
20

Dalla penna di Agatha Christie sono nati tanti personaggi, ma è innegabile che uno dei più amati è il detective belga Hercule Poirot. Quello che noi conosciamo è un uomo che ha già raggiunto l'apice del successo e della fama. Anche Poirot ha però un passato e Microids e Blazing Griffin ne hanno immaginato un frammento per creare Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases, un gioco investigativo per PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch.

Ecco la nostra recensione di Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases.

Poirot l’agente

Hercule Poirot da giovane, in un giardino di una villetta
Hercule Poirot da giovane, in un giardino di una villetta

Prima di diventare un detective, Poirot è stato un semplice agente di polizia al centro di un piccolo scandalo che gli è costato la carriera nella grande città. Il fato lo ha portato in una piccola cittadina di campagna, dove nulla di particolare accade, almeno fino a quando non si ritrova a dover risolvere un caso di furto. Nei panni di Poirot, dovremo risolvere questo piccolo incidente (che fa da prologo e tutorial), ma la risoluzione di questo caso mette in luce il fatto che la giustizia non trionfa sempre. Questo evento spinge il giovane Hercule a intraprendere la carriera che conosciamo e a diventare un difensore della legge di primo livello.

Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases ci fa poi fare un salto in avanti di vari anni. Poirot è un detective esperto, anche se non è ancora l'uomo che abbiamo conosciuto nei romanzi, e viene ricontattato dalla famiglia che abbiamo conosciuto nel prologo. Questa volta dobbiamo risolvere un caso di ricatto, che ben presto però si trasforma anche in un caso di omicidio. Ne saremo in grado?

La storia del gioco principale si svolge tutta in una grande villa, in un weekend nevoso che - convenientemente - intrappola tutti i personaggi tra le quatto mura insieme a un ricattatore e a un assassino. Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases è un romanzo giallo a tutti gli effetti, diviso in capitoli durante i quali conosceremo nuovi personaggi e i loro segreti. L'intreccio creato da Blazing Griffin è rispettoso dello stile di Poirot sia inteso come romanzo che come personaggio (con il suo modo di parlare ben riprodotto). Ci saranno segreti, intrighi, legami inaspettati tra i personaggi e qualche falsa pista.

Varie sorprese del gioco sono in realtà prevedibili, ma più che altro perché l'avventura ci prepara seminando indizi lungo la via: fare certi collegamenti e comprendere determinati eventi poco prima che il gioco che ce ne dia conferma è molto piacevole ed è sintomo di un racconto giallo ben scritto. Al tempo stesso, non mancano alcuni collegamenti un po' troppo rapidi e improvvisi da parte di Poirot o alcune conclusioni che pur se non illogiche sembrano fin troppo guidate: si sente in altre parole che, in alcuni frangenti, il team ha dovuto accelerare qualche fase dell'indagine. Non c'è però nulla di realmente fuori posto nella storia raccontataci e ogni personaggio trova il proprio spazio, ricollegandosi in un modo o nell'altro agli eventi che fanno da fulcro all'intreccio, che arriva a una conclusione forse un po' troppo semplice, ma anche per questo perfettamente credibile.

Gameplay

Poirot in mezzo alla neve, di fronte a una grande villa
Poirot in mezzo alla neve, di fronte a una grande villa

La trama non avanza però da sola. Sarà nostro compito scoprire cosa si cela dietro i misteri della villa. Prima ancora di arrivarvi, come detto, avremo a che fare con un prologo. Quanto impariamo è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per l'intera avventura, anche perché Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases non è certo un titolo complesso dal punto di vista ludico.

Con una visuale isometrica, dobbiamo semplicemente esplorare ogni ambiente, interagire con gli oggetti a disposizione e parlare con i personaggi, ponendo domande. In momenti chiave del gioco, vi sarà una sorta di "battaglia" orale tra Poirot e uno degli interrogati, che dovrà essere convinto a parlare scegliendo il giusto approccio (meglio essere aggressivi o lusinghieri? Sarà Poirot stesso a suggerirlo). Queste sequenze non possono però essere fallite e in caso di errore si dovrà semplicemente ripartire da capo, senza subirne alcuna conseguenza.

Una tavolata con tutti gli ospiti: chi è il colpevole?
Una tavolata con tutti gli ospiti: chi è il colpevole?

Il fulcro di Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases è la fase di ragionamento dentro la testa di Poirot. Regolarmente dovremo aprire un menù nel quale il gioco raduna in modo molto organizzato gli indizi. Ogni sezione del caso ha la propria parte e include tutto quello di cui abbiamo bisogno (e anche qualcosa in più) per arrivare alle conclusioni corrette. Come? Semplicemente tirando una linea tra due indizi: se hanno un legame, Poirot creerà un nuovo indizio e una volta trovati tutti potremo avanzare nel caso. Questi menù indicano in modo preciso se vi sono collegamenti ancora da scoprire e, soprattutto, sono organizzati come una mappa logica con una struttura chiara. Questo significa che gli indizi da legare sono sempre vicini e che tra di loro non vi sono ostacoli che blocchino la linea di collegamento. Sommato al fatto che è possibile tentare anche a caso di collegare gli indizi tra loro, questo significa che - anche nell'ipotesi in cui non siate dei grandi detective - sarà impossibile bloccarvi.

Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases è un gioco molto lineare e semplice. Solo nella fase finale sarà possibile "fallire" alcuni collegamenti logici, ma avverrà dopo la risoluzione del caso, quindi in termini narrativi non vi è grande differenza tra il completamento perfetto e un finale parziale. Il ritmo di gioco è però abbastanza sostenuto e, se si è in cerca di un gioco investigativo non certo dinamico, si rimarrà incollati allo schermo fino alla fine.

Grafica e sonoro

L'atrio della villa di Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases
L'atrio della villa di Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases

Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases non è un gioco dagli altri valori produttivi, diciamolo subito. La presentazione grafica è adeguata a un'avventura che punta tutto sulla narrazione e sull'investigazione, ma è innegabile che vi siano parecchi limiti tecnici. Oltre a un po' di stuttering (abbiamo giocato la versione PS4 su PS5), il gioco propone modelli poligonali un po' rozzi, con animazioni minime e ambienti piacevoli ma senza troppe pretese. Di certo non è un gioco che va comprato per il colpo d'occhio.

In termini di sonoro, l'unica parte che ha senso commentare è il doppiaggio. L'intero gioco è doppiato, con risultati adeguati (abbiamo ascoltato quello in inglese, non è disponibile il doppiaggio italiano). A tutti i personaggi è stata data voce tenendo da conto il giusto accento, ma alcuni hanno ottenuto un trattamento migliore di altri. Spesso però ci siamo ritrovati a non attendere la fine della recitazione dei dialoghi e abbiamo proseguito a velocità di lettura, anche per non rallentare troppo l'avanzamento. Tutti i testi sono in italiano.

Commento

Versione testata PlayStation 4
Digital Delivery PlayStation Store
Prezzo 39.99 €
Multiplayer.it

8.0

Lettori (3)

8.3

Il tuo voto

Agatha Christie - Hercule Poirot The First Cases è un romanzo giallo sotto forma di videogioco. Strutturalmente molto lineare e semplice, è una valida avventura per i fan del genere che cercano un'opera contenuta che non distragga con elementi secondari o meccaniche di gameplay che poco c'entrano con il genere. Dal punto di vista estetico non è certamente un titolo di primo livello, ma si tratta di un problema tutt'altro che importante.

PRO

  • La storia è interessante e completa
  • La gestione degli indizi è soddisfacente
CONTRO
  • Graficamente è limitato