Full Metal Monsters, la recensione 6

Cosa c'è di meglio di un branco di dinosauri? Un branco di dinosauri armati fino ai denti, come dimostra la recensione di Full Metal Monsters

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   19/06/2019

Full Metal Monsters, il nuovo mobile game prodotto da Azur Interactive Games e oggetto di questa recensione, trae palese ispirazione da una serie televisiva di fine anni '80, Dino-Riders, da cui è nata una linea di giocattoli molto popolare anche in Italia. L'idea di prendere un ampio roster di dinosauri, farli cavalcare da un "pilota" umano ed equipaggiarli con armi ad alta tecnologia era affascinante all'epoca e lo è ancora oggi, a quanto pare, tanto che il team di sviluppo cipriota ha deciso di utilizzarla come base per uno sparatutto multiplayer per i dispositivi iOS e Android. Scaricabile gratuitamente, il gioco adotta un modello freemium relativamente elastico ma che dà sfogo a inevitabili meccanismi pay-to-win.

Full Metal Monsters 1

Portando a termine i match e salendo di livello è possibile sbloccare nuove bestie e utilizzare due differenti tipi di valuta, virtuale e pregiata, per potenziarne le caratteristiche e migliorarne l'equipaggiamento; tuttavia chi decide di investire delle somme di denaro reale può accedere fin da subito ai dinosauri e alle armi più potenti, facendo valere questo concreto vantaggio una volta in campo. Le partite si svolgono all'interno di un set di mappe di piccole dimensioni, con un buon numero di oggetti e mura dietro cui ripararsi, nonché regole che determinano la vittoria di una squadra sia nel caso si sia totalizzato un punteggio di conquista maggiore, sia nel caso siano stati eliminati tutti gli avversari. I team sono composti da cinque partecipanti e il matchmaking appare molto rapido, mantenendo l'esperienza godibile in tutte le occasioni e senza manifestare problematiche legate in qualche modo alla latenza.

Dinosauri, controlli e gameplay

Tra i punti di forza di Full Metal Monsters va senz'altro citato il gran numero di dinosauri che compongono il roster: ce ne sono più di trenta, divisi in tre classi differenti e dotati di caratteristiche man mano migliori, nell'ottica di una progressione che sblocca creature più potenti di pari passo con la nostra personale crescita. Le bestie possono equipaggiare due armi e vantano un design riuscito, di stampo cartoonesco, che però si scontra con ambientazioni piuttosto generiche e poco ispirate. Insomma, dal punto di vista tecnico si poteva fare di più, ma non è detto che con i prossimi aggiornamenti la situazione non migliori: il gioco è ancora alla versione 0.7.5, si tratta dunque di un cantiere aperto, alla ricerca di un'ampia community che possa macinare numeri di tutto rispetto. Operazione questa che però deve avvenire anche portando avanti una fase di ascolto molto attenta a individuare eventuali criticità.

Full Metal Monsters 3

Se infatti il sistema di controllo touch funziona decisamente bene, grazie ai due stick analogici virtuali riposizionabili e a pulsanti molto chiari, grandi e ben distanziati che consentono di effettuare lock-on, aprire il fuoco e ricorrere al salto (manovra soggetta a cooldown), le meccaniche che regolano il gunplay non risultano altrettanto brillanti e rendono purtroppo l'esperienza un po' troppo banale, priva di sfida e di carattere. Se consideriamo il palese rischio di situazioni pay-to-win accennato in precedenza, è chiaro come tutto il progetto possa facilmente deragliare laddove non venga garantito un bilanciamento puntuale nell'abbinamento degli utenti. Per il momento le cose funzionano abbastanza bene in tal senso, magari qualche filtro è già attivo, ma il rischio permane e va ovviamente considerato se volete investire il vostro tempo con Full Metal Monsters.

Versione testata
iPhone (0.7.5)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

6.8

Lettori (3)

9.0

Il tuo voto

Full Metal Monsters è uno sparatutto competitivo mobile dotato di un grande potenziale che però, in questo momento, rimane per lo più inespresso. L'idea di organizzare match cinque-contro-cinque in cui grossi dinosauri cavalcati da piloti umani e armati di tutto punto si scontrano fra di loro è chiaramente suggestiva e sulle prime funziona, anche grazie a un sistema di controllo touch preciso e affidabile. Tuttavia il rischio che l'esperienza si trasformi in un mero pay-to-win e un'eccessiva semplificazione del gunplay limitano fortemente la godibilità del gioco, che speriamo trovi con i prossimi aggiornamenti un migliore equilibrio e non un'ulteriore enfatizzazione di aspetti così poco piacevoli.

PRO

  • Un gran numero di dinosauri
  • Ottimi controlli touch
  • Matchmaking veloce e robusto

CONTRO

  • Meccaniche sparatutto troppo semplici
  • Tanti elementi pay-to-win
  • Tecnicamente si muove fra alti e bassi