Get Packed: la recensione del party game per Google Stadia

La recensione di Get Packed, party game a tema traslochi sviluppato da Moonshine Studios e disponibile in esclusiva per Google Stadia

RECENSIONE di Rosario Salatiello   —   17/05/2020
9

Quante sono le probabilità di vedere uscire due giochi dedicati ai traslochi a distanza di poco tempo l'uno dall'altro? Pochissime, direte giustamente voi, eppure ci ritroviamo a scrivere la recensione di Get Packed a neanche un mese di distanza da quella di Moving Out. Sviluppato da Moonshine Studios, Get Packed si presenta sulla carta esattamente come il titolo pubblicato da Team17: un party game che richiama lo stile di Overcooked, dove però l'obiettivo dei giocatori è quello di sgombrare case, uffici e tutto quant'altro i clienti chiedono, con l'obiettivo di massimizzare le proprie prestazioni in ogni livello per ottenere il top della valutazione. L'occasione offerta da Get Packed è stata dunque propizia per sfruttare l'esperienza da svuotacantine che avevamo accumulato con Moving Out in precedenza: andiamo a vedere che cosa ne è venuto fuori.

Get Packed 02

Modalità e gameplay: ideale per la famiglia

Con la modalità campagna di Get Packed i ragazzi di Moonshine Studios ci portano in quel di Ditchlington, una cittadina che si trova su una miniera di sale. Accecato dai guadagni, il sindaco decide di vendere tutto alla società Industrial Salt Co., che costringe così gli abitanti di Ditchlington ad abbandonare le loro case. Ad aiutarli ci sono naturalmente i protagonisti del gioco, prima che però le cose prendano una piega singolare e da semplici traslochi si passi a svolgere altri tipi di attività. Il modo in cui la storia ci viene raccontata dagli sviluppatori è molto carino, e dobbiamo dire di esserci in un certo qual modo appassionati a essa anche se ovviamente non è questo l'aspetto principale di Get Packed.

La modalità campagna viene accompagnata da altre due tipologie di gioco, una classica di tipo versus e una denominata invece Destruction, all'interno della quale l'obiettivo non è quello di portare via gli oggetti presenti nei locali ma di distruggerli, provocando quanti più danni possibile. Tornando alla modalità principale, i giocatori devono cercare di caricare sul camion che si trova all'esterno dell'edificio quanti più oggetti possibili, accontentando alcune richieste particolari per ottenere un bonus sulla valutazione finale del livello effettuata col solito metro delle stelline. Ogni livello presenta una sua caratteristica, legata spesso anche a un particolare ostacolo destinato a metterci i bastoni tra le ruote mentre tentiamo di riempire il camion trasportatore.

Anche se sulla carta Get Packed assomiglia a Moving Out, le differenze nel gameplay si fanno notare abbastanza presto. La scelta di Moonshine Studios è infatti stata quella di puntare tutto sul verificarsi di situazioni al limite dell'assurdo, che si vengono a creare grazie al design dei personaggi volutamente creati con arti più lunghi del normale. Associando questo alla possibilità di poter prendere qualsiasi oggetto con una sola mano, compresi i più ingombranti, gli sviluppatori hanno dato vita a un gioco che riesce per ovvie ragioni a dare il meglio di sé quando è giocato da tutti e quattro i giocatori che è possibile controllare. Anche se Get Packed offre un sistema di matchmaking, il nostro consiglio è quello di giocare insieme ai propri familiari insieme sul divano, o al limite coi propri amici via Internet grazie alla possibilità di invitare i contatti presenti su Google Stadia nella partita.

La collaborazione tra giocatori di fatto non esiste se non per quanto riguarda la valutazione finale, ma siamo pronti a scommettere che vi sganascerete dal ridere quando capiteranno situazioni assurde come quella che prevede la possibilità di chiudere un altro giocatore nel camion in partenza con gli oggetti sgombrati. In termini di gameplay, insomma, Get Packed funziona e diverte come ci si aspetterebbe, ed è un aspetto non da poco.

Grafica e sonoro: Google Stadia promosso

Per chi vi scrive le sessioni di gioco con Get Packed hanno rappresentato anche i primi passi all'interno dell'ecosistema di Google Stadia. Non avendo quindi altri parametri di paragone ci limitiamo in questo momento ad apprezzare l'esperienza col servizio di cloud gaming, praticamente senza sbavature nel gestire gli aspetti legati al titolo di Moonshine Studios.

Trattandosi di un party game, la possibilità di saltare immediatamente a bordo con un PC neanche troppo recente collegato alla televisione del salotto per giocare in quattro è naturalmente un plus di cui tenere conto. L'alternativa è rappresentata da Chromecast, ma in questo caso si va un po' più sul costoso vista la necessità di usare il controller di Google Stadia (prezzo 69 euro) per giocare. In termini tecnici Get Packed non offre livelli di dettaglio particolarmente elevati, e si fa apprezzare soprattutto per l'attenzione riposta nella gestione della fisica e delle articolazioni dei suoi protagonisti. Nel fruire del servizio cloud non abbiamo notato nessuna sbavatura. Nulla di particolare da segnalare infine sul sonoro, senza infamia e senza particolare lode.

Get Packed 01

Commento

Prezzo
19,99 €
Multiplayer.it

7.5

Lettori (1)

9.1

Il tuo voto

Concludiamo la recensione di Get Packed dicendo che se siete alla ricerca di un pretesto per provare Google Stadia, questo gioco può fare senza dubbio al caso vostro. L'esperienza di gioco in gruppo messa insieme da Moonshine Studios funziona nel suo modo di accentuare le dinamiche frenetiche di Overcooked e simili, rendendo esilaranti soprattutto le partite giocate insieme ad altre persone. È comunque possibile completare la campagna e giocare da soli, ma non aspettatevi la stessa dose di divertimento.

PRO

  • Diverse idee carine
  • Servizio cloud senza sbavature
  • Divertente sin dalle prime battute
CONTRO
  • Giocandolo da soli si perde parecchio
  • Poca collaborazione tra giocatori