Huawei Nova 5T, la recensione

L'ultimo medio gamma di Huawei è uno smartphone interessante ed equilibrato, che però sa un po' troppo di già visto

RECENSIONE di Andrea Palmisano   —   18/11/2019
7

Spesso ci è capitato di riferirci ad una parte di smartphone Android definendoli "tutti uguali": vuoi per l'aspetto in moltissimi casi omologato agli standard imposti dall'industria attuale, vuoi per schede tecniche per buona parte sovrapponibili, sta di fatto che è effettivamente complicato in certe situazioni distinguere alcuni modelli tra di loro. Huawei Nova 5T è forse la rappresentazione plastica di quanto appena detto, dal momento che è la copia quasi identica di Honor 20, brand appartenente come in molti sapranno allo stesso colosso cinese. Quale dovrebbe essere quindi il senso di un nuovo smartphone che debutta ora sul mercato, praticamente uguale ad un altro già disponibile dallo scorso giugno? Cerchiamo di capirlo assieme nella nostra recensione.

Huawei Nova 5T 3

Aspetto e display

In realtà è inutile girarci tanto attorno, visto che la motivazione è prettamente commerciale e di sfruttamento al massimo di un progetto comunque ben riuscito: Honor 20 è infatti stato uno dei prodotti più apprezzati dell'anno, ragion per cui c'è comunque una base molto solida da cui partire. C'è inoltre un fattore tutt'altro che marginale: il prezzo di listino è infatti di 429,90€, contro i 499€ del gemello Honor, che però attualmente si può facilmente trovare attorno ai 350-380€ visto il tempo trascorso dall'uscita. Bisognerà quindi attendere qualche settimana affinché entrambi i terminali si collochino su cifre simili, rendendo il confronto più sensato. Va detto che al momento, e fino al 24 novembre, comprando lo Huawei tramite una promozione si potrà ottenere in omaggio anche le cuffie Freebuds Lite (valore 80-90€), una cover e una felpa capsule Collection, rendendo quindi il pacchetto più interessante. Chiusa la parentesi, possiamo quindi concentrarci sulle caratteristiche effettive di questo nuovo modello Huawei, che a livello estetico ovviamente non inventa granché: l'area frontale è occupata quasi interamente dal grande display da 6.26" con risoluzione 2340x1080, mentre il retro presenta una superficie liscia interrotta solo dal corpo fotografico, collocato nell'angolo alto a sinistra. Tra i soliti tasti, prese USB tipo C, carrello Dual SIM e griglie degli speaker rappresenta una soluzione piuttosto originale la collocazione del sensore di impronte, messo proprio sulla stessa cornice laterale, e che funge anche da tasto per l'accensione. Un posizionamento intelligente e pratico, che non compromette in nessun modo rapidità di sblocco, precisione e affidabilità. Ovviamente c'è anche la possibilità, per chi lo preferisse, di scegliere il riconoscimento del volto, che però ha un fattore di sicurezza inferiore. Manca invece purtroppo il jack audio da 3.5mm, elemento da tenere in conto per coloro che sono soliti usare cuffie a filo. Lo speaker è mono, ma comunque capace di garantire un buon volume e un suono piuttosto pulito in vivavoce. Le dimensioni sono piuttosto generose, come è ovvio avendo uno schermo oltre i 6 pollici: 73.97 x 154.25 x 7.87 mm per 174 grammi, praticamente identiche all'Honor 20. La batteria è di 3750 mAh, qualcosa in meno rispetto alle proposte di alcuni dei concorrenti diretti; restiamo comunque su valori di autonomia ottimi grazie al processore molto poco energivoro, e arrivare a fine giornata non dovrebbe rappresentare un problema per nessun utente, mentre chi ne fa un uso leggero può addirittura puntare ai due giorni. Incluso nella confezione c'è poi un caricabatterie a carica rapida, che garantisce circa il 50% di autonomia in mezz'ora.

Huawei Nova 5T 1

Approfondiamo ora il discorso sullo schermo, che come già anticipato è un pannello 6.26" con tecnologia IPS LCD. La scelta di non montare un OLED è ovviamente strategica per evitare di sovrapporsi e infastidire altri smartphone Huawei dal prezzo superiore, ciò nonostante è chiaro che sul mercato esistono diversi prodotti su queste cifre che invece equipaggiano un OLED. Il peso che questo elemento riveste nella valutazione complessiva è ovviamente soggettivo, ma sarebbe sciocco non ritenere il display un punto debole all'interno del pacchetto di Nova 5T. Detto questo, sia ben chiaro: l'LCD montato è tutt'altro che scadente, al contrario è contraddistinto da colori ben tarati e una gamma cromatica ampia, una saturazione corretta e una luminosità ottimale per renderlo pienamente leggibile anche sotto la luce diretta. Bella la soluzione alternativa al notch, che in questo caso diventa un piccolo foro circolare nell'angolo alto a sinistra dello schermo: un posizionamento periferico che rende veramente piacevole l'uso dell'area del display quasi al 100%, praticamente senza interruzioni.

Huawei Nova 5T 4

Scheda tecnica

La scheda tecnica di Huawei Nova 5T parla di un processore Kirin 980 + 6GB di RAM e 128GB di archiviazione non espandibile, anche qua uguale in tutto e per tutto all'Honor 20. Complice il buon lavoro di ottimizzazione e la maturità dell'EMUI 9.1, tutto scorre via veloce e fluido senza nessun tipo di tentennamento, anche con applicazioni pesanti e multitasking spinto. Il Kirin 980 non si può propriamente definire recentissimo, visto che ha fatto il suo debutto oltre un anno fa e che da poco è uscito il successore, il 990, mentre si inizia a parlare già del Kirin 1000 a 5nm. Se quindi non è un processore nuovissimo, il Kirin 980 è comunque ancora oggi pienamente in grado di rispondere alle necessità della stragrande maggioranza degli utenti. Il connubio con la GPU Mali G-76 consente poi di tenere testa anche ai videogiochi più impegnativi, come il "solito" Asphalt 9 o l'ottimo Call of Duty che girano fluidi e senza incertezze. Molto completa la connettività con Bluetooth 5.0, NFC, LTE e porta infrarossi. L'impianto fotografico invece può contare su quattro obiettivi, il principale da 48MP e il grandangolare da 16 + un 2MP per la profondità e un altro 2MP macro, esattamente come su Honor 20. Il passaggio dal principale a grandangolare è piuttosto visibile ed evidente, e malgrado i risultati tra loro siano simili, è avvertibile una certa differenza nei colori e nella luminosità. Gli scatti più in generale sono buoni, non ottimi, e come spesso accade i risultati migliori si ottengono in buone condizioni di luce. L'intelligenza artificiale fa un buon lavoro per compensare alcuni limiti, ma in certe situazioni appare fin troppo invasiva. La registrazione video raggiunge i 4k a 30fps, i risultati sono anche in questo caso buoni anche se la stabilizzazione non è impeccabile. La selfie cam infine è una 32MP, più che appropriata per lo scopo a cui è dedicata.

Huawei Nova 5T 6

Dove si ritrova qualche differenza rispetto all'Honor 20 è nella personalizzazione di Android, che sul gemello poggiava ovviamente sulla Magic UI 2.1 mentre in casa Huawei c'è la sempre valida e rodatissima EMUI 9.1 con patch di sicurezza al 1 settembre. In realtà all'atto pratico, nome e marchio a parte, ci sono davvero pochi elementi di distinzione tra le due offerte, cosa peraltro piuttosto comprensibile vista la identica origine. Visto che si parla di Huawei, merita sottolineare come il Nova 5T sia uno smartphone certificato Google e possa quindi avere la garanzia sia di Play Store e di tutte le applicazioni della casa di Mountain View, sia del supporto futuro. Inoltre è già assicurato l'arrivo della EMUI 10 con Android 10, che dovrebbe finalmente portare qualche novità alla personalizzazione di Huawei e risolvere alcuni dei limiti "storici", oltre a garantire una effettivamente necessaria rinfrescata grafica. Un ultimo appunto infine riguardo l'assenza di qualsivoglia certificazione IP, elemento abbastanza atipico.

Huawei Nova 5T 5

Commento

Prezzo 429 €

Multiplayer.it

7.8

Huawei Nova 5T è uno smartphone equilibrato, senza evidenti difetti e che può contare sull'ottimo, seppur non freschissimo Kirin 980 e su una autonomia davvero notevole. Il problema principale sta nel fatto di essere praticamente identico all'Honor 20 uscito la scorsa estate, con quest'ultimo che attualmente si può trovare sul mercato ad una cifra inferiore rispetto al Nova 5T. Se lo sfruttamento di un progetto riuscito è quindi perfettamente legittimo da parte di Huawei, è inevitabile che per il consumatore finale la scelta di questo smartphone debba passare attraverso alcune analisi importanti, non ultima l'agguerritissima concorrenza in questa fascia di prezzo.

PRO

  • Buona estetica e ottimo assemblaggio
  • Scheda tecnica equilibrata
  • Ottima autonomia
CONTRO
  • Quasi identico a Honor 20, che costa meno
  • Display LCD
  • Fotocamere solo discrete