Mortal Kombat 11 Ultimate, la recensione della versione PlayStation 5

Ultimate amplia Mortal Kombat 11, permette il cross-play e insieme all'inevitabile aggiornamento tecnologico porta su PlayStation 5 il nuovo pacchetto personaggi con Rain, Mileena e Rambo.

RECENSIONE di Massimo Reina   —   11/12/2020
3

Da quando è passata nelle mani di NetherRealm Studios, la serie Mortal Kombat è ritornata finalmente ai livelli che gli competono, riuscendo a mantenere negli anni quei valori produttivi da tripla A che l'hanno contraddistinta da allora fino ai giorni nostri. Qualità abbastanza rare nell'ambito del genere picchiaduro a incontri, non a caso a distanza di un anno dalla sua uscita, l'ultimo capitolo fresco vincitore ai recenti Game Awards, che rappresenta probabilmente la summa qualitativa di questo nuovo percorso, continua a suscitare un forte interesse sia nel pubblico di appassionati che in quello composto da giocatori più casual.

Uno dei motivi che ha spinto lo sviluppatore a realizzare una nuova edizione speciale anche per PlayStation 5 e Xbox One Series X|S intitolata Mortal Kombat 11 Ultimate, che oltre a un sensibile aggiornamento tecnologico, introduce il supporto al cross-play tra giocatori su console current-gen e last-gen, e tutti i DLC rilasciati fino a oggi, a cominciare da Aftermath, fino a tutti i 37 lottatori, compresi i recenti Rain, Mileena e Rambo, presenti in precedenza nel Kombat Pack 2.

Kosmetica

Mortal Kombat 11 Ultimate, lo avrete capito dall'introduzione, è di fatto la versione definitiva del gioco di NetherRealm Studios. Pertanto, senza dilungarci troppo nella descrizione delle modalità e delle sfaccettature più sottili della produzione Activision, per le quali vi rimandiamo alla recensione della versione originale, andiamo subito al nocciolo della questione, ovvero alle sue peculiarità. A livello strettamente visivo, Mortal Kombat 11 Ultimate mantiene inalterate tutte le sue qualità intrinseche, presentando una cosmesi che non lascia spazio a eccessivi rimpianti nonostante non ci sia quello stacco netto con la passata generazione di console.

Mortal Kombat 11 Ultimate Pack 2 06

Quasi inalterati gli eccellenti modelli poligonali dei personaggi su schermo, particolareggiati e forniti di set di animazioni fluide e verosimili, il titolo appare visivamente comunque più definito, più pulito con la risoluzione dinamica 4K, e con un sistema di luci ed effetti particellari che sembrano esaltarsi grazie alla potenza hardware di PlayStation 5. Perfino gli scenari, già in partenza ben caratterizzati e definiti, guadagnano ovviamente in profondità e dettagli grazie all'HDR, che come risaputo consente di visualizzare una gamma più ricca di colori, bianchi più luminosi e neri molto profondi. Il tutto viene corroborato dall'eccellente solidità del framerate, praticamente inchiodato sui sessanta frame al secondo, senza mai un'incertezza.

Mortal Kombat 11 Ultimate Pack 2 04

Per quanto riguarda il comparto audio, nulla da eccepire per quanto riguarda gli effetti e l'accompagnamento musicale, con brani in grado di seguire adeguatamente l'evolversi dei vari incontri. Encomiabile poi il lavoro svolto sul doppiaggio italiano, per larga parte ben recitato anche durante i combattimenti. Se vogliamo quindi trovare una pecca della versione PlayStation 5 dobbiamo guardare alla mancata valorizzazione delle funzionalità esclusive di DualSense. Da questo punto di vista è un peccato che, ad esempio, non siano stati sfruttati i grilletti adattivi per trasmettere, a seconda della mappatura, la sensazione di peso quando si effettua un blocco o una presa, o il feedback aptico per "sentire" un colpo ben assestato, dato o ricevuto.

Fatality next-gen

Nella nostra disamina del titolo targato NetherRealm Studios non ci siamo ovviamente dimenticati del gameplay, o meglio, degli "effetti" su questo aspetto del gioco nel passaggio a un hardware più performante. In tal senso c'è da dire che se la giocabilità è quella di sempre, bella, profonda, varia, con le devastanti X-Ray, le Brutality per mutilare l'avversario ormai annichilito, le Crushing Blows e le Friendship, è anche vero che in questa edizione si avvantaggia del "salto generazionale", grazie alla potenza della console, che garantisce al gioco una maggiore fluidità. Non che di base Mortal Kombat peccasse in questo senso, ma su PlayStation 5 risulta comunque tutto molto più scorrevole e "rapido" a 60Fps, con tempi di caricamento ridotti all'osso.

Mortal Kombat 11 Ultimate Pack 2 03

Con questo Mortal Kombat 11 Ultimate, lo abbiamo anticipato nell'introduzione, diventano disponibili anche tre nuovi eroi per tutte le sessioni di gioco. Il primo è Rain, figlio illegittimo del dio Argus, il Protettore di Edenia: si tratta di un personaggio versatile, con i suoi potenti attacchi e la sua capacità di coprire le distanza con facilità grazie ai poteri dell'elemento acqua, che lo rendono più simile idealmente a Raiden che agli altri ninja del roster. Il secondo, Mileena, è una lottatrice "fisica", aggressiva: i suoi pugnali Sai e il potere del teletrasporto forniscono alcune opzioni strategiche che possono renderla estreamente pericolosa in ogni tipo di attacco. Il terzo, infine, è una delle figure iconiche del cinema mondiale, ovverosia John Rambo. L'ex reduce del Vietnam non squilibra i rapporti all'interno del roster, ma è capace di essere pericoloso sia dalla media che dalla lunga distanza, in particolare grazie al suo AK-47 e al potente arco.

Mortal Kombat 11 Ultimate Pack 2 05

Per quanto riguarda l'online, infine, si registra una novità importante, ovverosia la possibilità di poter utilizzare le varianti personalizzate dei personaggi anche per le modalità multigiocatore competitive, sia classificate che tornei. Fino a oggi, nel gioco competitivo, i videogamer potevano usare solo due varianti pre-impostate per ogni personaggio. Un'introduzione parecchio interessante, perché insieme alla funzione Krossplay, per ora limitata agli utenti PlayStation-Xbox current-gen e last-gen in partite casuali e stanze online designate (che funzionano abbastanza bene a livello di netcode e matchmaking), arricchisce l'esperienza del gioco multiplayer e, almeno sulla carta, rende ancora più incerti e differenti i combattimenti contro gli avversari umani. Anche se la funzione ha bisogno di essere testata nel lungo termine.

Commento

Versione testata
PlayStation 5
Digital Delivery
PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo
59,99 €
Multiplayer.it

9.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Mortal Kombat 11 Ultimate è un'edizione imperdibile per tutti gli amanti della serie, e in generale dei picchiaduro a incontri. In attesa di un capitolo appositamente realizzato per la next-gen, infatti, questo titolo è in grado di soddisfare gli appassionati sotto tutti i punti di vista: tutti i personaggi, lo scenario Aftermath per la modalità Storia e tutti i DLC fin qui rilasciati sulla old-gen, ampliano notevolmente la parte contenutistica; la risoluzione dinamica 4K, la grafica migliorata e i tempi di caricamento ridotti, migliorano la grafica e la giocabilità. Se poi ci aggiungiamo la possibilità di usare le varianti personalizzate anche per il gioco competitivo, il quadro è completo.

PRO

  • Tutti i contenuti e i combattenti di MK11 in un unico pacchetto
  • Caricamenti velocissimi
  • Giocabilità come sempre fantastica, corroborata da un'ottima fluidità
  • Le varianti personalizzate anche nel competitivo
  • La funzione Krossplay arricchisce l'esperienza multiplayer...
CONTRO
  • ... anche se per ora mancano gli utenti Nintendo Switch, Google Stadia e PC
  • Non sfrutta le funzioni caratteristiche del DualSense
  • Nulla di particolarmente eclatante rispetto all'edizione PS4