Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, recensione dell'avventura di Abe su Xbox

L'ultima avventura di Abe torna con un'edizione migliorata e arricchita, al debutto anche su Xbox: la recensione di Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   01/12/2021
16

A quasi sette mesi dall'uscita su PC e PlayStation, Oddworld: Soulstorm approda anche su Xbox e lo fa nell'ambito di un'edizione migliorata, che prova a sistemare alcune delle problematiche ben evidenti a chi si è cimentato con la versione originale dell'avventura, specie in termini di gameplay e bilanciamento della difficoltà. Anche per questo, l'aggiornamento è disponibile gratis per chi già possiede già il gioco sulle altre piattaforme.

Quello che ci siamo trovati fra le mani è dunque un prodotto per certi versi più rifinito e leggermente arricchito: completando la campagna è possibile sbloccare una piccola modalità sfida diversa a seconda della piattaforma (Vykkers Labs su Xbox, Toby's Escape su PC e PlayStation).

Motivi sufficienti a consigliare l'acquisto anche a chi aveva desistito in prima battuta? Scopriamolo nella recensione di Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition.

Storia

Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition,  il toccante incontro fra Abe e un Mudokon morente
Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, il toccante incontro fra Abe e un Mudokon morente

Senza dubbio l'aspetto più riuscito e interessante di questo remake, grazie all'eccellente qualità di sequenze in CG dirette in maniera magistrale, come del resto abbiamo sottolineato anche nella prima recensione di Oddworld: Soulstorm, la storia del gioco reinterpreta gli eventi dell'originale Oddworld: Abe's Exoddus utilizzando un tono oscuro e drammatico, che appare evidente fin dalle prime battute.

La sequenza di apertura vede un treno che si dirige a grande velocità verso le RaptureFarms, inseguito da un gruppo di droni che gli sparano contro. I Mudokon che lo hanno dirottato sono disperati e chiamano a gran voce Abe, che viaggia insieme a loro e che a quanto pare ha coordinato l'operazione, ma sembra fatalmente distratto dal misterioso oggetto che tiene in grembo.

Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, la veggente della tribù dei Mudokon avverte Abe del pericolo imminente
Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, la veggente della tribù dei Mudokon avverte Abe del pericolo imminente

Come si è arrivati a quella situazione esplosiva? Dopo gli eventi di Oddworld: New 'n' Tasty!, Abe era riuscito a liberare i Mudokon dalla prigionia dei Glukkon e a condurli in un luogo sicuro... fino a quel momento. L'eroe è restio ad accettare il ruolo di guida e di esempio per la sua gente ma, come gli dice la veggente della tribù, il tempo ormai è agli sgoccioli e non può permettersi incertezze.

Proprio allora il nascondiglio viene scoperto dai nemici e finisce in fiamme, costringendo il protagonista dell'avventura e i suoi compagni a fuggire in maniera disordinata. Abe non ha ancora chiaro il suo ruolo, ma l'incontro con un Mudokon morente, che ha attraversato il deserto con una grave ferita solo per consegnargli un oggetto speciale, gli fa capire che deve mettere da parte i dubbi e combattere.

Gameplay

Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, Abe seguito da alcuni Mudokon in uno degli scenari della campagna
Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, Abe seguito da alcuni Mudokon in uno degli scenari della campagna

Il gameplay di Oddworld: Soulstorm non è chiaramente cambiato in questa Enhanced Edition e si basa ancora fortemente su di un approccio trial & error che fortunatamente viene supportato da una certa abbondanza di checkpoint. Il protagonista deve saltare, arrampicarsi, muoversi silenziosamente in presenza di nemici, risolvere puzzle ambientali utilizzando il suo canto o i suoi compagni, nonché raccogliere risorse da utilizzare singolarmente o combinare grazie a un semplice sistema di crafting.

Si muore però parecchio, come detto, e il nodo centrale sta nella macchinosità dei movimenti di Abe, nonché nella lentezza e imprecisione delle sue interazioni con lo scenario, in contrapposizione a situazioni in cui vengono richieste invece prontezza e rapidità, pena la morte. Non potendo rivisitare da zero questa filosofia, gli sviluppatori hanno cercato in qualche modo di mitigare il grado di sfida e di rendere dunque meno punitive alcune sezioni: un po' come mettere un cerotto su di una ferita aperta, ma tant'è.

Il problema infatti rimane ed è piuttosto evidente: spesso i comandi non rispondono come dovrebbero, dando origine a game over ampiamente immeritati, perché viene chiesto al personaggio di eseguire azioni che stridono con la sua limitata mobilità. Quello che si vede sullo schermo è proprio il contrasto fra una nuova concezione action per la serie e un impianto che non può soddisfare tali pretese, se non appunto pagando un caro prezzo in termini di frustrazione.

Per fortuna, come detto, alcune cose sono state migliorate con la Enhanced Edition: sequenze che in precedenza apparivano davvero ostiche ora possono contare su danni inferiori o tempistiche più umane, e anche i compagni Mudokon ai nostri ordini sono diventati più scaltri. Allo stesso modo, i fastidiosi blocchi di alcuni nemici nelle loro ronde sono stati per gran parte risolti. Certo, sarebbe stato bello vedere anche un miglioramento delle interazioni.

Contenuti

Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, una delle sequenze in cui bisogna proteggere i Mudokon
Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, una delle sequenze in cui bisogna proteggere i Mudokon

In termini di contenuti c'è poco da rimproverare a Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, se consideriamo che i quindici (più due) livelli della campagna richiedono almeno una ventina di ore per essere completati e sono presenti ben quattro differenti finali, che si sbloccano in base al numero di Mudokon superstiti al termine di ogni missione.

La Enhanced Edition, come accennato in apertura, vanta inoltre una modalità sfida che si sblocca una volta conclusa la storia e che su Xbox è ambientata all'interno dei Vykkers Labs: uno scenario che i fan della serie ricorderanno senz'altro. La durata di questo contenuto extra è piuttosto ridotta, tanto che si presta bene alle speedrun ma esprime con ancora maggiore convinzione la filosofia trial & error che ritroviamo all'interno della campagna.

Grafica e sonoro

Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, Abe ci guarda sconsolato
Oddworld: Soulstorm Enhanced Edition, Abe ci guarda sconsolato

La grafica di questa nuova versione di Oddworld: Soulstorm non è ovviamente cambiata rispetto a quanto visto ad aprile, ma anche la realizzazione tecnica rientra fra gli aspetti che gli sviluppatori hanno cercato di rifinire, andando soprattutto a eliminare le incertezze del frame rate che si notavano al lancio. Su Xbox Series S abbiamo riscontrato qualche stutter di troppo che però dovrebbe essere stato sistemato con la patch del day one.

In generale ci si muove fra alti e bassi: le sequenze in CG sono davvero belle, come detto, mentre la qualità degli scenari è un po' altalenante: alcuni appaiono suggestivi, altri un po' troppo generici e talvolta sporchi nelle texture. Nulla da dire invece in merito allo stile dei personaggi, ben caratterizzati, mentre l'accompagnamento musicale si conferma piacevole ma essenziale.

Commento

Versione testata Xbox Series X
Digital Delivery Xbox Store
Prezzo 39,99 €
Multiplayer.it

7.5

Lettori (7)

7.2

Il tuo voto

Nella recensione originale di Oddworld: Soulstorm abbiamo scritto che si tratta di "un gran bel gioco con dei gran bei problemi", e tale concetto può essere tranquillamente ribadito per la Enhanced Edition, che conferma i tanti pregi ma anche gli evidenti limiti di questo remake. Se infatti alcune sequenze dell'avventura sono state rese meno difficili e si è provveduto a risolvere determinati inconvenienti con l'intelligenza artificiale, l'impianto trial & error e un sistema di controllo lento, macchinoso e impreciso contribuiscono a rendere l'esperienza inevitabilmente frustrante.

PRO

  • Cutscene, storia e personaggi memorabili
  • Gameplay leggermente più rifinito nella Enhanced Edition
  • Discretamente lungo, finali differenti e qualche extra
CONTRO
  • Controlli ancora poco precisi e reattivi
  • Tecnicamente si muove fra alti e bassi
  • La nuova modalità sfida è piuttosto breve