Super Robot Wars 30, recensione dello strategico con i robot giapponesi

Per celebrare i suoi trent'anni, lo strategico di Bandai Namco a base di robot giapponesi arriva ufficialmente in occidente: la recensione di Super Robot Wars 30

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   07/11/2021
54

Avevamo perso le speranze che Super Robot Wars potesse mai approdare ufficialmente anche in occidente: la serie creata da Banpresto nell'ormai lontano 1991 non è mai uscita dai confini nipponici, pare per una questione legata ai diritti relativi alle tante serie anime rappresentate nel gioco, ma a quanto sembra qualcosa è cambiato e l'ultimo episodio è uscito alcuni giorni fa su Steam.

Se non lo conoscete, immaginatelo come il crossover dei sogni per un appassionato di robot giapponesi: uno strategico a turni in cui è possibile controllare i vari Mazinger, Getter, Jeeg, Grendizer e l'intera flotta nagaiana, insieme ai real robot rappresentati dall'enorme universo di Gundam e alle produzioni più disparate: da Zanbot 3 a Daitarn 3, da Godsigma a Daltanious, da Combattler V agli Eva.

Super Robot Wars 30, il potentissimo Mazinkaiser pilotato da Koji Kabuto
Super Robot Wars 30, il potentissimo Mazinkaiser pilotato da Koji Kabuto

Il franchise nel corso degli anni è stato appannaggio esclusivo di chi si serviva presso il mercato parallelo o faceva ricorso agli emulatori (praticamente l'unico modo per recuperare, ai tempi, i primi capitoli), raggiungendo l'apice su PlayStation per poi attraversare una fase di sostanziale rifinitura tecnica ma anche un progressivo svecchiamento dei brand coinvolti.

Un percorso che ci porta oggi alla recensione di Super Robot Wars 30, come detto il primo episodio a debuttare in via ufficiale anche in occidente, quantomeno nella sua edizione per PC su Steam. Come se la passa la serie dopo oltre trent'anni e ben quarantotto iterazioni? Scopriamolo insieme.

Storia

Super Robot Wars 30, Koji e Ryoma parlano fra una missione e l'altra
Super Robot Wars 30, Koji e Ryoma parlano fra una missione e l'altra

Come ben sanno i fan di Super Robot Wars, la storia raccontata nei vari episodi, ovviamente non canonica rispetto alle serie coinvolte, assume che i robot presenti nel gioco e i rispettivi piloti appartengano in qualche modo al medesimo universo o facciano la propria comparsa attraverso varchi dimensionali.

Quest'ultimo capitolo non fa eccezione, riducendo in maniera sostanziale le schiere dei cosiddetti Original di Banpresto, ovverosia i real robot (quelli più "realistici" in stile Gundam, veloci e agili ma poco resistenti e meno potenti rispetto ai super robot classici) che svolgono ruoli centrali nell'ambito della trama, e riducendoli a un'unica unità presentata nelle prime fasi della campagna.

Super Robot Wars 30, l'Huckebein 30 è il robot originale pilotato dal protagonista della storia
Super Robot Wars 30, l'Huckebein 30 è il robot originale pilotato dal protagonista della storia

Partendo alla volta di una missione per salvare il mondo a bordo di un'enorme nave spaziale controllata da un gruppo di studenti, concept che riprende in maniera palese l'incipit di Mobile Suit Gundam, incontreremo man mano nuovi alleati fino a costituire un piccolo esercito che ci obbligherà di battaglia in battaglia a selezionare i robot che vogliamo utilizzare e quelli che invece lasceremo nell'hangar.

Come accennato in apertura, tuttavia, il franchise ha subito nel corso degli anni un processo di svecchiamento che vediamo all'opera anche in Super Robot Wars 30. Ecco dunque che i personaggi creati da Go Nagai (che peraltro ha disegnato il logo del gioco) sono sì presenti ma nella recente interpretazione Infinitism (peraltro senza Grendizer e Jeeg), affiancati da new entry come Gridman, J-Decker, Gaogaigar, Code Geass e Knight's & Magic.

Super Robot Wars 30, il Great Mazinger versione Infinity lancia il Thunder Blast
Super Robot Wars 30, il Great Mazinger versione Infinity lancia il Thunder Blast

Il gioco ha soltanto i sottotitoli in inglese, il che rende inevitabilmente pesanti i tantissimi dialoghi in stile visual novel fra i vari protagonisti, che tuttavia rappresentano narrativamente la forza del brand grazie all'abbondante fanservice. Assistere infatti alle interazioni fra i vari Koji Kabuto, Ryoma Nagare, i piloti di Combattler V e quelli di Gundam vale il prezzo del biglietto per gli appassionati.

In termini di interfaccia, è possibile far avanzare i testi rapidamente cliccando con il mouse oppure utilizzando il controller, o ancora selezionare una fra tre velocità di scorrimento disponibili per completare il più velocemente possibile queste fasi, laddove si abbia già abbondante esperienza con tali dinamiche e si preferisca concentrarsi sull'azione vera e propria.

Contenuti

Super Robot Wars 30, le unità rilasciate sul campo di battaglia di una missione
Super Robot Wars 30, le unità rilasciate sul campo di battaglia di una missione

La campagna di Super Robot Wars 30 presenta due differenti percorsi, ognuno con oltre venti missioni a cui però si aggiungono numerosi incarichi secondari, la cui struttura varia in base alle scelte effettuate in precedenza. È inoltre possibile acquistare un Season Pass che andrà ad arricchire ulteriormente l'offerta con nuovi robot e nuovi scenari.

Rispetto ai precedenti episodi, gli sviluppatori hanno introdotto la possibilità di scegliere appunto come muoversi fra le varie missioni, evidenziando quelle più importanti e indicando i valori relativi alla difficoltà ma dandoci modo di decidere quali affrontare prima anziché seguire un percorso assolutamente lineare.

Super Robot Wars, lista delle serie rappresentate nel gioco

Super Robot Wars 30, il tokusatsu Gridman è una delle new entry
Super Robot Wars 30, il tokusatsu Gridman è una delle new entry

  • Super Electromagnetic Robot Combattler V
  • Mobile Suit Gundam
  • Mobile Suit Z Gundam
  • Z-MSV
  • Mobile Suit Gundam Char's Counterattack
  • M-MSV
  • Mobile Suit V Gundam 
  • Mobile Suit Gundam NT (Narrative)
  • Heavy Metal L-Gaim
  • The Brave Police J-Decker
  • The King of Braves GaoGaiGar FINAL
  • The King of Kings: GaoGaiGar VS Betterman
  • Code Geass: Lelouch of the Rebellion III - Glorification
  • Code Geass Lelouch of the Re;surrection
  • Getter Robo Armageddon
  • Mazinger Z: Infinity
  • Mazinkaiser (INFINITISM)
  • Magic Knight Rayearth
  • Gun X Sword
  • Majestic Prince
  • Knight's & Magic
  • SSSS.GRIDMAN

Gameplay

Super Robot Wars 30, l'interfaccia mostra le caselle che possiamo raggiungere in un turno
Super Robot Wars 30, l'interfaccia mostra le caselle che possiamo raggiungere in un turno

Capace di vivere e prosperare (quantomeno in patria) per trent'anni grazie all'attrattiva rappresentata dai robot presenti nel gioco, senza doversi preoccupare troppo di rinnovare in alcun modo la propria formula, Super Robot Wars si presenta all'appuntamento col trentennale in una forma che non differisce più di tanto rispetto alle origini.

L'impianto strategico è infatti quello che i fan della serie conoscono bene, che enfatizza posizione e gestione dei turni, molto semplice nelle sue meccaniche ma con alcune facilitazioni che permettono di procedere più rapidamente, o addirittura di utilizzare specifiche abilità (vedi ad esempio il Flash, ovverosia la capacità di schivare al 100% un attacco nemico) anche a turno completato: una vera e propria eresia rispetto ai capitoli più difficili della saga.

Nella maggior parte dei casi il nostro obiettivo sarà quello di eliminare tutti i nemici presenti all'interno della mappa, il che genera un inevitabile senso di ripetitività dell'azione. Durante il turno potremo muovere le unità ed eventualmente attaccare andando a scegliere la manovra in base all'energia residua del bersaglio o agli Spirit Points che ci rimangono, e che determinano appunto la capacità di eseguire determinate mosse.

In caso di difficoltà potremo chiuderci in una parata, riducendo i danni, o tentare la schivata dimezzando le probabilità di essere colpiti: un'evenienza concreta laddove il robot che controlliamo non debba essere sconfitto, pena il game over. Ci sono poi tutta una serie di bonus relativi al morale, le azioni EX e altro ancora che potremo eseguire posizionando le unità in un certo modo ed eliminando un certo numero di nemici.

Grafica e sonoro

Super Robot Wars 30, lo Shin Getter Dragon lancia un devastante Getter Beam
Super Robot Wars 30, lo Shin Getter Dragon lancia un devastante Getter Beam

Senza dubbio non il punto di forza del franchise, il comparto tecnico di Super Robot Wars 30 fa leva quasi unicamente sulle animazioni dei combattimenti, utilizzando per i dialoghi uno stile di disegno molto vicino a quello visto in svariate visual novel, con i tratti dei personaggi piuttosto sottili e la sensazione di trovarsi di fronte a un prodotto creato con un semplice editor.

Dicevamo però delle animazioni: quando eseguiamo un attacco, la visuale cambia e mostra i robot coinvolti nel combattimento che, a turno, eseguono le proprie mosse. Tali sequenze riproducono in maniera spettacolare ciò che si vedeva negli anime, dai pugni atomici ai raggi gamma, e hanno ormai acquisito una dinamicità notevole. Vi basti pensare che negli episodi classici gli sprite dei personaggi rimanevano fermi nella loro posa iniziale: un compromesso tecnico che solo i fan sfegatati potevano accettare.

Super Robot Wars 30, l'interfaccia che si attiva all'inizio di un combattimento e consente di scegliere quali azioni eseguire
Super Robot Wars 30, l'interfaccia che si attiva all'inizio di un combattimento e consente di scegliere quali azioni eseguire

Rimanendo in tema di fanservice, durante le missioni introduttive di determinati personaggi si può assistere a scene tratte dai relativi anime, che mostrano ad esempio la prima trasformazione. In ogni caso, quando utilizziamo un determinato robot viene riprodotto il suo tema musicale originale: una scelta anche qui votata a soddisfare i desideri gli appassionati, ma che in concreto non rende benissimo, visto che si passa rapidamente e continuamente da un brano all'altro.

Qualche parola infine per le regolazioni grafiche e i requisiti di sistema su PC: essendo Super Robot Wars 30 un titolo molto semplice, è possibile farlo girare anche su di un ultrabook con scheda video integrata, nel nostro caso un Huawei Matebook X, a patto di abbassare la risoluzione a 720p. Chiaramente chi dispone di una configurazione più prestante non avrà la minima difficoltà a far girare il titolo al massimo.

Requisiti di Sistema PC

Configurazione di Prova

  • Processore: Intel Core i5 10400
  • Scheda video: NVIDIA RTX 3070
  • Memoria: 16 GB di RAM
  • Sistema operativo: Windows 10

Requisiti minimi

  • Processore: Intel Core 2 Duo E6750, AMD Athlon 64 X2 6400+
  • Scheda video: NVIDIA GT 320, AMD HD 6670
  • Memoria: 4 GB di RAM
  • Storage: 15 GB di spazio richiesto
  • Sistema operativo: Windows 10

Requisiti consigliati

  • Processore: Intel Core 2 Quad Q9400, AMD Phenom II X3 720
  • Scheda video: NVIDIA GTX 9800, AMD HD 4870
  • Memoria: 4 GB di RAM
  • Storage: 15 GB di spazio richiesto
  • Sistema operativo: Windows 10

Commento

Versione testata PC Windows
Digital Delivery Steam
Prezzo 49,99 €
Multiplayer.it

7.2

Lettori (17)

8.0

Il tuo voto

Super Robot Wars 30 celebra i trent'anni di un franchise iconico per tanti appassionati di robot giapponesi, e lo fa nella maniera migliore: con una distribuzione ufficiale anche in occidente, sebbene limitata alla versione PC disponibile su Steam. Purtroppo sono passati i tempi degli episodi più ricchi dal punto di vista delle serie coinvolte, e così bisogna accontentarsi delle nuove versioni dei vari Mazinger e Getter, accompagnate da personaggi recenti e new entry, nonché da un netto depotenziamento degli OG. Allo stesso modo, il gameplay strategico della saga non si è evoluto più di tanto e anzi ha introdotto qualche concessione di troppo all'accessibilità. Il risultato finale è un titolo piacevole ma attempato e costosetto, che tuttavia non mancherà di entusiasmare chi non vede l'ora di guidare nuovamente in battaglia gli eroi della propria infanzia.

PRO

  • Finalmente Super Robot Wars anche da noi in forma ufficiale
  • Campagna ricca e duratura, una montagna di fanservice
  • Gameplay strategico semplice ma ancora godibile
CONTRO
  • Sono lontani i tempi degli episodi con tanti robot classici
  • La formula sente parecchio il peso degli anni
  • Tecnicamente modesto, prezzo poco invitante