The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu, la recensione della discussa espansione

L'espansione di The Sims 4 dedicata a Star Wars ha segnato l'insurrezione della community, ma davvero le motivazioni sono da ricercarsi in questo contenuto?

RECENSIONE di Giordana Moroni   —   08/09/2020
5

Indice

The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu arriva su PC e Console dovendo affrontare non poche turbolenze: le critiche rivolte dalla community verso l'espansione targata Star Wars sono poche ma chiare e dure. Abbiamo avuto modo di spolpare il nuovo game pack dopo un'approfondita prova nei giorni passati e in questo articolo vi avevamo fornito le nostre certezze e dubbi. Visto il breve lasso di tempo trascorso possiamo dirvi che i contenuti e meccaniche provate cinque giorni fa non sono cambiati quindi vogliamo sfruttare lo spazio di questa recensione per scavare più a fondo tra critiche e lamentele dei fan, per cercare di fornire un punto di vista più ampio sulla questione e illustrare, per quanto possibile, scenari futuri plausibili per la creatura di Maxis.

Perché la community è contro Viaggio a Batuu?

Dicevamo che le critiche espresse dai Simmer all'annuncio di Viaggio a Batuu sono state molto precise: "a noi, di Star Wars, non ce ne frega niente". Un'affermazione condita da un livore che non si può non ignorare, perché sono numerose le features inserite nel corso del tempo in The Sims 4 che ad oggi non hanno ricevuto degli adeguati fix, risultando manchevoli se non "rotte" in alcuni casi. Neonati che non siano dei meri oggetti con cui interagire, la resa inadeguata della carnagioni più scure o cartelle e stili più funzionali nel CAS. Il risultato non soddisfacente di alcuni elementi sommato alla mancanza di altri mai inseriti nel corso dei sei anni di vita di The Sims 4 (la mancanza dei tratti genetici dominanti e recessivi, segni zodiacali, ladri e antifurto...) e a una suddivisione più frammentata sia dei contenuti che del formato delle espansioni rendono questo Viaggio a Batuu davvero insostenibile.

Copy Of Ts4 Screens Bring Home Star Wars 1920 1080

Perché creare un'espansione che nessuno vuole, che nessuno ha chiesto, a fronte degli innumerevoli fix e mancanze che per la community avevano una priorità quasi emergenziale? Del resto i Simmer avevano parlato chiaro partecipando ad un sondaggio di Digital Spy, che chiedeva quali erano le aspettative per le espansioni di The Sims 4 nell'anno 2020. Al primo posto svettano gli hotel, seguiti dall'esperienza di vita scolastica, fattorie e auto; Star Wars figura in ben ventunesima posizione. Illustrata così la situazione verterebbe tutta nei confronti della community ma se è vero che per certi aspetti i fan sono assolutamente legittimati a formulare tali accuse, dall'altra si profila una realtà dei fatti a nostro giudizio un tantino più complessa dove le recriminazione dei Simmer talvolta mancano della giusta comprensione del contesto. Badate bene, chi sta scrivendo questa review è ben lungi dal voler prendere le difese di Electronic Arts ma al contempo, sente di voler fornire una visione forse più ampia della faccenda perché in tutto questo Viaggio a Batuu è la scintilla che ha acceso la discussione, ma non di certo la dinamite.

Copy Of Ts4 Screens Meetcharacters 4K 3840 2160

Mancano i fix

Iniziamo nel dire su che cosa i fan hanno ragione da vendere: i fix. Uno sviluppatore che si rispetti non può inserire dei contenuti in un gioco con pressapochismo, il fatto che una cosa "ci sia" non significa che "basti", deve esserci ed essere fatta anche bene... almeno, la teoria impone questo. Con l'arrivo di Viaggio a Batuu sono state in effetti sistemate alcune magagne del gioco, che potete trovare un riassunto in questa pagina dello sviluppatore, ma alcune problematiche rimangono, nonostante l'alacre lavoro di Maxis. Inserire i neonati non ha senso se poi questi sono ridotti alla stregua di un oggetto con cui interagire, come se fossero un telefono o una pentola. Stessa cosa vale per le tonalità di pelle: un gioco come The Sims, così basato sul poter esprimere il nostro io più profondo e discreto pioniere in questo, non può cascare su carnagioni scure con sottotoni grigi e verdi. Non si può, e se questo non si discute. Ma questo non c'entra nulla con Viaggio a Batuu perché Maxis avrebbe potuto dare priorità a qualsiasi altra espansione, anche le più richieste e gettonate ed essere comunque dalla parte del torto.

Mancano contenuti dei precedenti capitoli

Oltre alle features da aggiustare, a suscitare tumulti sarebbero anche alcune mancanze all'interno del gioco che, secondo la community, avrebbero dovuto avere la priorità rispetto ad un'espansione così accessoria come Viaggio a Batuu. Se sulla questione fix i fan hanno ragione da vendere, sulle features mancanti si apre una pagina ben più complessa perché se è vero che alcune caratteristiche potrebbero essere aggiunte con un po' di sforzo da Maxis ed essere rilasciate addirittura gratuitamente, ci sono al contrario cose che la community vuole e che, è giudizio di chi scrive, non potranno mai essere inserite.

Copy Of Ts4 Screens Lightsaber Training 1920 1080

"Ci hanno dato Star Wars ma non abbiamo ancora un mondo open world come The Sims 3". Questa è una delle lamentele più frequenti che si possono trovare in rete ultimamente ma è anche un perfetto esempio a sostegno della seguente teoria: la situazione è probabile non cambi, a prescindere dall'accoglienza di Viaggio a Batuu. Nonostante siano passati già sei anni, The Sims 4 accusa ancora pesantemente la mancanza di una comunicazione efficace del prodotto da parte di sviluppatore e produttore: la quarta iterazione del simulativo è nella forma e nello spirito completamente diversa dal core precedente. Se The Sims 3 era un'esperienza densa e ridondante, The Sims 4 è invece snello, ottimizzato e flessibile; da una parte un mondo organico e strutturato che guidava i giocatori dentro avventure narrative pre-costruite, dall'altra una gigantesca scatola dei giocattoli dove il limite è la fantasia. È un'impostazione totalmente diversa che non tutto il pubblico ha ancora concettualmente abbracciato e compreso e che, di conseguenza, setta delle aspettative insoddisfabili a prescindere dalle espansioni rilasciate.

The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu, la recensione della discussa espansione

Perché Star Wars?

Ultimo grande cruccio, forse quello che fa innervosire di più, è: perché proprio Star Wars? Non è strano per The Sims ospitare un'altra etichetta nel mondo dei Sim e integrarla nell'esperienza di gioco; già ai tempi di The Sims 2 i fan hanno avuto a che fare con H&M e Ikea, per il quarto è già stato pubblicato uno staff pack dedicato alla linea d'abbigliamo Moschino. I più smaliziati ci sono già arrivati da tempo ma è bene non dare nulla per scontato anche perché non è strano trovare giocatori super appassionati di The Sims ma che al contempo non hanno esperienza con altri videogiochi o che semplicemente non sono aggiornati sulla cronaca del mondo gamig.

The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu, la recensione della discussa espansione

Electronic Arts e Walt Disney hanno firmato, nella primavera 2013, un accordo pluriennale che consente al produttore di videogiochi di sviluppare titoli su licenza utilizzando il marchio Star Wars: da quel momento fino ad oggi tutti i team di proprietà di EA (tranne BioWare) hanno sviluppato diversi giochi a tema. Una storia però piena di brutti incidenti e storie che molti di noi preferirebbero dimenticare, come la chiusura definitiva di Visceral Games o tutto il dramma delle lootbox di Star Wars: Battlefront 2. È chiaro che da questo onere nemmeno Maxis poteva sottrarsi e anzi, come avevamo già detto nel nostro provato, siamo genuinamente stupiti che l'integrazione di Star Wars non sia arrivata prima. Probabilmente le brutte esperienze passate hanno fatto comprendere a EA che sì, è giusto ritornare dell'investimento fatto sulle licenze, però c'è modo e modo di farlo. A costo di ripeterci poi Viaggio a Batuu non si configura nemmeno come un'operazione di money-grabbing selvaggio perché al netto del tema affrontato, la quantità di contenuti presenti in un pacchetto da venti euro è notevole. Quello che può sembrare quindi una spiacevole presa in giro si configura nel complesso come un trattamento tutt'altro che malvagio... certo, comprendiamo che il "poteva andare peggio" è una consolazione un po' amara ma visto che abbiamo toccato con mano il peggio, forse i Simmer possono dormire sonni tranquilli.

The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu, la recensione della discussa espansione

Un equilibrio fragile

Quello che Viaggio a Batuu ha dimostrato è che la situazione di The Sims 4 si regge su un equilibrio delicato, sintomo di una mancata consolidazione del rapporto di fiducia tra sviluppatore/produttore e pubblico. Una richiesta di supporto da parte dei giocatori più alta della reale capacità del dev team, un cambio concettuale radicale dell'esperienza di gioco e una formula di vendita dei pacchetti d'espansione composta da tre tagli economici diversi hanno reso fragile la situazione. Una fragilità che si rispecchia anche nella posizione dello sviluppatore, nonostante l'espansione dello stesso con un nuovo studio in Texas, perché non parliamo di un development team che ha avuto modo di cimentarsi con diversi generi: Maxis, in tutti i suoi ampliamenti e propaggini, ha senso di esistere nel gruppo EA solo ed esclusivamente perché sviluppa The Sims, prodotto che deve generare guadagni tali da convincere EA che tutto sommato chiudere il team per il momento non conviene. È chiaro che non esistendo un concorrente diretto di questo simulativo, il produttore può anche adagiarsi sulla consapevolezza che qualche spicciolo in più il cliente è pronto a pagarlo pur di giocare a The Sims e ci duole un po' dover esprimere questa presa di coscienza così cinica ma tutto questo non c'entra nulla con Viaggio a Batuu, un'espansione che invece ha la sua dignità e che rischia di pagare per "peccati" (passateci il termine un po' biblico) che non sono una imputabili alla sua uscita ma, piuttosto, da un sistema che non si è ancora assestato in un formula stabile.

Sims4 Ep10 Key Art 16X9 Rgb Alt 2 1

Quindi: siamo genuinamente sorpresi della qualità/quantità di contenuti di Viaggio a Batuu? Parecchio. Siamo rimasti piacevolmente colpiti di come il franchise di Star Wars sia stato riportato nel mondo di The Sims? Assolutamente. Sentivamo il bisogno spasmodico di questo Game Pack? Certo che no ma, come già detto, questo è un ragionamento che vale per ogni singola espansione di The Sims 4 e strettamente legata al gusto del singolo giocatore. Pur consapevoli delle motivazioni che spingono la community ad insorgere, siamo fortemente convinti che questa non è la fine di The Sims 4 e ci riserviamo di giudicare nel complesso l'impatto che questa espansione avrà sull'intero quarto ciclo perché non sappiamo per quanto ancora The Sims 4 andrà avanti, quali altri contenuti sono in arrivo e per quanti anni verrà ancora supportato. Nel frattempo ci limitiamo a consigliare l'espansione perché, per com'è impostata l'intera esperienza di The Sims 4, non esiste nessuna espansione davvero sconsigliata: dipende tutto da che esperienze si cercano, che mondi si vogliono esplorare e che storie si vogliono raccontare.

Versione testata
PC Windows
Digital Delivery
Origin
Prezzo
19,99 €
Multiplayer.it

Lettori (4)

4.3

Il tuo voto

PRO

  • Esperienza piacevole e ben riuscita che i fan si Star Wars apprezzeranno
  • Rapporto qualità/prezzo decisamente conveniente

CONTRO

  • Trascurabile se non si è fan della saga
  • Molte criticità evidenziate dalla community non dipendono direttamente dal contenuto di gioco