Darksiders Genesis: come sconfiggere Astarte

Ecco come sconfiggere Astarte, boss del decimo capitolo di Darksiders Genesis.

SOLUZIONE di Mattia Pescitelli   —   13/12/2019
0

Arrivati a questo punto di Darksiders Genesis, abbiamo affrontato boss duri a morire, nemici dalle dinamiche d'attacco complesse, demoni dall'implacabile sete di sangue. Bene, ora dimenticate tutte le difficoltà che avete dovuto superare e preparatevi a una delle boss fight più strane e banali del gioco. Ecco (se può tornare utile a qualcuno) come sconfiggere Astarte, boss del decimo capitolo di Darksiders Genesis.

Darksiders Genesis0

Astarte: le caratteristiche

Non sappiamo cosa sia successo nella vita di Astarte. Magari qualche demone l'ha presa in giro da bambina, oppure è caduta dalla culla. Fatto sta che la povera Astarte ha sicuramente subito un trauma perché per il cinquanta per cento del combattimento gira intorno a un falò, non curandosi del fatto che la stiamo crivellando di colpi. A ogni quarto della vita, però, inciampa e, giustamente arrabbiata, inizia a volare per il campo di battaglia come una folle, lasciando che i suoi scagnozzi facciano tutto il lavoro sporco. In definitiva, la vera sfida qui è dettata dai nemici standard, che arrivano in gran quantità e che dovrete sconfiggere nella loro totalità per poter passare alla fase successiva. Attenzione, inoltre, ad Astarte durante il suo volo incontrollato, dato che vi infliggerà parecchio danno se verrete colpiti.

Dsg2

Come sconfiggere Astarte

In questa boss fight è d'obbligo utilizzare Conflitto. Data la continua mobilità del nemico, è estremamente lento infliggere danni con Guerra, mentre le pistole del fratello facilitano di molto la situazione. Vi consigliamo, inoltre, di utilizzare molto i cavalli per riuscire a stare dietro alla corsa concentrica del boss. Più andrete avanti, più minion si frapporranno fra voi e Astarte, quindi date sempre la priorità a loro, così da evitare che vi rechino danni superflui. Una volta sconfitto il boss, oltre ad aver completato il capitolo, avrete anche la strana soddisfazione di aver liberato una povera anima da una condizione di totale nevrosi.