Il 2015 delle visual novel 93

Scopriamo alcune nuove visual novel che arriveranno sui nostri schermi nel corso del 2015

SPECIALE di Simone Tagliaferri   —   27/01/2015

Indice

Uno dei generi emergenti degli ultimi anni su PC, almeno in America del Nord e in Europa, è quello delle visual novel, in cui includiamo per comodità anche i simulatori di appuntamento, pur sapendo che si tratta di un'associazione impropria. Del genere vi abbiamo parlato più volte, sia con uno speciale dedicato, sia recensendo i titoli più importanti che hanno raggiunto le nostre sponde, tradotti quantomeno in inglese (in italiano esiste poco o nulla). Se ancora possiamo parlare di un settore ludico di nicchia, è innegabile che prodotti curatissimi come Steins;Gate, If My Hearth Had Wings, o i curiosi Hatoful Boyfriend e Nekopara Vol. 1 abbiano trovato l'interesse di voi lettori e siano riusciti a vendere davvero bene, arrivando in alcuni casi nella top 10 di Steam. Il successo non è passato inosservato ed è stato ovviamente foriero di nuove iniziative, che lo hanno confermato in diversi modi. Da una parte abbiamo quindi una moltiplicazione di titoli più o meno amatoriali che provano a scimmiottare lo stile orientale, soprattutto quello giapponese, nazione dove è facile piazzare la bandierina indicante il fulcro della migliore produzione mondiale di visual novel; dall'altra ci sono stati casi abbastanza clamorosi di titoli proposti su Kickstarter che hanno ottenuto molti più fondi di quelli richiesti per l'occidentalizzazione. È vero che stiamo parlando di mostri sacri del genere come Clannad e la trilogia di Grisaia, ma vedere che in un periodo considerato di stallo per il crowdfunding, delle visual novel riescano a raccogliere quasi un milione di dollari (sommando i vari progetti), fa un certo effetto. Che l'averle snobbate per decenni non sia stato molto lungimirante da parte dei publisher occidentali? Soprattutto quelli più piccoli, che teoricamente dovrebbero andare a caccia di progetti fattibili con investimenti limitati?

Un 2015 di svolta per MangaGamer

Polemiche a parte, attualmente sono due gli operatori occidentali più forti e impegnati sulla scena delle visual novel, che poi sono anche i più interessanti da osservare nell'ottica di capire cosa ci aspetta nell'anno in corso. Per primo è giusto parlare di un publisher in un certo senso storico, con anche un suo sito per la vendita diretta, che per anni è stato praticamente l'unica fonte di approvvigionamento legale di visual novel in occidente. Stiamo parlando di MangaGamer, cui dobbiamo titoli come Cho Dengeki Stryker o il folle Ultimate☆Boob Wars!! ~Big Breasts vs Flat Chests~, per non citare di nuovo If My Heart Had Wings. MangaGamer è stato per anni specializzato nella distribuzione di titoli con contenuti eroge, ossia per adulti, gli unici che sembravano in grado di vendere in occidente. A cambiare la situazione è intervenuto Steam con le sue linee guida. Qui è necessario fare una digressione per capire com'è avvenuta l'evoluzione del mercato. La diffusione delle visual novel di MangaGamer erano circoscritte a una ristrettissima cerchia di appassionati, ben felici di spendere i loro soldi sul sito del publisher. Quando però Steam ha iniziato a mettere in vendita le prime visual novel e, soprattutto, quando si sono registrati i primi successi, è stato chiaro che nessuno degli attori emergenti poteva ignorare la piattaforma di Valve, soprattutto se voleva crescere. Come fare a portare gli hentai su Steam?

Semplicemente non era possibile, così MangaGamer ha iniziato a produrre versioni "per tutte le età" dei suoi titoli, tagliando i contenuti erotici, a volte in modo indolore, altre in modo più pesante per le storie narrate. Nonostante le critiche, i risultati non sono mancati, così anche il 2015 vedrà il ripetersi di operazioni di taglio e cucito. Tra i lanci imminenti registriamo la versione per tutti di eden* (sul sito del publisher sarà scaricabile anche quella per adulti), sviluppata da minori, che racconta di una catastrofe che ha colpito la terra e di un tempo di cento anni per abbandonare il pianeta e rifondare altrove la razza umana. Il gioco si svolge nel novantanovesimo anno dalla catastrofe ed è incentrata sulla figura della felix Sion, che ovviamente sarà accompagnata da un cast di altri personaggi di tutto rispetto. L'uscita è prevista per il 30 gennaio 2015, quindi non manca molto per poterci giocare. Altra uscita di rilievo è la versione "per tutti" di Higurashi When They Cry - Steam Edition Ch.1 Onikakushi, sviluppata da 07th Expansion, già disponibile da tempo sul sito del publisher. Per il resto le offerte future di MangaGamer non usciranno sicuramente su Steam, almeno non nella forma in cui si presentano ora, visto che The Menagerie, sviluppata dallo studio occidentale Lupiesoft e NO, THANK YOU!!! di parade, non hanno ancora delle versioni per tutti. La prima racconta un viaggio in un mondo fantastico, tra donne lucertola e creature incredibili (anche per le taglie di reggiseno), mentre la seconda è una classica commedia sexy adolescenziale, solo con protagonisti dei ragazzi (in Giappone le ragazze amano leggere storie di ragazzi gay).

E se nel 2015 volessi fare una visual novel?

Siete bravi a scrivere e disegnare e vi piacerebbe realizzare una vostra visual novel? Fortunatamente esistono una serie di strumenti gratuiti, utilizzabili davvero da tutti, che permettono con un po' d'impegno di realizzare visual novel di alto livello. Il più usato è decisamente Ren'Py, sia per la sua storia, sia per la sua versatilità. L'elenco delle visual novel che lo hanno adottato è molto lungo, ma i nomi coinvolti fanno ben capire la sua potenza. Se Ren'Py vi sembra troppo complicato, potreste optare per un altro tool molto famoso: novelty, sicuramente meno ricco a livello di documentazione e portfolio, ma con un forum attivo dove troverete sicuramente i consigli che vi servono per iniziare o per superare i problemi di sviluppo.

Sekai Project schiera i mostri sacri

Le visual novel più interessanti annunciate per quest'anno non sono comunque quelle di MangaGamer. Dopo molte richieste accorate, finalmente il publisher Sekai Project, cui dobbiamo fault milestone one, Sakura Spirit, Sakura Angels (di recentissima pubblicazione), Sunrider Academy (in Accesso Anticipato) e molte altre visual novel, tra le quali la già citata Nekopara Vol. 1, ha portato a segno due colpi maestri, già accennati nel primo paragrafo. Nel 2015 vedremo quindi l'uscita sul mercato nostrano di Clannad e della trilogia di Grisaia, due classici del genere che non erano mai arrivati dalle nostre parti in forma ufficiale (ne esistono delle traduzioni amatoriali). Clannad, sviluppata da Key, è una visual novel romantica diventata famosa per la forza emozionale della storia narrata, capace di portare alle lacrime anche i cuori più duri. Non per niente ha vinto dei premi relativi e viene considerata la massima espressione del sottogenere (sì, il "far piangere" nel mondo delle visual novel viene considerato un sottogenere), oltre che una delle visual novel migliori di sempre. Come rimanere insensibili leggendo la storia di Tomoya Okazaki, studente che ha perso la madre in un incidente d'auto e viene maltrattato dal padre alcolizzato? Come resistere al profondo rapporto che sviluppa con Nagisa Furukawa, studentessa ripetente per colpa di una malattia, che lo coinvolge nella ricostituzione del club teatrale della scuola, facendogli conoscere gli altri studenti e i loro problemi? Non è possibile. Previsto per l'ottobre del 2015, Clannad conterrà le voci originali giapponesi e, visto il successo su Kickstarter, dove ha raccolto la bellezza di 541.161 dollari sui 140.000 richiesti, diversi altri extra che faranno impazzire i fan, tra i quali le storie secondarie. Da notare che Key sviluppò Clannad originariamente come titolo per adulti, ma che poi lo rivide completamente per poterlo portare anche su console, dove non sarebbe passato se avesse mantenuto i contenuti erotici. Da noi arriverà soltanto la versione PC. La trilogia di Grisaia, sviluppata da Frontwing, è composta da The Fruit of Grisaia, The Labyrinth of Grisaia e The Eden of Grisaia.

Al momento di scrivere questo speciale il titolo è ancora a caccia di fondi su Kickstarter. In realtà ha già ottenuto molto più di quello che chiedeva, visto che le offerte hanno ampiamente superato i 400.000 dollari (ne erano richiesti 160.000). Bisogna anche tenere conto che per avere una copia di tutti i capitoli bisognasse spendere almeno ottanta dollari. Non sappiamo a quanto si chiuderà la campagna, ma abbiamo già un periodo di uscita, visto che come per Clannad si parla di ottobre 2015. I Grisaia formano un corpus mastodontico. Sommandoli insieme si hanno più di ottanta ore di racconto; un'esperienza che i fan del genere non possono mancare, vista anche l'altissima qualità della produzione e la profondità della storia narrata. Il 2015 di Sekai Project non sarà soltanto fatto dai Grisaia e da Clannad, visto che si conoscono i nomi di almeno altri due titoli che saranno lanciati su Steam: fault milestone two di ALICE IN DISSONANCE, che prosegue la storia iniziata nel già citato fault milestone one e di cui non si conosce ancora la data d'uscita e WAS -The Hourglass of Lepidoptera-, sviluppato da S.R.L. e anch'esso senza data d'uscita.

Se amate le visual novel ecco tutti i titoli che dovete aspettare e puntare nel 2015

E le console?

Finora abbiamo parlato di titoli che qui da noi usciranno in esclusiva su PC. Va detto però che alcuni esistono anche per console, come Clannad, ma tempi di adattamento e costi delle licenze rendono improbabile l'arrivo di queste versioni. In realtà pochi sanno che esiste una vastissima produzione di visual novel per console, soprattutto per PlayStation Vita; ad esempio solo in Giappone quest'anno ci sono già decine di titoli annunciati per la portatile di Sony. Qualcosa si sta muovendo anche da noi, ma qui siamo ancora in fase di sperimentazione del mercato. Spinto dal successo del gioco su PC, il publisher PQube Games ha infatti deciso di portare una delle visual novel più note degli ultimi anni, Steins;Gate di 5pb, anche su console. Con precisione il gioco uscirà su PlayStation Vita e PlayStation 3. Se ci seguite con assiduità e vi piace il genere, saprete già che la versione PC esiste da tempo tradotta in inglese e che l'abbiamo anche recensita trovandola ottima. L'arrivo di Steins;Gate per console nel nostro mercato ha un duplice obiettivo: sicuramente si vuole sfruttare la notorietà dell'anime, ma c'è anche il desiderio di verificare l'esistenza di un pubblico console occidentale che voglia acquistare visual novel, come accade su PC. In caso di fallimento di una produzione maggiore come questa, è abbastanza scontato che per vedere qualche nuova visual novel per console arrivare dalle nostre parti bisognerà attendere molto tempo.

Un mondo vario e colorato

Dire che vi abbiamo raccontato le novità principali in arrivo nel 2015 sarebbe un po' sminuire il vasto e coloratissimo mondo delle visual novel, fatto non solo di publisher dedicati, ma anche di gruppi di appassionati che spesso si mettono insieme per tradurre e pubblicare un singolo titolo di loro interesse. Dare conto di tutte le visual novel in uscita in Giappone non avrebbe senso, perché sappiamo che solo una minima parte arriverà anche da noi, così come avrebbe poco senso tentare di fare ordine nel caos delle produzioni amatoriali, favorite dai molti tool di sviluppo per il genere completamente gratuiti. Se vi interessa conoscere anche le produzioni minori, ci sono forum dedicati all'argomento dove gli sviluppatori stessi tengono aggiornati gli appassionati sullo stato dei lavori e descrivono quello che stanno facendo. Scorrendo i vari topic troverete sicuramente qualcosa d'interessante, come Violet Hill di Red Lattice Studios, Fatal Crescendo di lan o Prank Masters di Lockvia. Molto attiva anche la scena Android, con Google Play letteralmente inondato di visual novel. Anche in questo caso è difficile tenere conto di cosa uscirà in futuro, visto che spesso sono sviluppati da utenti che non curano i rapporti con la stampa. Tra le pubblicazioni recenti vi segnaliamo l'ottimo Everlasting Summer di Soviet Games e il port di Roommates di Winter Wolves, quest'ultimo un publisher/autore americano molto attivo nel genere, di cui abbiamo trattato diversi titoli. La scena Android è così varia e vasta che è possibile trovare anche delle visual novel italiane, come Roman Dating di Ciro&Dany. Insomma, ce n'è davvero per tutti i gusti, basta saper cercare.

#PC Magazine

PC Magazine