Un Atollo di nuove possibilità

Facciamo un riepilogo delle novità annunciate con la presentazione di Destiny: Il Casato dei Lupi

ANTEPRIMA di Giorgio Melani   —   23/04/2015
84

Indice

Dopo una lunga attesa è stata infine presentata in via ufficiale la nuova espansione di Destiny, ovvero il Casato dei Lupi, seconda aggiunta di maggiore entità all'universo di Bungie che verrà pubblicata il 19 maggio 2015 su piattaforme PlayStation e Xbox. Dopo l'Oscurità dal Profondo, il team di sviluppo ha promesso un'altra buona dose di contenuti ma anche vari aggiustamenti alle meccaniche di gioco maturati soprattutto a partire dai feedback ricevuti dall'utenza, dunque questa nuova espansione si presenta non solo come apporto di nuove attività ma anche come evoluzione strutturale secondo alcune linee guida che dovrebbero far contenti un po' tutti gli utenti affezionati.

Un Atollo di nuove possibilità

Quanto emerso finora, in effetti, sembra proprio andare in una buona direzione: quello che si è tenuto ieri sera è stata infatti la prima della serie di trasmissioni in streaming su Twitch previste da Bungie per presentare le novità de Il Casato dei Lupi e si è concentrata soprattutto su questi aggiustamenti alle meccaniche, oltre a mostrare l'atrio delle novità contenutistiche che deriveranno dall'espansione, ovvero l'Atollo. Per questo, non c'è ancora molto da dire sulle nuove missioni e i nuovi elementi di storia che verranno aggiunti con il nuovo pezzo di gioco, poiché questi saranno verosimilmente illustrati più nel dettaglio nelle prossime trasmissioni che prepareranno la strada all'uscita del DLC. Il 29 aprile un secondo evento streaming presenterà nel dettaglio le Prove di Osiride mentre per il 6 maggio è fissato un altro appuntamento incentrato sulla Prigione degli Anziani. In ogni caso, quanto presentato dai tre membri di Bungie nel corso dello streaming può già convogliare nuovamente su Destiny le attenzioni dei giocatori, tenendo conto che gli elementi emersi, lungi dal far parte di una semplice ed enorme patch, sono integrati in un'estensione vera e propria della storia e dell'universo esplorabile.

Le prime informazioni su Il Casato dei Lupi promettono novità strutturali dell'economia di Destiny

Una nuova area

Il Creative director Christopher Barrett, il Community Manager DeeJ e il membro della community Gothalion hanno dunque mostrato in pratica alcuni degli elementi che caratterizzano Destiny: Il Casato dei Lupi, a partire dalla nuova zona di collegamento, ovvero l'Atollo. Questo è il social hub che funge da raccordo tra le varie missioni e i nuovi frammenti dell'arco narrativo introdotto con l'espansione, ma è da notare come l'accesso a questa nuova sezione non sia esclusivamente legato ai possessori de Il Casato dei Lupi. L'Atollo, dunque, potrà essere raggiunto da tutti i giocatori a prescindere dall'acquisto o meno dell'espansione, cosa che consente a tutti quantomeno il contatto con i nuovi personaggi di base e soprattutto l'accesso ai vendor con il nuovo equipaggiamento e armamentario (o almeno una parte di esso).

Un Atollo di nuove possibilità

Si tratta di un'area simile alla Torre, in termini concettuali, poiché consente di accedere a varie attività, incontrare NPC assortiti, informarsi e accettare nuove missioni e ovviamente acquistare armi, armature ed equipaggiamenti vari. Sebbene non sia prevista una nuova Incursione, Bungie ha intenzione di inserire nuove attività PvP e PvE quanto più possibile stimolanti e varie per i giocatori di alto livello, promettendo peraltro esperienze di gioco che cambiano ogni volta che vi si prende parte, anche se al momento non sono chiare precisamente le dinamiche di queste attività. Esteticamente, l'Atollo si presenta come una sorta di base spaziale in condizioni non proprio perfette, ma si tratta comunque di un'area dotata di un certo fascino di frontiera, alquanto distante dalla grandiosità della Torre e forse più intima per certi aspetti e molto più oscura per molti altri. D'altra parte, come riferito dagli sviluppatori, l'Atollo è un luogo pericoloso, ricco di fuorilegge, tempestato da relitti di navi spaziali e in generale distante dalla civilizzazione e dall'ordine.

La compagnia dell'Atollo

Tutto parte da Petra Venj, servitrice della Regina degli Insonni e colei che assegna ai Guardiani le nuove missioni principali appartenenti all'arco narrativo dell'espansione, completando le quali si raggiungeranno ricompense e si potrà salire di livello all'interno della fazione della Regina, ottenendo peraltro armature, equipaggiamenti specifici, shader e anche una nave riferita alla fazione in questione, con la possibilità di raggiungere al nuovo livello 34 attraverso varie attività di PvP e PvE.

Un Atollo di nuove possibilità

Non è ancora chiaro come si svolgano precisamente le missioni all'interno dell'espansione ma Bungie ha assicurato che ne Il Casato dei Lupi ci saranno maggiori elementi narrativi rispetto a L'Oscurità dal Profondo, attraverso un nuovo approccio intrapreso allo svolgimento della storia. Petra non è l'unico NPC che fornirà spunti per missioni e interazioni variamente interessate per gli utenti. C'è Variks, un Caduto fedele alla Regina, che gestisce l'House of Judgment, ovvero una sorta di mercato su armi ed equipaggiamenti appartenenti ai Caduti, collegato alla nuova arena da battaglia Prigione degli Anziani, le cui ricompense si rinnovano di settimana in settimana ma il cui accesso è consentito solo dopo aver concluso tutte le missioni della storia. Fratello Vance è un discepolo di Osiride, dal quale è possibile ottenere e commerciare le ricompense legate alle nuove Prove di Osiride, altro evento competitivo PvP a cadenza settimanale di cui Bungie parlerà in maniera più estesa nel corso del prossimo streaming e che sarà disponibile ogni settimana dal venerdì al martedì. Infine, sull'Atollo sarà presente il robot dell'Avanguardia che consente di gestire le missioni legate alle taglie classiche senza dover andare in continuazione sia in Atollo che sulla Torre, così come sarà presente anche il messaggero e il Deposito per la gestione dell'inventario, facendo dell'Atollo un vero e proprio nuovo hub completo, se si escludono ovviamente le taglie di Eris che resteranno confinate sul hub terrestre.

Un Atollo di nuove possibilità

Potenziamento, che passione

Nonostante questa vastità di opzioni possibili all'interno della nuova area, Bungie ha fatto sapere che ci sarà comunque sempre la necessità di accedere alla buona vecchia Torre. L'Oratore sarà in grado di scambiare i materiali in possesso del giocatore e consentire così l'accesso ad una grande quantità di elementi diversi come frammenti ascendenti, radianti, energie e particelle di luce, convertibili le une con le altre, pagando dei lumen, e a seconda di cosa serva di volta in volta per potenziare equipaggiamenti e armi. Queste ultime possono essere tutte potenziate al grado massimo di attacco pari a 365, operazione per la quale risultano necessari materiali vari e Lumen, oppure frammenti esotici a seconda della natura dell'arma da modificare.

Un Atollo di nuove possibilità

Questo significa che per il potenziamento delle armi esotiche non risulterà più necessario Xur, anche se il celebre commerciante ramingo continuerà ad avere un ruolo di rilievo per fornire ulteriori elementi rari, e comparirà sempre a cadenza settimanale in nuovi luoghi, a quanto pare. L'altra novità è che si potranno potenziare anche le armi leggendarie guadagnate nelle Incursioni, senza la necessità di trovarle nuovamente né di dover ripartire da capo con l'esperienza, cosa che aveva lasciato veramente perplessi i giocatori ai tempi dell'Oscurità dal profondo. L'Etheric Light risulta essere il fulcro del processo di potenziamento massimo delle armi, un elemento che può essere raccolto completando le Prove di Osiride o nella Prigione degli Anziani, ma riscontrabile anche come ricompensa rara nel corso dell'evento Stendardo di Ferro. Anche chi non acquisterà il nuovo DLC potrà quindi potenziare al massimo le vecchie armi e armature, avrà solo molti meno eventi a disposizione per poterlo fare e dovrà impiegare più tempo. Una nuova occupazione è prevista anche per l'Armaiolo della Torre, che con Il Casato dei Lupi diverrà in grado di riforgiare le armi, una procedura che può potenziarle con la sostituzione dei perk e che prima era possibile solo in corrispondenza con Stendardo di Ferro e con le armi che si guadagnavano in quella forma di PvP. In questo modo, il personaggio in questione torna ad essere importante anche per i giocatori che hanno superato il ventesimo livello. A questo punto, non resta che attendere il 29 aprile per conoscere i segreti delle prove di Osiride.

Un Atollo di nuove possibilità

CERTEZZE

  • Le novità applicate alle meccaniche sono promettenti
  • Non solo missioni della storia ma varie attività disponibili
  • Nuove possibilità di potenziamento e di conquista di loot inedito

DUBBI

  • Per ora si sono viste solo modifiche (seppur importanti) alla struttura di base
  • Rimangono ancora da vedere tutte le novità sul fronte dei contenuti