Giocare di ruolo su console

Il capolavoro di Larian Studios raggiunge Xbox One e PlayStation 4

PROVATO di Umberto Moioli —   19/06/2015
62

Era l'ultima speranza di Larian Studios, una sorta di all in per lo studio belga. Si è trasformato in un successo clamoroso capace di cambiare per sempre le sorti dello sviluppatore. Divinity: Original Sin Enhanced Edition sarà la celebrazione di un trionfo: un gioco di ruolo di stampo classico per l'era moderna, la versione definitiva di un prodotto che ha dimostrato come, ancora oggi, ci siano numerosi giocatori intenzionati a spremere le meningi per portare a termine un'esperienza appagante ma oggettivamente più difficile rispetto a quanto siamo oramai abituati a sperimentare. A un anno dall'uscita originale, questa Enhanced Edition promette di essere qualcosa in più che una semplice edizione rivista e corretta. Piuttosto, si tratta di quello che il gioco sarebbe dovuto essere sin dal primissimo momento ma che solo ora, con il successo e i fondi dell'uscita su PC, Larian Studios è finalmente riuscita a realizzare. All'E3 abbiamo giocato una versione oramai quasi completa del gioco.

All'E3 2015 abbiamo provato Divinity: Original Sin Enhanced Edition

La conversione

Divinity: Original Sin Enhanced Edition uscirà su Xbox One e PlayStaion 4 il prossimo autunno. I giocatori PC che hanno acquistato l'originale potranno metterci le mani sopra in modo gratuito, ma visto che lo stacco dall'originale è notevole si è pensato di separare i due giochi, che quindi non permetteranno di condividere i salvataggi.

Giocare di ruolo su console
Giocare di ruolo su console

Preso in mano il controller PlayStation 4, la prima grossa differenza rispetto al passato a saltare all'occhio è legata alla cooperativa in locale: due giocatori possono condividere lo stesso schermo, occupando una sola schermata quando si trovano nelle vicinanze oppure sfruttando lo slipt screen quando si allontanano. La soluzione funziona sorprendentemente bene e, intelligentemente, lo sviluppare ha scelto di lasciare i giocatori liberi di ruotare la visuale quando lo schermo è diviso, in modo da colmare l'inevitabile riduzione del campo visivo. Ancora ci sono una serie di rallentamenti che si fanno notare quando lo schermo è diviso in due parti, ma si tratta di problemi minori. Soprattutto perché, per come è stata implementata la coop locale, è davvero possibile muoversi in modo indipendente, svolgendo missioni differenti e visitando aree diverse. L'altro grande sforzo di ottimizzazione per creare un'esperienza valida anche su console, non poteva che essere quello legato all'uso del controller al posto di mouse e tastiera. Con l'analogico sinistro si muove il personaggio mentre i dorsali sono principalmente utilizzati per scorrere attraverso i menu. Premendo triangolo si passa dal movimento del nostro alter ego alla gestione della barra delle abilità, quindi anche alla selezione delle magie da scatenare sugli avversari. Può sembrare un processo un po' macchinoso e in fondo potrebbe anche esserlo, ma in realtà la natura a turni degli scontri rende il ritmo compassato e dà modo di scegliere senza fretta la nostra prossima azione. Abbiamo chiesto se, ora che su Xbox One è possibile vendere titoli anche in fase di sviluppo un po' come accade con gli Early Access di Steam, e la risposta è stata che sono attualmente in corso delle trattative con Microsoft. Quindi è un'opzione sul tavolo, seppur non confermata.

Oltre l’apparenza

Giocare di ruolo su console
Giocare di ruolo su console

Oltre alle necessarie novità sul fronte dell'ottimizzazione e del porting console, Divinity: Original Sin Enhanced Edition ha dalla sua una serie di interessanti aggiunte e modifiche. Il sistema di abilità è stato rivisto e sono state introdotte le Monster Skill, abilità particolarmente potenti ottenibili progredendo attraverso il percorso di crescita del personaggio. Ogni classe ha subito delle modifiche e può contare su delle introduzioni importanti. Le granate, ad esempio, aprono nuove opzioni strategiche: funzionano un po' come se fossero delle frecce, però causano un danno ad area anziché indirizzarsi sul su un singolo nemico. L'intelligenza artificiale, poi, ha subito delle modifiche, specialmente quando si considera l'introduzione del livello di difficoltà Tactitian. Per realizzarlo, Larian Studios non ha pensato unicamente di aumentare resistenza e danno degli avversari, ma ne ha modificato le routine comportamentali studiando quello che i giocatori avevano fatto per sconfiggerli. Si tratta di un approccio abbastanza originale che per ora non abbiamo potuto provare, purtroppo, ma siamo certi troverà un gran numero di appassionati tra i fan hardcore. Diverse quest sono state riscritte, alcune sono state eliminate e altre aggiunte. Discorso simile per i personaggi non giocanti: ce ne saranno di nuovi e di diversi, affiancati a quelli che già abbiamo imparato a conoscere. Tutti i dialoghi adesso hanno il doppiaggio in lingua inglese, mentre gli italiani potranno contare sull'implementazione ufficiale della traduzione dei sottotitoli ad opera di un gruppo di eroici sostenitori del progetto. C'è insomma parecchia sostanza e gli appassionati di giochi di ruolo dovrebbero davvero tenere sott'occhio questo progetto che si è distinto su PC quasi un anno or sono ed è pronto a farlo anche su console. Le basi sono solide e a meno di inattesi disastri è facile immagine che saranno in molti a gioire per questa conversione.

CERTEZZE

  • Gioco di ruolo solidissimo
  • La conversione console ha tanti accorgimenti intelligenti
  • Split screen intelligente...
DUBBI
  • ...anche se a tratti comporta degli scatti
  • Speriamo che esca rifinito e senza bug