Ma la notte, no!

La prima espansione di Cities: Skylines è finalmente in via di sviluppo: ecco tutto quello che possiamo aspettarci

ANTEPRIMA di Pierpaolo Greco   —   09/08/2015
7

Non erano in moltissimi a scommettere sull'incredibile successo del city builder prodotto da Paradox Entertainment, a partire dal suo sviluppatore, Colossal Order che si è ritrovato quasi spiazzato quando ha iniziato a vedere i dati di vendita crescere ad un ritmo vertiginoso e con essi, immancabilmente, le richieste di fan e appassionati. Per questo motivo gran parte dei piani di lavoro sono stati scombussolati: la necessità di correggere ogni problema del gioco, aggiornarlo costantemente e soprattutto supportare l'enorme community di modder ha di fatto obbligato lo sviluppatore a ritardare lo sviluppo di questa prima espansione che, secondo i progetti iniziali, doveva già essere sul mercato nell'arco di sei mesi dall'uscita del gioco originale. Durante la GamesCom di Colonia abbiamo avuto l'opportunità di assistere ad una rapida presentazione di quelle che saranno le caratteristiche principali dell'add-on e ci è stato subito chiaro che, negli uffici di Colossal Order, si stanno ancora sedendo quotidianamente intorno ad un tavolo per decidere cosa deve essere implementato e cosa invece può attendere visto che, quanto ci è stato mostrato, ha tutto il sapore di un cantiere aperto.

Preparatevi all'intensa vita notturna dell'espansione di Cities Skylines, perché ci sarà da divertirsi

Questo sì, questo no

Non è un caso che il ragazzo adibito alla gestione della presentazione abbia praticamente messo le mani avanti dichiarando che buona parte delle cose che ci avrebbe mostrato di lì a poco sarebbero state passabili ancora di moltissime modifiche, al punto da poter essere addirittura scartate durante lo sviluppo. Tra l'altro non è ancora ben chiaro quante e quali di queste modifiche saranno distribuite gratuitamente anche ai possessori del gioco originale tramite una mega patch pre-uscita e quali invece faranno parte in modo esclusivo dell'espansione. Tutte ad eccezione della feature che dà poi nome e valore all'add-on: il ciclo giorno-notte.

Ma la notte, no!
Ma la notte, no!

Cities: Skylines - After Dark offrirà infatti la richiesta più pressante fatta da tutti i giocatori e su cui i modder fino ad oggi non hanno potuto fare nulla: la possibilità di vedere la vita notturna della propria città con tutto quello che ne consegue in termini di traffico, possibilità commerciali e gestione della popolazione. Il passaggio del tempo sarà disponibile anche per chi ha soltanto il gioco base ma è scontato che avere l'add-on sarà un elemento cardine per poter sfruttare questa alternanza tra il giorno e la notte al punto che Colossal Order sta ancora valutando se far sì che il buio passi molto più velocemente nel caso in cui non si possegga After Dark così da evitare che i giocatori del titolo originale si annoino durante una fase del gameplay che non possono praticamente sfruttare. La prima cosa che si noterà al calare della luce è la riduzione esponenziale del traffico che tenderà ad essere molto più leggero e regolare per tenere conto, ovviamente, della ridotta mobilità della popolazione vista la chiusura di uffici e negozi. Di contraltare ci saranno però locali, ristoranti, casinò e tutta una serie di attività notturne che potranno essere costruite attraverso la nuova specializzazione commerciale denominata leisure e che consentirà per l'appunto di edificare zone d'intrattenimento che funzioneranno come locali la sera ma come normali aree commerciali durante il giorno. La cosa molto interessante è che tutti i veicoli di servizio e utilità, come i camion per la raccolta dei rifiuti o il trasporto pubblico, continueranno a funzionare offrendo la possibilità al giocatore di schedulare al meglio alcuni elementi di microgestione che renderanno ancora più perfetta la sua città ideale grazie alla possibilità di tenere ancora meglio sotto controllo il traffico. Sempre in questo ambito è evidente la volontà di Colossal Order di focalizzarsi sul design e l'implementazione di costruzioni speciali che non possono essere sviluppate direttamente dai modder perché richiedono modifiche sostanziali al gameplay. Abbiamo visto ad esempio l'aeroporto internazionale, l'elemento di gioco più esteso realizzato dallo sviluppatore che contiene al suo interno anche una fermata della metropolitana così da poter essere connesso velocemente alla rete esistente. Ci saranno gli hub per il carico e lo scarico dei cargo in grado di mettere in interconnessione diretta un porto con la linea ferroviaria, ma soprattutto arrivano finalmente i terminal dei bus, una sorta di punto di raccolta dove la popolazione potrà cambiare al volo linea di autobus in uno spazio dedicato, senza affollare i marciapiedi. Saranno implementati anche i taxi per andare incontro alle esigenze delle città fortemente sbilanciate sul turismo dove gran parte della popolazione non può possedere una macchina.

Ma la notte, no!
Ma la notte, no!

Sviluppare il ciclo giorno-notte ha stimolato Colossal Order a tornare a lavorare su un altro elemento criticato del gioco: la gestione della criminalità. Ora sarà possibile edificare anche le prigioni e la polizia avrà un'attività molto più credibile all'interno della struttura urbana visto che non solo sarà visibile nella sua opera di cattura dei malviventi ma la vedremo spostare concretamente i criminali dalla stazione di polizia ai luoghi di detenzione. E naturalmente di notte i crimini che verranno commessi saranno molto più frequenti rispetto a quelli che avvengono di giorno. Proprio come nella vita reale. Proprio questo elemento di aderenza alla realtà quotidiana, ha stimolato lo sviluppatore a ritoccare un'altra meccanica di base. Le città costruite in Cities: Skylines tendono infatti ad essere edificate lontane dall'acqua, al centro di grandi terreni, ed è una cosa che nel mondo reale non avviene mai visto che la civiltà umana tende a stabilirsi proprio in prossimità di mari e fiumi. Per ovviare a questo inconveniente, dettato da una logica organizzativa ben precisa, lo sviluppatore renderà le zone costiere delle vere e proprie risorse naturali così da aumentare il valore del terreno rendendo molto più appetibile l'edificazione. Inoltre queste aree saranno le uniche a poter essere convertite in un'ulteriore zona di specializzazione commerciale, la spiaggia. Questo permetterà alla popolazione di edificare bar e piccoli ristoranti costieri, lungomari, piccole zone portuali e vere e proprie linee costiere con attrezzature e attrazioni tipicamente da spiaggia. Ovviamente tutte queste aggiunte faranno sì che la gestione dei corsi d'acqua, soprattutto in termini di inquinamento, diventi un elemento ancora più cruciale se si vuole far sì che la propria città abbia un alto valore commerciale.

Spirito ecologico

Un'ultima novità riguarda l'introduzione delle biciclette che la popolazione potrà utilizzare in modo autonomo al posto delle auto. La peculiarità dell'aggiunta è legata all'algoritmo che determina questa scelta dei cittadini e che terrà conto sia della distanza con il luogo di lavoro o svago, sia dell'infrastruttura cittadina e dell'effettiva praticità dello spostarsi in bici.

Ma la notte, no!

Il giocatore dovrà quindi ristrutturare nuovamente tutto il sistema dei trasporti, sfruttando anche le corsie preferenziali, per rendere appetibile questa opzione alla sua popolazione e alleggerire così ulteriormente il traffico dei veicoli visto e considerato che le biciclette andranno a sfruttare i marciapiedi. Tra l'altro, sempre con questo scopo, After Dark ci permetterà di costruire anche le corsie stradali dedicate agli autobus. È evidente insomma quanto Colossal Order stia lavorando a tempo pieno per realizzare un pacchetto in grado di soddisfare tutti gli appassionati giocatori del suo eccezionale city builder a partire dalle pressanti richieste che sono arrivate dalla community dei modder. Durante la presentazione in più occasioni lo sviluppatore ci ha infatti confermato che uno degli obiettivi della software house è continuare a stimolare la creatività dei giocatori con la precisa intenzione di non realizzare internamente quello che è stato già creato dalla community con dei buoni risultati. Ma bensì di implementare quelle funzionalità e modifiche al gameplay che i modder non possono ovviamente alterare e che necessitano dell'intervento di Colossal Order. Quanto e come queste introduzioni sapranno davvero dare nuova linfa vitale al titolo è ancora tutto da vedere ma non possiamo nascondere che quanto visto ci ha lasciato estremamente fiduciosi. Per il momento non esiste ancora una data di rilascio dell'espansione ma siamo convinti che lo sviluppatore ce la stia mettendo tutta per lanciarla sul mercato entro la fine di quest'anno. Invece, per quello che riguarda il prezzo, la software house non ci ha voluto dare una cifra precisa ma ci ha detto di prendere come riferimento quanto fatto per le espansioni di Crusader Kings II, quindi una forbice che si dovrebbe attestare tra i 10 e i 15€.

CERTEZZE

  • Poter vedere finalmente la propria città vivere anche di notte è molto stimolante
  • Lo sviluppatore continuerà a supportare il gioco base
  • Le novità introdotte sono tantissime e tutte espressamente richieste dalla community...
DUBBI
  • ...ma forse ce ne sono troppe dedicate soltanto alla gestione del traffico
  • Tutto quanto visto dovrà essere adeguatamente provato per valutarne il bilanciamento