Uncovered  56

Ecco che cosa ha presentato Square Enix durante il grande evento dedicato a Final Fantasy XV

SPECIALE di Christian Colli   —   31/03/2016

Quando Hironobu Sakaguchi sale sul palco dello Shrine Auditorium di Hollywood, la melanconica melodia che lo accompagna è subito sovrastata da applausi scroscianti e grida di incoraggiamento. Il padre di Final Fantasy è visibilmente emozionato. "Final Fantasy è come un figlio per me", dice Sakaguchi-san. "L'ho visto crescere e incamminarsi verso un mondo di infinite possibilità". Poi esita. "Come tutti i padri, però, mi sono trovato a domandarmi se la strada che avesse intrapreso fosse quella giusta", aggiunge, dando inizio alle danze. Comincia così Final Fantasy XV Uncovered, lo straordinario evento con cui Square Enix ha deciso di annunciare in pompa magna tutte le ultime novità sull'attesissimo kolossal. Chi si aspettava una presentazione tiepida e meccanica, è rimasto stupefatto dall'impegno, l'energia e la maestosità dell'evento, pieno di colpi di scena e sorprese inaspettate. Ironicamente, la notizia meno sorprendente di tutti, lasciata per ultima, è stata proprio la data di uscita, anticipata poche ore prima da una fuga di informazioni di GameSpot: ormai lo sapete tutti che Final Fantasy XV uscirà su PlayStation 4 e Xbox One il 30 settembre 2016.

Ecco un antipasto di quello che ci aspetterà il 30 settembre quando Final Fantasy XV arriverà nei negozi

Un tassello dopo l'altro

Sono le 5.40 del mattino: l'evento è durato circa un'ora e mezza e non abbiamo dormito per preparare questo articolo riassuntivo, che troverete appena svegli e potrete leggere in ufficio, a casa, a scuola col cellulare che dovreste tenere spento. Di carne al fuoco ne è stata messa tanta, e l'arrivo di Hironobu Sakaguchi è stato soltanto il primo dei quattordici (in realtà, quindici) "uncovering" che hanno scandito lo spettacolo, presentato da Greg Miller e Tim Gettys, la famosa coppia di KindaFunny.com. Il monologo del padre di Final Fantasy serve a rassicurarci che la serie con cui è diventato famoso è tornata alle sue origini e che Hajime Tabata, il nuovo director che ha soppiantato Tetsuya Nomura nel corso degli anni, sta affrontando serenamente una sfida difficile ma piena di potenziale.

È il momento opportuno per il secondo "uncovering", il nuovo trailer di Final Fantasy XV che mostra sequenze di gioco vecchie e nuove accompagnate da una musica epica e dalle parole di re Regis, il padre di Noctis, che esorta il figlio a riprendersi il trono perduto del suo regno. Il trailer sembra concludersi con l'apparizione di un inedito e inquietante Titan, ma in realtà prosegue con una sorpresa inaspettata: la seconda parte del trailer, in cui possiamo notare la nuova interfaccia del gioco e numerose feature mai viste prima, come le corse a cavallo dei chocobo, si sviluppa sulle note di una splendida cover di Stand by Me, l'arcinota canzone di Ben E. King che guarda caso ha ispirato l'omonimo film di Rob Reiner del 1986 - tratto a sua volta dal racconto Il corpo di Stephen King, incentrato proprio sull'avventura di quattro amici per la pelle - e che sarà il "main theme" del gioco. Una scelta assolutamente azzeccata e incisiva per il trailer che anticipa il "road trip" di Noctis, Gladiolus, Prompto e Ignis, montato veramente ad hoc: la canzone è cantata dall'inglese Florence Welch dei Florence + The Machine, e questo è stato un altro "uncovering". Concluso il trailer, Miller e Gettys hanno svelato la terza sorpresa: in sala, infatti, erano presenti sia Yoshitaka Amano, lo storico illustratore che ha disegnato il logo di Final Fantasy XV e un nuovo progetto a tema intitolato Big Bang, sia Yoko Shimomura, la compositrice della colonna sonora. Assente, purtroppo, un'altra colonna portante del franchise: il musicista Nobuo Uematsu, il quale si è scusato con un videomessaggio per non aver potuto partecipare - è impegnato con il concerto Distant Worlds - e ha rimarcato l'importanza dell'evento. A questa raffica di saluti e ringraziamenti sono seguiti due nuovi trailer che hanno rappresentato altri due "uncovering": uno dedicato al gameplay, l'altro al mondo di Final Fantasy XV. Il primo, sostanzialmente, ci ha mostrato una versione pressoché finale del gioco e delle meccaniche già sfiorate nella demo e nei trailer precedenti. Abbiamo già parlato del chocobo che Noctis può richiamare con un fischietto e cavalcare a rotta di collo con tanto di derapate, ma abbiamo potuto vedere più da vicino i tragitti in auto del gruppo e una serie di combattimenti che hanno messo in mostra non solo la nuova interfaccia, ma anche la dinamica delle magie. Come anticipato qualche tempo fa, infatti, gli incantesimi hanno un effetto sull'ambiente che può essere utilizzato strategicamente: nel trailer del gameplay abbiamo visto in azione Blizzard. Il sesto "uncovering" è stato il trailer dedicato alle ambientazioni del gioco, una carrellata di scenari e panoramiche che ci hanno mostrato la complessità geografica del mondo, il ciclo giorno/notte, gli effetti atmosferici, le città più spettacolari tra cui ne spicca una molto simile alla nostra Venezia, con tanto di gondole che ondeggiano nei canali.

Un trono di spade per Noctis

Decisamente inaspettati, invece, i quattro successivi "uncovering" che hanno suscitato un certo... be', diciamola tutta, un grande entusiasmo tra i presenti e, supponiamo, tra gli spettatori rimasti a casa. Il primo di essi è stato Brotherhood: Final Fantasy XV, una miniserie animata in cinque puntate che racconterà le vicende antecedenti al gioco e approfondirà la storia di amicizia che lega Noctis ai suoi compagni di viaggio. Il primo episodio è già online su YouTube, gli altri arriveranno presto e saranno un tassello fondamentale per comprendere il complesso mosaico che compone l'universo del gioco e le varie sottotrame che lo colorano.

A Brotherhood si collega trasversalmente un altro progetto molto più ambizioso che ha lasciato i fan di stucco: un vero e proprio lungometraggio in computer grafica intitolato Kingsglaive: Final Fantasy XV. Distribuito da Sony Pictures, per la regia di Tekashi Nozue, Kingsglaive uscirà prima del gioco e sarà un vero e proprio prequel incentrato su re Regis, Lunafreya e un protagonista che ruberà temporaneamente la scena a Noctis: si chiama Nyx ed è il "Glaive" del re, praticamente il suo guerriero più fidato, quello che ne Il Trono di Spade sarebbe sir Barristan Selmy ad Approdo del Re. Il riferimento a Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco non è proprio casuale, visto che a doppiare re Regis e Lunafreya saranno, rispettivamente, Sean Bean e Lena Headey, ovvero gli attori che interpretano Eddard "Ned" Stark e Cersei Lannister nell'adattamento televisivo del popolare romanzo di George R.R. Martin. La splendida Lena Headey è persino salita sul palco a chiacchierare con Miller e Gettys, sfoggiando il suo repertorio di smorfie ma in evidente difficoltà col soggetto e il teleprompter, mentre per Sean Bean ci siamo dovuti accontentare di un videomessaggio preregistrato. A scatenare ulteriormente il pubblico è stato, però, l'arrivo di un altro pezzo grosso: Aaron Paul, ovvero il Jesse Pinkman della famosissima serie TV Breaking Bad che, in Kingsglaive, doppierà proprio il protagonista Nyx. In questo strano mondo in cui i presentatori di uno spettacolo Square Enix hanno fatto una battuta sulle metanfetamine insieme al loro ospite, Paul ha anticipato che il suo personaggio è un vero figo e che il film - che ha già cominciato a doppiare - si preannuncia grandioso. A chiudere questa bizzarra e sorprendente parentesi meta-videogioco ci ha pensato un altro "uncovering" decisamente... strano: una partnership con Audi per la realizzazione di un modello unico di R8.

3.798 giorni e non sentirli

Siamo già a dieci grandi rivelazioni, ma l'evento Uncovered si stava ormai avviando alla conclusione, ragion per cui si è cominciato a parlare concretamente del gioco e, nella fattispecie, di un minigioco. Se Final Fantasy VIII aveva il Triple Triad, Final Fantasy IX il Tetra Master e Final Fantasy X il Blitzball, a Final Fantasy XV è toccato Justice Monsters V: si tratta di una specie di incrocio tra un flipper e un RPG che Prompto e Noctis adorano e che noi potremo giocare sia nei locali di Final Fantasy XV, sia in metropolitana, in auto o al bagno sul nostro cellulare.

Ebbene sì, Justice Monsters V può uscire da Final Fantasy XV nel senso che, oltre ad essere un minigioco integrato nell'avventura, sarà anche un app per sistemi mobile Android, iOS e Windows. Il gioco uscirà prima di Final Fantasy XV e dovrebbe essere possibile registrarsi fin da adesso; non sono stati approfonditi i dettagli sulle meccaniche del gameplay, ma dal filmato riprodotto durante l'evento ci è sembrato per l'appunto un flipper con elementi gacha. A seguire, è salito sul palco Mat Kishimoto di Square Enix America che ha presentato la nuova Platinum Demo già scaricabile dagli store di PlayStation 4 e Xbox One: non sarà necessario prenotare il gioco o altro, la demo è completamente gratuita e si differenzia significativamente dalla precedente Episode Duscae per il semplice fatto che quella era un vero e proprio frammento estrapolato dal prototipo del gioco, mentre la Platinum Demo è stata sviluppata appositamente. Ambientata almeno in parte nei sogni di un Noctis bambino accompagnato da un piccolo Carbuncle, la nuova demo ci consentirà di sperimentare la versione definitiva del sistema di combattimento e di ammirare svariate feature del gioco come il ciclo giorno/notte, le trasformazioni, la guida e tanto altro. Sul finire della demo potremo anche affrontare un Iron Giant nei panni di Noctis adulto e Kishimoto ha rivelato che, completandola, sbloccheremo Carbuncle nella versione finale del gioco, e potremo anche dargli un nome. La presentazione della demo ci ha portati direttamente al penultimo "uncovering", ovvero le edizioni speciali di Final Fantasy XV. Oltre alla versione standard retail e digital, infatti, potremo acquistare due edizioni da collezione. La prima sarà la Deluxe Edition e comprenderà uno steelbook esclusivo, il film Kingsglaive su disco e alcuni contenuti digitali (nella fattispecie la spada Masamune, il costume Royal Raiment e la carrozzeria Leviathan Platinum per l'auto di Noctis e soci).

L'Ultimate Collector's Edition, invece, costerà quasi il triplo ma conterrà un vero e proprio ben di Dio. Stiamo parlando di tutti i contenuti della Deluxe Edition, ai quali si aggiungeranno l'action figure della linea Play Arts Kai di Noctis, la colonna sonora speciale che comprende anche le musiche del lungometraggio e della serie animata, un artbook di 192 pagine, tutta la serie animata Brotherhood su disco con tanto di steelbook apposito e una serie di contenuti digitali esclusivi in più. L'edizione Ultimate Collector's sarà disponibile soltanto in trentamila copie presso lo store ufficiale di Square Enix e, insieme alle altre versioni del gioco, arriverà infine il 30 settembre. La data di uscita di Final Fantasy XV è stato l'ultimo "uncovering" dell'evento, annunciato dai presentatori insieme al director Hajime Tabata con un divertente spettacolino che ha ironizzato sulla fuga di notizie. Ma in realtà... c'era un'altra sorpresa, un quindicesimo "uncovering": un trailer esteso che ha riproposto quanto abbiamo visto durante l'evento e altre scene in più. Abbiamo scoperto che Noctis e i suoi compagni potranno viaggiare in barca, per esempio, e che l'auto a un certo punto spiccherà il volo, trasformandosi nell'immancabile "aeronave" che negli ultimi Final Fantasy era venuta a mancare. Una degna e spettacolare conclusione per uno degli eventi videoludici più colossali di sempre.

Scarica il Video