7 giochi da provare dopo aver visto Squid Game

Anche voi reduci da una maratona Squid Game? Se la serie di Netflix vi ha preso, vi consigliamo qualche gioco con caratteristiche in comune all'opera coreana.

SPECIALE di Claudio Camboni —   12/10/2021
66

La crescente internazionalizzazione di Netflix e i suoi contenuti sta creando, negli ultimi tempi, veri e propri fenomeni di massa. Dopo Stranger Things e lo spagnolo La Casa di Carta, l'ultimo successo planetario della popolare piattaforma streaming è sicuramente il coreano Squid Game. La serie strizza l'occhio un po' a tutta la cultura pop degli ultimi anni: dai manga ai videogiochi, passando per anime, film e tanto altro. Il popolo dei videogiocatori, da sempre molto ricettivo a questo genere di tendenze, non ne è ovviamente rimasto immune.

Il tema della sopravvivenza è decisamente noto e ridondante nei giochi elettronici, tanto da aver visto nascere nel corso degli ultimi anni decine di titoli basati proprio su questo concetto. Ci sono meccaniche di gioco molto diverse che abbracciano il genere survival. Una di queste è la componente horror, che pervade ogni produzione con toni più o meno splatter, a volte thriller.

Un'altra è quella dell'azione, tramite la quale il nostro personaggio, alter-ego virtuale, deve sconfiggere altri pretendenti nel corso della narrazione a trovare la via di fuga e, non per ultima, la vita stessa. C'è poi la componente della narrazione, spesso utilizzata tramite dialoghi interattivi o schermate, necessaria per dare corpo alla trama e far svolgere gli eventi del gioco.

Scopriamo insieme 7 giochi da provare dopo aver visto Squid Game.

Danganronpa

Un artwork della famosa serie Danganronpa
Un artwork della famosa serie Danganronpa

Danganronpa è una serie di videogiochi giapponesi sviluppati da Spike Chunsoft originariamente su PlayStation Portable e poi per PS Vita, PS4 e sistemi cellulari. Le meccaniche di gioco ricordano molto da vicino quanto già visto in Squid Game: una serie di ragazzi, tenuti in ostaggio da un personaggio misterioso e inquietante che si cela dietro le vesti di un robot a forma di orso, devono sopravvivere per potersi guadagnare la libertà.

All'interno del bunker dove sono rinchiusi, gli studenti partecipano a dei "processi di classe" per stabilire i colpevoli dei vari crimini che si succedono durante lo svolgimento della trama. In un modo simile a quanto già visto in Among Us, i giocatori devono quindi cercare di trovare indizi che li portino a scovare i killer.

Manhunt

il coniglio assassino in tutta la sua inquietudine
il coniglio assassino in tutta la sua inquietudine

Ancora inquietanti animali dietro gli psicopatici che si celano in queste storie di sopravvivenza e violenza. Dopo un robot a forma di orso è il turno di un terribile coniglio gigante, protagonista della popolare serie Manhunt prodotta da Rockstar Games, gli stessi di Grand Theft Auto V. La trama prende corpo dopo la falsa esecuzione di James Earl Cash, un uomo condannato a morte per gravissimi crimini.

Quest'ultimo viene salvato da un misterioso ex-regista hollywoodiano che lo utilizzerà come cavia all'interno di una sorta di snuff movie, un pericoloso e inquietante gioco di sopravvivenza dove Cash sarà chiamato a uccidere chiunque gli si pari davanti. La visuale in terza persona e l'ottimo comparto tecnico ne hanno decretato il successo su PlayStation 2 e Xbox, più il seguito del 2007 su PSP, Wii e ancora PS2.

Zero Escape

una tipica situazione da light novel giapponese
una tipica situazione da light novel giapponese

Parliamo adesso di una delle serie più vicine a quanto espresso all'interno di un telefilm come Squid Game. Kyokugen Dasshutsu, questo il titolo originale di una trilogia composta da Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors, Virtue's Last Reward e Zero Time Dilemma. La serie di Zero Escape si è fatta particolarmente apprezzare su molti portatili della scorsa generazione come Nintendo DS e 3DS, ma ha ricevuto conversioni anche su PC, iOS e due raccolta su PlayStation 4 e PlayStation Vita.

Ogni titolo segue le vicissitudini di nove persone, rapite e tenute in ostaggio da "Zero", questo il nome in codice del villain di turno. Ci sono tanti enigmi da risolvere, parti del gioco romanzate come in una light novel, altri momenti dedicati alla fuga. Soprattutto in Sol Levante, la serie ha suscitato così tanto interesse da generare una grande varietà di prodotti correlati come il romanzo pubblicato nel 2010, un anime da parte del famoso studio Gonzo, artbook colonne sonore e OST.

Your Turn to Die

tutti i protagonisti del gioco in una cover art
tutti i protagonisti del gioco in una cover art

Nankidai, eclettico mangaka e ideatore di videogiochi giapponese, ha creato una light nove Originariamente uscito su PC con il titolo Kimi ga Shine: Tasuketsu Death Game, poi tradotto nel più comprensibile inglese Your Turn to Die per i sistemi occidentali. Attualmente il gioco è arrivato al terzo capitolo di sviluppo, rilasciato per ultimo con la "Part One" della storia che vede protagonista una studentessa alle prese con un violento gioco di sopravvivenza.

Sara, questo il suo nome, se la dovrà vedere con altre nove persone, tutte rapite e rinchiuse, pur di rimanere in vita attraverso un sadico death game messo in scena da una organizzazione misteriosa. Il gioco è stato anche tradotto non ufficialmente in italiano attraverso patch e rinominato "Mors Tua".

Among Us

I simpatici protagonisti del gioco
I simpatici protagonisti del gioco

Probabilmente il più celebre tra i survival-game di questi tempi è proprio Among Us, gioco uscito nel 2018, ma arrivato alla ribalta della popolarità solo due anni dopo grazie a numerosi streamer che hanno iniziato a giocarci su Twitch. La popolazione su server è passata dalle circa 50 persone contemporaneamente a quasi un milione e mezzo nell'arco di breve tempo, costringendo lo sviluppatore Innersloth a concentrare tutti i propri sforzi nell'ampliamento dei server di gioco, piuttosto che in espansioni o sequel dello stesso.

Among Us è un survival che si svolge all'interno di quattro mappe, dove fino a 15 giocatori vestono i panni di astronauti e impostori. Nessuno conosce ovviamente l'identità degli altri, e il divertimento del gioco deriva proprio dalla scoperta di chi siano i sabotatori. L'obiettivo è di uccidere gli uni o gli altri e di rimanere in vita fino alla fine all'interno dell'astronave. Un vero e proprio Squid Game in piena regola.

Until Dawn

Una bella cutscene di Until Dawn
Una bella cutscene di Until Dawn

Uno dei giochi survival più riusciti degli ultimi anni è senza ombra di dubbio l'affascinante Until Dawn su PlayStation. Inizialmente previsto su Ps3 con il supporto della periferica Move, è stato poi spostato al 2015 direttamente sul Ps4. Il supporto Move era stato integrato proprio per la natura molto filmica e scenica del gioco, costituito da livelli all'interno dei quali i protagonisti si muovono come un in una pellicola interattiva cercando di sopravvivere, raccogliere indizi per il proseguimento della storia e raccontare i legami tra tutti i personaggi attraverso scelte multiple ben congegnate. Uno dei punti di forza di Until Dawn è il comparto grafico di primo livello e la trama avvincente che ha generato poi uno spin-off e un prequel sviluppato da Supermassive Games, sempre in esclusiva PlayStation 4.

The World Ends With You

schermata del gioco con i dialoghi tra due protagonisti
schermata del gioco con i dialoghi tra due protagonisti

Uscito inizialmente su Nintendo DS, The World Ends With You è poi apparso con un remix su Android e iOS, infine con una versione HD e rimaneggiata su Nintendo Switch. Si tratta di un gioco di ruolo giapponese molto atipico e dalla forte connotazione survival che ha avuto un discreto successo in patria e all'estero. Lo stile grafico ricorda visivamente un manga in movimento, fattore che ha poi contribuito alla genesi di un fumetto e un anime correlato al gioco. L'ambientazione è quella di Shibuya, quartiere centrale di Tokyo famoso per la statua di Hachiko e uno degli attraversamenti pedonali più celebri al mondo. Sebbene il gioco si svolga quindi in una vera città giapponese, all'interno della storia esistono molti elementi fantasy che vengono mescolati alla trama. Quest'ultima, non dissimilmente da altri videogiochi simili, vede il protagonista dover superare delle prove per poter rimanere in vita e sopravvivere.

Particolarità di The World Ends With You è soprattutto il coinvolgimento di un partner (in questo caso una ragazza chiamata Shiki Misaki) per poter svolgere le missioni e proseguire nella storia. Con diversi anni di anticipo su Stranger Things, inoltre, il gioco di Square-Enix introduceva nella storia il cosiddetto "sottosopra", chiamato non dissimilmente "underground", ambientazione parallela popolata dai Mietitori (che controllano il gioco) e Noise, mostri generati dai sentimenti negativi dei loro creatori.