AMD Radeon RX 6600 XT, Windows 11 su Steam Deck e la console Android GPD XP - Assembla che ti Passa #311

Nel nuovo Assembla che ti Passa parliamo della AMD Radeon RX 6600 XT, del supporto di Steam Deck per Windows 11 e della nuova console Android GPD XP.

RUBRICA di Mattia Armani   —   14/08/2021
4

Nell'Assembla che ti Passa di questa settimana parliamo della AMD Radeon RX 6600 XT, la neonata entry level della serie RDNA 2, e del supporto di Steam Deck per i sistemi operativi Microsoft, incluso Windows 11. Punta invece su Android un'altra console portatile, chiamata GPD XP, che nasce in funzione di MOBA e FPS.

AMD Radeon RX 6600 XT

La misteriosa scheda Vastarmor, prodotta da un'azienda di Shangai e forse costruita, in veste di OEM, da XFX
La misteriosa scheda Vastarmor, prodotta da un'azienda di Shangai e forse costruita, in veste di OEM, da XFX

Questa è la settimana della AMD Radeon RX 6600 XT, una scheda per il 1080p ad alto refresh, ma capace di dare soddisfazioni anche in 1440p con una potenza superiore a quella di una AMD Radeon RX 5700 XT. Disponibile effettivamente dall'11 agosto, la neonata AMD è arrivata in campo con prezzi esorbitanti, ma alcuni modelli nelle ore successive sono scivolati verso cifre meno folli benché comunque gonfiati. Parliamo di 500 euro per le offerte migliori in circolazione e di prezzi minimi intorno ai 600 euro nel caso dei grandi retailer. Parecchio quindi considerando che il prezzo consigliato, per i modelli base, è di 389,99 euro.

Se non altro le nuove schede AMD sono disponibili, anche su Amazon (segnaliamo ad esempio la Sapphire Radeon RX 6600 XT Pulse a 593€), e non sono le uniche a essere tornate in vendita, cosa che ci porta a sperare in ulteriori abbassamenti di prezzo oltre a quelli già visti in queste settimane. D'altronde le cifre in Europa, e in misura maggiore in Italia, sono ancora troppo alte. Non è detto però che anche in caso di una normalizzazione del mercato la AMD Radeon RX 6600 XT possa avvicinarsi ai prezzi consigliati: sembra infatti che la scheda possa diventare un must per i minatori di criptovalute. Non ha infatti limiti e offre un hash rate di 32MH/s con un consumo effettivo tra i 60 W e i 75 W e temperature di conseguenza molto contenute. Perfetta quindi per setup massicci, almeno secondo i report apparsi in rete, ovviamente da verificare in uno scenario reale.

Scheda tecnica AMD Radeon RX 6600 XT

  • Architettura: RDNA 2 Navi 23
  • Processing Core: 2048 stream processor
  • Numero transistor / dimensioni die: 11.1 miliardi / 237 mm2
  • Compute unit / ray accelerator: 32
  • Frequenze: Game Frequency 2359 MHZ, Boost Frequency 2589 MHz
  • Memoria: 8 GB GDDR6 16 Gbps, bus 128-bit, banda passante 256 GB/s
  • Typical board power / PSU consigliata: 160 W, 500 W
  • Alimentazione: 1x connettore ausiliario 8-pin
  • Risoluzione massima: 7680 x 4320
  • Prestazioni: Single Precision 10.6 TFLOP, Half Precision 21.21 TFLOP
  • Connettività: 1x HDMI 2.1, 3x DisplayPort 1.4 con DSC
  • Prezzo di lancio: 389,99 euro

Steam Deck e Windows 11

Steam Deck promette di combinare il meglio delle console con un sistema completamente aperto
Steam Deck promette di combinare il meglio delle console con un sistema completamente aperto

Il sistema operativo ufficiale di Steam Deck è un'evoluzione di SteamOS con un'interfaccia da console costruita sull'infrastruttura di Steam. Ed è compatibile con la maggior parte dei giochi Windows grazie al layer di compatibilità Proton, tassello fondamentale della strategia Valve. Ma la compagnia ha deciso comunque di fare in modo che Steam Deck sia una macchina aperta, nonostante sia basata su un'APU custom di AMD meno potente ma per filosofia analoga a quelle delle console di ultima generazione. Per questo, quando arriverà, potremo farci quello che vorremo, compreso installarci direttamente Windows 10 sperando in un buon supporto per i controlli della console portatile Valve. Il problema è che l'attuale versione del sistema operativo Microsoft è già sulla via del pensionamento e per il momento Windows 11, presentato il 24 giugno 2021, non può girare su Steam Deck.

La tecnologia colpevole, menzionata ufficialmente da uno dei designer Valve, si chiama Trusted Platform Module (TPM), ancora lui, e ha già tagliato dalla lista dei processori supportati dal nuovo Windows un sacco di CPU piuttosto potenti, per quanto datate. Ma c'è una buona notizia: l'APU AMD Van Gogh con grafica RDNA 2 può gestire il TPM. Il guaio è che serve del lavoro da parte di AMD e Valve e non è ancora stato affrontato ma almeno Greg Coomer, il designer di Steam Deck, ci ha rincuorato e ha esplicitato in via definitiva la volontà di Valve di supportare a pieno i sistemi operativi Microsoft, compreso proprio Windows 11.

GPD XP: la console portatile Android

La console GPD XP con i suoi controller e il confronto con Apple iPhone
La console GPD XP con i suoi controller e il confronto con Apple iPhone

L'interesse per Steam Deck ha risvegliato l'interesse per l'ecosistema Android di GPD, un'azienda cinese specializzata in sistemi portatili, dalle console agli ultra-compatti. Negli ultimi tre anni la compagnia con base a Shenzhen si è spostata su altri sistemi operativi tirando fuori il GPD Pocket, un laptop tascabile con supporto per Ubuntu, e diversi notebook di piccolissime dimensioni basati su Windows. Questo oltre a una massiccia console portatile con processore Intel Core-i5 di undicesima generazione, GPU integrata Intel Xe, 16 GB di RAM e una SSD da 1 TB che garantisce prestazioni ottime con uno schermo da 5.5 pollici, ma soffre lo spessore voluminoso e si presenta con un prezzo di circa 1200 euro.

La nuova console GPD XP segna invece il ritorno della compagnia a un dispositivo Android dopo 3 anni. Si può considerare il successore di GPD XD Plus una macchina uscita nel 2018 con un design a portafogli in stile Nintendo DS, mentre la nuova console sposa la filosofia lanciata da Nintendo Switch, sia nella forma che nella modularità, benché parziale. La sezione destra dei controller può infatti essere sganciata e sostituita con altri tipi di controller come evidente dall'immagine che, paradossalmente, utilizza un Apple iPhone come confronto per le dimensioni.

Scelta strana visto che parliamo di una macchina Android e nello specifico di un sistema basato su SoC MediaTek Helio G96 da 6 GB di RAM. Potrebbe quindi includere connettività 4G e arrivare a un refresh fino a 120 Hz, anche se non è detto che GPD si spinga a tanto. D'altronde, come confermano i 128 GB di storage, si tratta di un dispositivo pensato per offrire buone prestazioni, grazie a un chipset tutto nuovo al cui interno ci sono due processori Arm Cortex-A75 con frequenza fino a 2 GHz.

GPD presenta inoltre una singola batteria da smartphone, benché più capiente della media con 7000 mAh che dovrebbero garantire diverse ore di longevità con MOBA e FPS non troppo impegnativi dal punto di vista tecnico. In effetti questi sono i generi che rientrano nel target principale della macchina, da tenere però in considerazione nell'ottica del cloud gaming, una realtà in crescita pronta a trasformare qualsiasi dispositivo in una macchina per il gaming ad alto profilo.

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware per PC da gioco e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti sono graditi e le correzioni ben accette, a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

La nostra ancora di salvezza, l'AMD Ryzen 3400G è venduto in sovrapprezzo da ormai due mesi, almeno dai grandi retailer. Per questo continuiamo a preferire l'Intel Core i5-10400F, privo di possibilità di overclock ma caratterizzato da buone prestazioni in gioco, almeno per la sua fascia, e soprattutto economico.

Tra l'altro anche questa settimana abbiamo l'occasione di affiancarlo a una GeForce GTX 1050 Ti, una scheda non più recente ma comunque capace di dare qualche soddisfazione in 1080p e finalmente disponibile a poco più di 200 euro, in questo caso nel modello a singola ventola Palit StormX.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-10400F 2.9-4.0GHz 155,00 €
SCHEDA MADRE MSI B460M-A PRO 80,00 €
SCHEDA VIDEO Palit GeForce GTX 1050 Ti StormX 4 GB 220,00 €
RAM Crucial Ballistix 2x8GB 2666 MHz CL16 80,00 €
ALIMENTATORE EVGA 450 BR 80+ Bronze 40,00 €
HARD DISK Kingston A400 480GB SATA III 50,00 €
CASE BitFenix Nova Mesh SE Mid Tower 60,00 €
TOTALE 685,00 €

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

La situazione non cambia nemmeno nella fascia media. Con l'AMD Ryzen 5600X in rialzo, almeno nella grande distribuzione, ci teniamo stretto l'Intel Core i5-11600K che, alla bisogna e avendo qualche soldo in più in tasca, può essere sostituito con l'Intel Core i7-11700K. D'altronde parliamo dei due processori più interessanti dell'undicesima famiglia di processori desktop Intel.

Per la fascia media di questa settimana rendiamo onore all'arrivo della Radeon RX 6600 XT, scegliendola nonostante i prezzi gonfiati che ci portano a sconsigliare un acquisto frettoloso. Nello specifico parliamo della MSI Radeon RX 6600 XT Mech 2X, una soluzione a doppia ventola con overclock di fabbrica.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-11600K 3.9-4.9GHz 245,00 €
SCHEDA MADRE ASUS PRIME B560M-K 110,00 €
SCHEDA VIDEO MSI Radeon RX 6600 XT Mech 2X 8 GB 500,00 €
RAM Corsair Vengeance RGB PRO 2x8GB 3200MHz CL16 110,00 €
ALIMENTATORE Cooler Master MWE 650 White-V2 80+ 60,00 €
HARD DISK Crucial MX500 1 TB SATA III 90,00 €
CASE DEEP COOL MATREXX 55 V3 Mid Tower 75.00 €
TOTALE 1190.00 €

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

In fascia alta questa settimana cambiamo processore, ma non cambiamo marchio. Scendiamo infatti agli 8 core dell'AMD Ryzen 7 5800X, comunque ottimo per una potente configurazione da gioco e più adatto a chi non ha bisogno della potenza di calcolo dei Ryzen 5000 da 12 o addirittura 16 core.

Abbassato il tiro con il processore, lo facciamo anche con la GPU, in questo caso una EVGA GeForce RTX 3070 XC3, una scheda spartana ma valida che sul mercato europeo su può trovare anche a circa 750 euro. Difficile che la scheda risulti reperibile a lungo, ma dovrebbero arrivare rifornimenti mentre aspettiamo che i prezzi si facciano più appetibili anche da noi.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 9 5800X 3.8-4.7 GHz 400,00 €
DISSIPATORE Noctua NH-D15 chromax-black 100,00 €
SCHEDA MADRE Gigabyte X570 AORUS ELITE 175,00 €
SCHEDA VIDEO EVGA GeForce RTX 3070 XC3 8 GB 745,00 €
RAM G.Skill Trident Z RGB 2x16GB DDR4 3600MHz CL16 240,00 €
ALIMENTATORE ANTEC HCG-850 80+ Gold 140,00 €
HARD DISK Samsung 980 PRO SSD 1TB M.2 PCIe 4.0 195,00 €
CASE MSI MPG Gungnir 110R Mid Tower 125,00 €
TOTALE 2120.00 €