Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy, il provato

Ryza sta tornando, accompagnata da novità davvero interessanti: ecco il provato di Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy

PROVATO di Simone Pettine   —   01/12/2020
11

Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy ha sorpreso un po' tutti quanti, cultori o meno del franchise targato Gust e Koei Tecmo; il provato che vi proponiamo oggi arriva solo al termine di un lungo percorso, fatto di accenni, sorprese e (più raramente) di vere e proprie informazioni dirette. Il nuovo capitolo della serie approderà su PlayStation 5, PlayStation 4, Nintendo Switch e PC solo sul finire del prossimo gennaio 2021, questo si sapeva; erano invece ignoti tantissimi altri dettagli dell'appuntamento. Curiosa, ad esempio, la notizia legata alla protagonista: avrebbe dovuto essere una discepola/allieva dell'alchimista Reisalin "Ryza" Stout, invece sarà proprio quest'ultima, ancora una volta. E gli altri personaggi? E i luoghi da esplorare? E le meccaniche? Finalmente possiamo anticiparvi un bel po' di informazioni utili.

Personaggi: Ryza è tornata, e ha compagnia

Atelierryza2 Screenshot 01

Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy sarà il sequel ufficiale del titolo pubblicato nel 2019: per maggiori informazioni correte a riprendere la nostra recensione di Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout. In questo caso è più che mai consigliato recuperare il suddetto videogioco, e poi (soltanto in seguito) passare ad Atelier Ryza 2. La trama, tanto per fare un esempio, ricomincerà laddove si erano concluse le vicende della protagonista e del suo seguito, con la sconfitta del nemico di turno.

Sono passati tre anni da allora (nel tempo della narrazione, non nella pubblicazione dei videogiochi di Gust) e Reisalin "Ryza" Stout vive ancora sulla tranquillissima isoletta di Kurken; gli altri amici, invece, se ne sono andati già da parecchio, ognuno intenzionato a realizzare i propri sogni. Ma ecco che una lettera di Tao, il biondino, leale ricercatore nonché amico di infanzia di Ryza, invita quest'ultima nella grande capitale del regno. Come resistere all'idea di un nuovo viaggio avventuroso?

Gameplay 11

Le prime ore di gioco permetteranno di riprendere confidenza con il cast di protagonisti. Oltre a Ryza, e queste sono informazioni che possiamo riportarvi perché prive di spoiler, il giocatore potrà incontrare nuovamente Tao, poi Bos, e anche lo spadaccino Lent, tutti fortunatamente rimasti nei paraggi. Vi saranno ovviamente anche dei personaggi comprimari inediti, alcuni dei quali molto stuzzicanti: per esempio Fi, un bizzarro animaletto, e soprattutto l'affascinante Serri Glaus, che a nostro modesto parere appare una sorta di fusione tra la 2B di NieR Automata e l'evanescente Io di Code Vein.

La trama: verso le Leggende Perdute, e oltre

Gameplay 04

La trama di Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy, come si è detto, ricomincia ad una distanza di tre anni dalla conclusione della narrazione di Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout. Per la verità i primi momenti di gioco non ci sono sembrati affatto brillanti, ma è risaputo che produzioni di questo tipo hanno bisogno di almeno una decina di ore per "iniziare ad ingranare": tutto sommato l'arrivo in città con esplorazione del circondario rappresenta un unico, gigantesco tutorial; e va bene così.

Chiaramente il sequel permetterà di approfondire maggiormente la narrazione fine a se stessa, oltre all'esplorazione di un mondo affascinante che ha ancora moltissimo da dire; questa ci è sembrata immediatamente la direzione intrapresa dal nuovo episodio. Tao ha richiamato a sé Ryza con uno scopo ben preciso: esplorare i territori del Regno, e attorno alla capitale di Ashra-am Baird, per carpirne i segreti.

Gameplay 21

Difatti il ragazzo è convinto che vi sia spesso un fondo di verità alla base di ogni leggenda, e si accorgerà ben presto di avere (come sempre) ragione, dato che gli esploratori si ritroveranno alle prese con luoghi misteriosi e artisticamente validi, nonché con nemici (e pericoli) mai visti prima. La maggior parte dei contenuti ruoterà attorno alle Leggende Perdute, e tutto ciò verrà debitamente approfondito in sede di recensione.

Intervista con Junzo Hosoi, producer di Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy

Quali sono gli obiettivi che vi siete dati per questo sequel?
Vogliamo superare il precedente capitolo da ogni punto di vista e dare ai fan un vero sequel.

Come vi siete avvicinati alla scrittura della storia?
Il tema principale è la crescita di Ryza e come è cambiata negli ultimi tre anni, dall'ultima volta che l'abbiamo vista. Il gioco parlerà anche di come affronterà le diverse situazioni che le si presenteranno davanti, ad esempio il cambio di vita da una zona di campagna alla capitale Ashra-am Baird.

Cosa ci puoi dire dei nuovi personaggi?
Un personaggio che esemplifica a dovere i nuovi temi della storia è Patty: è molto diversa da Ryza, è cresciuta in città e le interazioni tra le due avranno un impatto importante sulla storia. Gli altri nuovi personaggi, Serri e Clifford, sono anche loro utili a mostrare il nuovo setting cittadino. Non sono personaggi che avresti incontrato sull'isola di Kurken.

Come si è evoluto il sistema di combattimento?
Abbiamo lavorato per migliorare il sistema di combattimento basandoci sul feedback dei fan. Era molto importante per noi essere sicuri di avere un combat system più profondo e gratificante. Ma anche più facile da utilizzare. Abbiamo raggiunto questo risultato aggiustando il numero di indicatori che l'utente deve controllare, rendendolo più accessibile. Abbiamo anche fatto in modo che la maggior parte dei comandi possano essere gestiti attraverso l'uso di un singolo bottone.

Avete rivisto il sistema che gestisce l'alchimia? Volevamo che il sistema di sintesi fosse più semplice per i nuovi giocatori ma anche abbastanza profondo per quelli esperti. Abbiamo aggiunto due novità. L'Evolve Link, che permette di creare tipologie di oggetti aggiuntivi, e poi l'Essence, che dà accesso a un numero maggiore di soluzioni. Entrambe queste opzioni danno accesso a un numero superiore di opzioni e customizzazioni.

Come avete affrontato lo sviluppo considerando le limitazioni imposte dal Covid 19?
La pandemia ha sicuramente influenzato lo sviluppo del gioco. Abbiamo sperato sulle prime di poter uscire per tempo ma poi abbiamo optato per un piccolo ricardo, così da avere un po' di tempo di sviluppo extra. Fortunatamente Koei Tecmo ci ha dato modo di lavorare da remoto velocemente, così da uscire con il gioco in tempi sensati.

Il gameplay: alcune novità

Gameplay 17

Chi temeva un mero copia incolla di tutto ciò che si è visto a suo tempo in Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout può essere (parzialmente) rassicurato: Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy ha deciso di sperimentare alcune novità, lato gameplay. E sono spunti che arrivano da produzioni contemporanee di vario tipo, ormai immancabili; va notato tuttavia che solo una parte di queste novità sarà utilizzabile a proprio piacimento, in qualsiasi luogo della mappa.

Gameplay 16

Per esempio la possibilità di nuotare in qualsiasi specchio d'acqua; non solo, arrivati ad un certo punto della storia Ryza diventerà anche in grado di immergersi per raggiungere materiali esclusivi presenti sui fondali. Ciò arricchirà la raccolta delle materie prime e il collezionismo, aspetti già notevoli anche nell'episodio precedente.

Atelierryza2 Screenshot 05

Lo sviluppo "in verticale" del titolo sarà comunque estremamente limitato, non aspettatevi mappe all'altezza di The Legend of Zelda: Breath of The Wild o di qualsiasi open world recentemente approdato sul mercato. Comunque, Ryza sembra essere diventata in grado anche di scalare piccole pareti rocciose (ma solo alcune, o solo laddove siano presenti dei rampicanti). Altre zone irte di dislivelli o burroni possono invece essere adeguatamente superate ricorrendo alla magia, tramite l'evocazione di una sorta di elastico azzurro "alla Spider-Man". Sono idee discretamente interessanti, il problema è che, per quello che abbiamo avuto la possibilità di giocare finora, anche molto situazionali.

E infine, ovviamente, sarà ancora una volta possibile arredare, curare e personalizzare la propria base, la residenza della protagonista, ora eccezionalmente collocata nella grande capitale. Qui tornerà a disposizione del giocatore anche il calderone per le attività legate all'alchimia, con nuove ricette e possibilità da sbloccare poco alla volta.

Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy punta a replicare il successo ottenuto da Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout: stessa protagonista, il ritorno di quasi tutti i personaggi del primo episodio, potenziamento generale di tutte le possibilità già offerta a suo tempo. C'è del nuovo, ovviamente: la trama prosegue e sembra farsi da subito molto interessante; è possibile nuotare, arrampicarsi e spostarsi più rapidamente in determinati ambienti (non in tutti); ci sono nuovi eroi e nemici, alcuni dei quali già da ora estremamente affascinanti. Al netto di una inevitabile ripetitività di fondo e di un costante effetto di "già visto", la produzione targata Gust ha tutte le carte in regola per fare centro ancora una volta. Ma prima vogliamo sviscerare a fondo proprio gli aspetti più innovativi, per capire bene se siano soltanto apparenti o strutturalmente ben congeniati. Voi che ne dite? Per la recensione ci sarà da aspettare ancora un po'.

CERTEZZE

  • Proseguono le avventure di un personaggio carismatico
  • Novità legate al gameplay
  • Potenzialmente più longevo del precedente
DUBBI
  • Tecnicamente parlando di poteva fare di più
  • Alchimia ancora un po' macchinosa
  • Dubbi sul reale utilizzo delle nuove meccaniche