Cuphead: The Delicious Last Course, novità e ispirazioni del DLC

In attesa di conoscere la data d'uscita di Cuphead: The Delicious Last Course, scopriamo alcune delle novità, personaggi, ambientazioni e fonti d'ispirazione per l'atteso DLC del gioco di StudioMDHR.

VIDEO di Vincenzo Lettera   —   02/04/2020
31

È da un bel po' che non si hanno nuove informazioni sul DLC di Cuphead, intitolato Cuphead: The Delicious Last Course. DLC, appunto. Annunciato nel 2018, quest'espansione del gioco originale dello Studio MDHR sarebbe dovuta arrivare l'anno scorso ma è stata poi posticipata al 2020. Ci aspettiamo nuove informazioni molto presto, ma nel frattempo vogliamo condividere con voi qualche piccolo retroscena sul DLC che è stato diffuso all'interno dell'artbook ufficiale di Cuphead. Infatti l'artbook, pubblicato pochi giorni fa ed edito da Dark Horse, racconta nel dettaglio le fonti di ispirazione e i retroscena del gioco base, ma dedica le pagine finali proprio a The Delicious Last Course.

Dopo l'uscita dell'originale Cuphead a settembre del 2017, i fratelli Moldenhauer si sono ritrovati sommersi di idee, bozzetti e spunti per personaggi, riferimenti e boss che per un motivo o per un altro non hanno trovato posto nel gioco finale.

"Queste idee ci rimbalzavano nella testa ogni giorno, e alla fine hanno cominciato a prendere forma nei nostri quadernini e appunti. A un certo punto sono diventati davvero troppi perché li ignorassimo". Questo è quello che affermano attraverso l'artbook i ragazzi del team. Poi continuano: "Nella sceneggiatura televisiva, si dice spesso che il modo migliore per capire che strada devono prendere uno show e i suoi personaggi sia quello di guardare attentamente a cosa è già successo, visto che la risposta si nasconde spesso nei dettagli degli eventi precedenti. Guardando alla storia e al mondo dell'Isola Calamaio, ci siamo subito accorti che avremmo potuto approfondire molto di più uno degli amici che Cuphead e Mugman si sono fatti lungo il percorso".

Ed ecco che entra in gioco Ms. Chalice, la star di Cuphead: The Delicious Last Course che nel gioco originale appariva come il Calice delle Meraviglie: se avete giocato il gioco ve la ricordate; era quello spirito che bisognava proteggere per un certo periodo di tempo dall'attacco di altri spettri. Il team la descrive come coraggiosa, intelligente e curiosa, e in Delicious Last Course bisognerà scoprire come e perché ha abbandonato la sua forma spettrale per tornare in vita. Nella realizzazione di Ms. Chalice, i Moldenhauer si sono rifatti ai primi design di Minnie, e mantenuto alcuni elementi chiave del Calice delle Meraviglie, come la cannuncia, il manico, e ovviamente il calice.

Mschalice Minnie
Minnie è l'ispirazione principale per Ms. Chalice

Le dimensioni e la struttura del corpo rispecchiano invece quelle di Cuphead e Mugman per mantenere coerenza nel feeling dei controlli e nel gameplay, ma Ms. Chalice avrà alcuni poteri e abilità nuove che derivano dal suo essere stata un fantasma. Una di queste abilità è un doppio salto che renderà Ms. Chalice diversa nel feeling di gioco rispetto a Mugman e Cuphead. Avere un secondo salto non è detto che renderà Ms. Chalice necessariamente più facile da controllare, perché in questo caso solo il secondo salto le permette di appallottolarsi, e non sappiamo se questo avrà ripercussioni sul gameplay: ad esempio non sappiamo se entrambi i salti permetteranno di resuscitare un compagno e parare i colpi rosa, oppure se si potrà fare solo con uno dei due. Proprio per via del doppio salto, gli sviluppatori hanno dovuto disegnare frame del tutto nuovi, col risultato che Ms Chalice ha molte più animazioni dei due personaggi originali.

Una volta acquistato il DLC, Ms. Chalice sarà poi utilizzabile anche per rigiocare i vecchi livelli di Cuphead, e considerando che le boss fight erano tarate sui moveset di Cuphead e Mugman, c'è da capire quanto diverso sarà affrontarli utilizzando il nuovo personaggio, oppure le nuove armi e abilità equipaggiate. Non è ancora chiaro poi se l'introduzione di un terzo personaggio permetterà di avere una modalità multigiocatore per tre amici oppure se in multiplayer bisognerà scegliere quale personaggio controllare. Considerando quanto caotiche diventano le boss fight con due giocatori, riesce difficile immaginare cosa possa essere giocare in tre. Come detto, comunque, Ms. Chalice non sarà l'unico personaggio introdotto in Delicious Last Course. Un po' come il personaggio di Nonno Bricco nel primo Cuphead, Chef Saltbaker fungerà da guida nella nuova isola in cui sarà ambientato il gioco, e sarà in grado di dare poteri magici attraverso i suoi manicaretti.

Cuphead The Delicious Last Course

Il titolo del gioco, The Delicious Last Course, suggerisce anche che il tema portante della storia sarà il cibo, e si rifletterà sia nei personaggi che in certe ambientazioni. Per Chef Saltbaker, gli sviluppatori si sono rifatti a vecchi cartoni come Pastry Town Wedding del 1934, e hanno sperimentato con diversi design: funghi, uova, un tostapane, un maiale, ma alla fine hanno optato per una saliera. Non solo è un modo originale per rappresentare un cuoco col cappello, ma per gli sviluppatori il sale è un ingrediente chiave nelle ricette, quindi è anche una metafora dell'importanza del personaggio.

Cuphead The Delicious Last Course Wallpaper 3

L'artbook ci ha dato inoltre qualche retroscena sui due boss che si vedono nel trailer. Partiamo dal boss delle nevi, che per il momento è chiamato molto semplicemente Snow Boss. La battaglia con lui avviene in un'arena che gli sviluppatori descrivono come una versione ghiacciata del Colosseo romano. Tanta attenzione è stata riposta al contrasto tra l'azzurro e l'arancione sia nell'aspetto del boss che nel fondale. Per le ispirazioni si è guardato a Snowtime di Ub Iwerks e al corto The Hockey Champ di Paperino, mentre il mostro si rifà non solo a cartoni classici come Jack Frost e Betty Boop in Hallowe'en Party, ma anche ad altri videogiochi, come il Sasquatch di Darkstalkers o Umaro in Final Fantasy 6. Non ci sono informazioni sui suoi pattern di combattimento, e l'unico attacco che vediamo nel trailer è quel colpo poderoso a due mani che fa emergere lame dal terreno. A tal proposito, proprio contro di lui si vede Ms. Chalice eseguire il doppio salto menzionato prima.

Maxresdefault 1
The Hockey Champ ("Paperino campione di hockey") è una delle ispirazioni per lo scenario innevato

Il secondo boss che si vede nel vecchio trailer è il gigante, per ora chiamato semplicemente Mountain Boss. Inizialmente l'idea era di creare un gigante solitario, ma poi gli sviluppatori hanno deciso di inserire nello sfondo altre montagne senzienti. Come tutti gli altri livelli di Cuphead, anche questo vuole nascondere dei dettagli capaci di raccontare la storia e la mitologia di un'ambientazione. Per il design del gigante ci si è ispirati a Brave Little Tailor di Disney e al cartone di Betty Boop, The Old Man of the Mountain. Nel combattimento contro il boss vedremo solo la testa e le braccia, visto che il combattimento avviene sopra la sua barba, ma per creare il personaggio gli artisti del team hanno realizzato bozzetti dell'intero corpo. Anche quando ci sono boss che nel gioco si vedono solo in parte, gli sviluppatori dello studio realizzano comunque bozzetti a figura intera per avere un'idea di come funzionano e si comportano nel mondo di gioco, così da poterli animare in maniera più credibile.

Cuphead The Delicious Last Course Wallpaper 5

Anche in questo caso non sappiamo che tipo di pattern d'attacco avrà il gigante, e l'unica cosa che si intuisce dal trailer è che le piattaforme che spuntano dalla sua barba avranno un ruolo fondamentale per colpirlo e per evitare i pericoli. Cuphead: The Delicious Last Course non ha ancora una data d'uscita precisa, ma la speranza è che ne sapremo di più molto presto.