Hot Wheels Unleashed provato su PC

Accolto all'annuncio con entusiasmo, Hot Wheels Unleashed riporta Milestone nel campo dei racer arcade con un titolo su licenza: l'abbiamo provato su PC.

PROVATO di Tommaso Pugliese   —   09/04/2021
37

Quella delle Hot Wheels è indubbiamente una storia di successo: nata nel lontano 1968, la linea di automobiline in metallo prodotte da Mattel ha entusiasmato i ragazzini di ogni generazione, introducendo novità di anno in anno e mantenendo intatto il proprio fascino fino a oggi: una cosa assolutamente non scontata, in un mercato volubile e dinamico come quello dei giocattoli.

È probabilmente per questo motivo che l'annuncio del nuovo titolo di Milestone ha immediatamente generato dei riscontri positivi, creando un certo tipo di aspettative legate al mix di un team talentuoso e di un franchise con così tanta storia. Tutti aspetti che abbiamo tenuto in debita considerazione quando abbiamo provato Hot Wheels Unleashed su PC.

Struttura

Hot Wheels Unleashed, una vettura affronta le curve a colpi di derapate.
Hot Wheels Unleashed, una vettura affronta le curve a colpi di derapate.

La demo di Hot Wheels Unleashed che ci è stata fornita da Milestone è piuttosto asciutta in termini di contenuti, con la sola modalità Gara Veloce accessibile dal menu principale, sei vetture e quattro tracciati disponibili. Si intravedono tuttavia i contenuti che dovremmo trovare nella versione completa del gioco, in uscita il 30 settembre su tutte le piattaforme: PC, PS5, PS4, Xbox Series X|S, Xbox One e Nintendo Switch.

Oltre ai quick mode, il gioco promette infatti una corposa carriera in cui potremo gareggiare all'interno di oltre quaranta tracciati, guidando più di sessanta automobiline, con la possibilità di utilizzare un Track Builder per creare le nostre piste dei sogni e un editor per personalizzare ogni singolo veicolo. Ulteriori dettagli, tuttavia, non sono noti al momento.

Hot Wheels Unleashed proverà a trasmettere il brivido di sequenze come questa.
Hot Wheels Unleashed proverà a trasmettere il brivido di sequenze come questa.

Quella che abbiamo testato è inoltre una build pre-alpha, dunque un vero e proprio "work in progress" rispetto a ciò che troveremo nei negozi fra qualche mese, con un bel po' di feature mancanti sia sotto il profilo tecnico che sotto quello del gameplay, ancora privo del bilanciamento e delle regolazioni che potrebbero fare la differenza nel caratterizzare l'esperienza e la sua reale vocazione arcade.

Torniamo quindi ai contenuti che abbiamo potuto provare: i quattro tracciati si chiamano Speed Vault, Spider Trial, Dragon's Den e Attic Troubles, e già questo dà un'idea del tipo di esperienza che puntano a offrire. Si passa infatti dalle linee semplici di una pista "normale" alle elaborazioni più stravaganti della tradizione delle Hot Wheels, fra ragni giganti e caverne a forma di drago.

Gameplay

Hot Wheels Unleashed, alcune delle vetture vantano un design fuori dal comune.
Hot Wheels Unleashed, alcune delle vetture vantano un design fuori dal comune.

L'idea alla base di Hot Wheels Unleashed dovrebbe essere quella di unire il fascino di correre all'interno di un contesto miniaturizzato, come accadeva nel classico Micro Machines targato Codemasters del 1991, alle acrobazie frenetiche, all'immediatezza e alle personalizzazioni di Trackmania. Durante i nostri test abbiamo ritrovato entrambi questi aspetti, sebbene in maniera un po' vaga.

Le sei vetture presenti nella demo, numerate per verificare la corrispondenza con le vere Hot Wheels, come avvenuto per la linea di giocattoli a partire dalla fine degli anni '80, presentano le tradizionali differenze in termini di velocità finale, capacità frenante, accelerazione e slot per il turbo, ma una volta in pista l'approccio alla gara tende a conformarsi.

Hot Wheels Unleashed include sezioni magnetiche per percorrere i tracciati sfidando la gravità.
Hot Wheels Unleashed include sezioni magnetiche per percorrere i tracciati sfidando la gravità.

Un sistema di derapate alla Ridge Racer consente infatti di affrontare i tornanti senza dover alzare il piede dall'acceleratore, agendo sul freno per far partire il retrotreno e gestire la posizione dell'auto finché non si esce dalla curva, percorrendo magari in contemporanea una rampa di accelerazione.

Tuttavia al momento il modello di guida non si concede completamente alle dinamiche arcade che è lecito attendersi da un prodotto del genere, richiedendo spesso e volentieri aggiustamenti di traiettoria al limite, frenate per nulla convenienti dal punto di vista competitivo, "incastri" fra le sezioni e un livello di difficoltà sbilanciato verso l'alto.

Realizzazione tecnica

Hot Wheelss Unleashed, una delle auto in derapata.
Hot Wheelss Unleashed, una delle auto in derapata.

Sul fronte della realizzazione tecnica, per ora Hot Wheels Unleashed non è del tutto aderente alle atmosfere promesse dal trailer d'esordio, che potete rivedere qui sotto. Colpa anche della build assolutamente non definitiva che ci è stata data in prova, in cui vengono utilizzati asset temporanei e soluzioni non ancora implementate.

La sensazione è che al titolo targato Milestone manchi un po' di personalità, le ambientazioni esterne al circuito sono generiche e non viene trasmessa appieno la peculiarità, a nostro avviso fondamentale, che le vetture che gareggiano sono in realtà delle automobiline di metallo lunghe pochi centimetri. Ne abbiamo comunque osservata in azione solo una, quindi aspettiamo di mettere le mani su una versione più ricca di contenuti per farci un'idea più strutturata.

La demo di Hot Wheels Unleashed gira sulla nostra RTX 3070 a 4K e 60 fps stabili, il che rappresenta un buon punto di partenza, ma da qui al lancio speriamo di vedere l'introduzione di alcune migliorie sul piano grafico.

Auspichiamo in particolare un'enfasi sull'effettistica (ci sarebbe davvero bisogno del ray tracing!) che possa rendere più accattivanti le superfici e una serie di spunti più fantasiosi per quanto concerne la resa visiva e la varietà degli scenari.

La demo di Hot Wheels Unleashed che abbiamo provato è un chiaro ed evidente work in progress, un piccolo assaggio dell'esperienza che Milestone sta cercando di mettere a punto. C'è ancora parecchio lavoro da fare per il team italiano, l'obiettivo è ritrovare lo spirito delle origini e puntare su soluzioni vivaci per esaltare la giocattolosità del suo nuovo racer su licenza Hot Wheels.

CERTEZZE

  • La versione completa vanterà numeri di tutto rispetto
  • Il fascino collezionistico delle Hot Wheels si comincia già a percepire
  • Il Track Builder promette grandi cose
DUBBI
  • Al momento l'esperienza appare un po' generica
  • Gameplay non ancora a fuoco
  • C'è tanto lavoro da fare sul piano tecnico