NVIDIA GeForce RTX 3090 SUPER, GPU Intel ARC e dettagli su AMD Zen 4 - Assembla che ti Passa #312

Il nuovo Assembla che ti Passa è tutto dedicato alle GPU del prossimo futuro con NVIDIA, Intel Arc e le soluzioni integrate di AMD Zen 4.

RUBRICA di Mattia Armani   —   28/08/2021
46

I prossimi 16 mesi si prospettano tra i più interessanti di sempre per il mondo della tecnologia, visto l'arrivo di processori di nuova concezione, architetture impilate e schede video che promettono enormi passi in avanti in termini di potenza. Ma non è il caso di avere troppa fretta. NVIDIA potrebbe non avere ancora finito con la serie 3000, Intel deve ancora fare il suo debutto nel campo delle schede da gaming e AMD ha tra le sue priorità quella di spingersi in avanti nel campo della grafica integrata. Ne parliamo, ovviamente, nel nuovo Assembla che ti Passa.

NVIDIA GeForce RTX 3090 SUPER

La NVIDIA GeForce RTX 3090 SUPER dovrebbe essere una versione sbloccata della RTX 3090
La NVIDIA GeForce RTX 3090 SUPER dovrebbe essere una versione sbloccata della RTX 3090

Con l'arrivo delle NVIDIA GeForce RTX 3000 Ti si è fatta notare la mancanza di una versione potenziata della NVIDIA GeForce RTX 3090, affiancata invece, almeno in gaming, da una NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti da 12 GB di memoria in grado di garantire prestazioni analoghe nei giochi. Ma sembra che NVIDIA non abbia ancora chiuso i conti con la serie 3000 e stia lavorando su una NVIDIA GeForce RTX 3090 SUPER, protagonista dei rumor di questi giorni.

Tra l'altro parliamo di due rumor perfettamente compatibili tra loro e provenienti da fonti affidabili. Le cose sono partite infatti dall'account Twitter di Greymon55, nome più che noto nel campo delle indiscrezioni, per arricchirsi di nuove informazioni grazie a kopite7kimi che ha ribadito l'arrivo di una nuova scheda ammiraglia basata sul chip GA102 completamente sbloccato, nella versione GA102-350-A1 con tutti i 10752 CUDA core attivi, e di 21 GB di memoria, il quantitativo di memoria che avrebbe dovuto avere originariamente la NVIDIA GeForce RTX 3090.

Chiaramente in termini di silicio il salto appare piuttosto modesto, considerando che parliamo di appena 256 CUDA core in più, ma ci aspettiamo frequenze molto più elevate di fronte alla possibilità di un consumo superiore ai 450W, 100W in più rispetto a quello dell'attuale ammiraglia. La scheda dovrebbe arrivare nei prossimi mesi, forse per rispondere alla revisione del chip Navi 21 XTXH delle nuove Radeon RX 6900 XT o forse per avere qualcosa di vistoso da mettere in campo per attirare un po' di attenzione durante il futuro lancio delle schede video Intel ARC.

Intel ARC GPU

Uno dei prototipi delle schede Intel ARC basate su architettura Xe-HP
Uno dei prototipi delle schede Intel ARC basate su architettura Xe-HP

Dalle prime schede Intel, complici parecchi rumor dettagliati, non ci aspettiamo modelli di fascia estrema in grado di reclamare la corona del mercato delle GPU da gioco, ma schede di fascia medio-alta con un modello di punta potente all'incirca come una NVIDIA GeForce RTX 3070. Purtroppo il breve annuncio delle schede Intel ARC, avvenuto qualche ora prima dell'Architecture Day 2021, non ha chiarito questo dettaglio, ma ha confermato la presenza di hardware dedicato al ray tracing e di una forma di upscaling basato sull'IA, come il potente DLSS NVIDIA, chiamato XeSS. Nulla di nuovo, comunque. Solo conferme, come nel caso del pieno supporto per le librerie DirectX 12 Ultimate, DirectX Ray Tracing e Vulkan.

Ma qualche novità in merito al supporto è spuntata fuori. Proseguendo la tradizione iniziata con l'ottimo Intel Extreme Tuning Utility, Intel offrirà pieno supporto per l'overclock anche con le sue schede video, consentendo di spingere le schede ARC, basate sull'evoluzione dell'architettura Xe, direttamente dal software proprietario. Inoltre l'hardware include silicio dedicato al video encoding, pensato per garantire la possibilità di catturare video e di effettuare streaming direttamente da un software che arriverà sul mercato già al pari con quello della concorrenza. D'altronde Intel deve fare qualcosa in più scendendo in campo come terzo incomodo, con le intenzioni di diventare un attore principale anche nel campo delle schede video da gaming.

AMD Zen 4 con grafica integrata di serie

Il diagramma trapelato sulle CPU AMD Zen 4 Raphael
Il diagramma trapelato sulle CPU AMD Zen 4 Raphael

Anche nel caso di AMD la notizia principale riguarda la grafica, benché in questo caso integrata. Si parla di avanzamenti importanti con l'arrivo dei processori Zen 4 equipaggiati con GPU NAVI 2, senza dubbio superiori alle attuali Vega e quindi probabilmente in grado di garantire un'esperienza 1080p di buona qualità. La conferma arriva dalle informazioni emerse dai documenti sottratti durante un attacco hacking nei confronti di GIGABYTE.

Pare infatti che i processori basati sulla prossima architettura AMD avranno la grafica integrata di serie e non sarà più un'opzione secondaria vincolata al brand Ryzen G. Questo non significa che non vedremo processori Ryzen 6000 o 7000 privi di grafica integrata, ma a quanto pare non saranno più l'offerta principale, un po' come accade in casa Intel, ed è una cosa che non ci sorprende. L'evoluzione di queste soluzioni ne ha fatto prodotti sempre più interessanti per compatti, all-in-one e configurazioni pensate per chi vuole un PC versatile ma economico per studiare e giochicchiare senza dover investire cifre importanti.

Tra le informazioni troviamo anche menzioni la DisplayPort 2.0, cosa che ci porta a dare per scontato il supporto per l'HDMI 2.1. Inoltre si parla anche di 4 linee PCie 4.0 ma se questa informazione fosse confermata significherebbe ancora niente PCIe 5.0 per il socket AM5, probabilmente destinato a restare in campo per due o tre generazioni di CPU e quindi per due o tre anni. Sia chiaro, la connettività PCIe 4.0 è più che sufficiente per sfruttare DirectStorage e anche per le GPU di prossima generazione, ma questo compromesso potrebbe dare un vantaggio a Intel, già diretta verso il PCIe 5.0 con Alder Lake.

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

L'AMD Ryzen 3400G resta sovraprezzato, cosa che ci spinge a restare sull'Intel Core i5-10400F, un processore della generazione passata ma decisamente potente per una configurazione budget in grado di sostenere qualsivoglia scheda video.

A noi, comunque, basta la NVIDIA GeForce RTX 1050 Ti che è tornata a salire di prezzo, ma risulta comunque disponibile a meno di 240 euro e garantisce una potenza quasi doppia rispetto alla Vega 11 integrata dell'AMD Ryzen 3400G.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-10400F 2.9-4.0GHz 155,00 €
SCHEDA MADRE MSI B460M-A PRO 90,00 €
SCHEDA VIDEO GIGABYTE GeForce GTX 1050 Ti OC 4 GB 235,00 €
RAM Crucial Ballistix 2x8GB 2666 MHz CL16 75,00 €
ALIMENTATORE EVGA 450 BR 80+ Bronze 40,00 €
HARD DISK Kingston A400 480GB SATA III 45,00 €
CASE BitFenix Nova Mesh SE Mid Tower 60,00 €
TOTALE 700,00 €

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Sfruttando un piccolo rialzo dell'Intel Core i5-11600K e un piccolo calo di prezzo per l'AMD Ryzen 5600X, torniamo a scegliere quest'ultimo che offre linee PCIe 4.o in quantità, almeno per una configurazione di questo tipo, e tutta la potenza necessaria per qualsivoglia scheda video.

Non che ci sia data troppa facoltà di scelta, visto il rallentamento nella discesa dei prezzi che vede le NVIDIA GeForce RTX 3060 subito disponibili costare ben oltre 600 euro nel caso di modelli non certo spinti al massimo.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 5600X 3.7-4.6GHz 280,00 €
SCHEDA MADRE ASUS ROG STRIX B550-F GAMING (WI-FI) 160,00 €
SCHEDA VIDEO ZOTAC GeForce RTX 3060 Twin Edge OC 12 GB 640,00 €
RAM Corsair Vengeance RGB PRO 2x8GB 3200MHz CL16 100,00 €
ALIMENTATORE Cooler Master MWE 650 White-V2 80+ 60,00 €
HARD DISK Crucial MX500 1 TB SATA III 90,00 €
CASE DEEP COOL MATREXX 55 V3 Mid Tower 75.00 €
TOTALE 1405.00 €

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Per la seconda settimana ci accontentiamo di una configurazione di fascia alta ma non estrema, puntando sugli 8 efficienti core dell'AMD Ryzen 7 5800X, sceso di prezzo di di altri 10 euro e perfetto per abbinarsi alle schede video più abbordabili, seppur comunque sovra prezzate, del momento.

Purtroppo la forte richiesta sulle NVIDIA GeForce RTX 3070 ne ha rialzato il prezzo, ma a salvarci, a patto di non bramare assolutamente il DLSS, c'è la AMD Radeon RX 6700 XT Mech 2X 12G OC, comunque resa costosa da rincari folli, ma reperibile.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 7 5800X 3.8-4.7 GHz 390,00 €
DISSIPATORE ARCTIC Liquid Freezer II 240 RGB 95,00 €
SCHEDA MADRE Gigabyte X570 AORUS ELITE 190,00 €
SCHEDA VIDEO AMD Radeon RX 6700 XT MECH 2X OC 12 GB 785,00 €
RAM G.Skill Trident Z RGB 2x16GB DDR4 3600MHz CL16 240,00 €
ALIMENTATORE EVGA 850 GQ 80+ Gold 110,00 €
HARD DISK Samsung 980 PRO SSD 1TB M.2 PCIe 4.0 195,00 €
CASE MSI MPG Gungnir 110R Mid Tower 100,00 €
TOTALE 2105.00 €