Pokémon Spada e Scudo: differenze, missioni secondarie e molto altro nell'intervista a Junichi Masuda 17

A Londra abbiamo intervistato Junichi Masuda, una delle leggende del mondo dei videogiochi, nonché producer di Pokémon Spada e Pokémon Scudo: ecco cosa ci ha raccontato!

INTERVISTA di Raffaele Staccini   —   24/10/2019

All'inizio di ottobre abbiamo visitato gli uffici di The Pokémon Company a Chiswick Park, Londra. Qui abbiamo potuto intervistare una delle leggende del mondo dei videogiochi, nonché membro storico di Game Freak e creatore di tanti giochi Pokémon: Junichi Masuda. Masuda è stato director di quasi tutti i giochi della serie principale da Rubino e Zaffìro in poi e negli ultimi anni ha ricoperto spesso il ruolo di producer negli ultimi capitoli della serie. Ruolo questo, che ha ripreso anche in Pokémon Spada e Pokémon Scudo.

A Londra non abbiamo avuto tempo per moltissime domande, anche perché con la presenza di un interprete i tempi si allungano inevitabilmente; in più, gran parte del tempo è stata impegnato da un corposo hands-on dei giochi, di cui abbiamo parlato nel recente provato di Pokémon Spada e Pokémon Scudo. Siamo comunque riusciti a fare una bella chiacchierata con una delle leggende del mondo dei videogiochi, nonché producer dei giochi di ottava generazione. Ecco tutto quello che abbiamo scoperto.

Pokemon Spada Scudo Intervista Masuda Gameplay Ita Video Immagine

Buon pomeriggio, Masuda-san, partiamo subito con una domanda di carattere generale: da un po' di tempo capita di trovarti in un ruolo differente rispetto al tuo classico lavoro come director, ovvero quello di producer. Questo ha cambiato il tuo modo di approcciarti agli ultimi giochi della serie?
Ultimamente ho lasciato spesso il ruolo di director ai membri più giovani dello staff e, nel caso di Spada e Scudo, è Shigeru Ohmori a ricoprire questo incarico. Ciò che cambia il mio approccio allo sviluppo come producer è che, anche se ho delle idee su cosa introdurre nel gioco, o cosa potrebbe essere bene inserire, cerco di rimanere fuori dalle riunioni preliminari perché voglio vedere cosa vuole fare il director e supportare la sua visione e la direzione che vuole prendere. Aiutare a concretizzare queste idee credo sia il modo migliore per far crescere il mondo di Pokémon e proiettarlo nel futuro.

I Pokémon sono oggi uno dei brand più famosi e apprezzati al mondo, ma Game Freak è nata come una realtà piuttosto piccola: quando avete realizzato che questi mostriciattoli fossero diventati un fenomeno mondiale?
Quando i primi giochi sono arrivati sul mercato internet non era uno strumento strutturato come oggi. Abbiamo avuto un indizio che stessero avendo del successo quando abbiamo saputo dai negozi e dalle riviste giapponesi che stavano vendendo bene e che stavano diventando popolari. Ma abbiamo capito la portata del fenomeno solo due anni dopo, quando li abbiamo localizzati e pubblicati negli Stati Uniti; non solo i videogiochi, ma anche il gioco di carte, la serie animata e il film. Il film in particolare ci ha sorpreso e vedere tutte queste cose commercializzate nel mondo ci ha fatto realizzare che sì, Pokémon era diventato un fenomeno globale.

Pokemon Spada Scudo Intervista Masuda Gameplay Ita Video Immagine 2

Negli ultimi vent'anni hai lavorato praticamente solo a Pokémon. Ma se potessi scegliere un'IP di un altro publisher, nella creazione di quale gioco ti piacerebbe essere coinvolto?
Piuttosto che lavorare a una IP esistente, se proprio dovessi fare qualcosa di diverso da Pokémon mi piacerebbe lavorare a qualcosa completamente nuovo, creare un nuovo tipo di gioco. Sai, ho parecchie idee, alcune collegate a Pokémon, pensate per fargli prendere una direzione differente, e altre completamente nuove che potrebbe essere interessante esplorare. Certo, amo anche tanti giochi realizzati da altri publisher, ma piuttosto che unirmi a loro e lavorare a qualcosa che già esiste penso che preferirei mettermi in gioco e creare qualcosa di inedito.

Immagino tu conosca la Sindrome di Lavandonia e le tante leggende spaventose che nel corso degli anni si sono sviluppate intorno a Pokémon. Che cosa ne pensi?
In realtà non ho grande familiarità con la sindrome di Lavandonia. Sono consapevole che la musica che ho composto per quella città sia piuttosto strana e spaventosa, ma non sono mai andato molto oltre questo. Riguardo invece le leggende spaventose intorno a Pokémon, mi piace parlare con i fan e sapere che tipo di storie hanno sentito. È sempre sorprendente scoprirle e mi chiedo sempre dove questo tipo di leggende sono iniziate e chi se n'è uscito con queste leggende per la prima volta. È molto interessante, ma non conosco nulla nello specifico.

A questo punto è necessario fare una pausa per spiegare cos'è successo a telecamere spente. Masuda, il traduttore e i pr inglesi, infatti, non avevano idea di cosa fosse la Sindrome di Lavandonia: abbiamo quindi spiegato loro che, secondo una teoria, alcuni bambini sarebbero impazziti ascoltando con le cuffie la versione originale del brano. Potete trovare maggiori informazioni su Wikipedia, mentre la reazione di Masuda a questa scoperta è stata piuttosto divertente: la trovate nel video in testa all'articolo.

Ma torniamo ai giochi: ci sono differenze nelle storie di Spada e Scudo?
Sì, ci sono. In termini di differenze concrete tra le due versioni, ci sono ovviamente Pokémon diversi, ma questa volta ci sono anche capipalestra che variano a seconda delle versioni. Per esempio abbiamo Fabia, in Pokémon Spada, e Onion, in Pokémon Scudo. Di conseguenza alcune scene di intermezzo e conversazioni cambieranno a seconda della versione scelta. Ci poi tante altre piccole differenze tra le due versioni, inserite all'interno dei gioco dal director Ohmori, e speriamo che i giocatori cercheranno di scoprirle all'uscita su Nintendo Switch il 15 novembre. Tra l'altro verranno pubblicati in ben 9 lingue, quindi potranno divertirsi a provarci giocatori praticamente da ogni angolo del pianeta. Crediamo che ne valga la pena, quindi speriamo possiate godervi questa scoperta.

Pokemon Spada Scudo Intervista Masuda Gameplay Ita Video Immagine 1

Ci sono invece missioni secondarie strutturate in modo da raccontare il background dei personaggi?
Ci sono tanti nuovi elementi di gameplay all'interno del mondo di gioco, soprattutto le Terre Selvagge, dove puoi scambiare Pokémon, lottare e prendere parte ai Raid Dynamax, e in generale puoi divertirti con diversi aspetti dell'esperienza. La storia non è solo quella raccontata nella campagna, ma il gioco stesso, e ci piace molto quando i giocatori riescono a creare le proprie storie e a sfruttare le diverse aree per creare i propri ricordi.

Sappiamo che Galar è ispirata alla Gran Bretagna e che ci sono miti sui giganti. Siccome il Regno Unito è vicino alla Francia, che a sua volta ha ispirato Kalos, dove tra l'altro compare un gigante, ovvero AZ: le due regioni sono collegate? E potremo tornare a Kalos?
No, non sono collegate.

Cosa ne pensi delle critiche alla grafica del gioco arrivate da una parte del pubblico dopo i primi trailer?
Sì, ho visto i commenti e questo genere di feedback online. Ma dal nostro punto di vista non è importante solo la grafica, ma anche il feeling che il giocatore ha pad alla mano e come reagisce andando avanti. Per quanto riguarda le Terre Selvagge, per esempio, non c'è solo quello che vedete a schermo, ci sono un sacco di connessioni che funzionano in background. È difficile giudicare il gioco solo dall'apparenza, è necessario mettersi a giocarlo, sperimentare i vari elementi, e siamo sicuri che ciò che abbiamo creato è un'esperienza fantastica per i fan. Certo, una volta che il gioco sarà uscito non vediamo l'ora di conoscere il feedback dei fan e le loro opinioni sui giochi.

Qual è il tuo Pokémon preferito di Galar?
Sirfetch'd, esclusivo di Pokémon Spada, mi piace molto, ma il mio preferito in assoluto è un Pokémon molto importante nel gioco, nonché uno dei primi a comparire a Galar. E non vedo l'ora di saperne di più sulle sue evoluzioni. Il mio preferito, insomma, è Scorbunny. Penso che sia carino ed è fico avere subito un Pokémon simile a un coniglio. Quindi, sì, lui è il preferito.

Ultima e più importante tra tutte le domande poste finora: troveremo mai un Mew nascosto sotto un camion?
Se Mew dovesse mai comparire sotto un camion sarei molto felice di trovarlo io!