PS5, il teardown passo per passo

Sony ha finalmente mostrato l'interno di PS5 con un teardown ufficiale in cui la console next-gen viene smontata pezzo per pezzo: ecco la nostra analisi.

SPECIALE di Tommaso Pugliese   —   08/10/2020
127

PS5 è stata protagonista poche ore fa di un teardown ufficiale in cui la console Sony viene smontata pezzo per pezzo, rivelando finalmente la componentistica interna, il sistema di dissipazione e, in generale, la disposizione dei vari elementi.

Le generose dimensioni di PlayStation 5 finiscono per essere ancora una volta confermate nel video, ma forse nessuno si aspettava di scoprire che il grosso della superficie interna è occupato proprio dai meccanismi deputati all'estrazione del calore, caratterizzati da un enorme radiatore e da una ventola da 120 millimetri di diametro e 45 millimetri di spessore.

Supporto

La prima rivelazione nel teardown di PS5 arriva dal supporto nero posto alla base della console, necessario per posizionarla sia in verticale che in orizzontale. Il meccanismo non è semplicemente a incastro: per passare al posizionamento in orizzontale bisogna utilizzare un cacciavite con cui estrarre appunto una vite, che va poi agganciata in un piccolo vano posto nella parte inferiore del supporto.

Dallo stesso vano si tira fuori un minuscolo tappo che va a coprire il foro lasciato dalla vite. A quel punto il supporto circolare viene fatto scorrere, fino a effettuare uno scatto, per nascondere il vano appena citato. È quindi possibile agganciarlo al retro di PlayStation 5, stavolta sì attraverso un sistema a incastro, per trovare posto come un piede sotto la console.

Ps5 Teardown 01

Pannelli

Si è parlato spesso negli ultimi mesi di come i pannelli laterali di PS5 potessero essere rimossi facilmente e sostituiti con eventuali versioni differenti, così da rivoluzionare il design della console. Ebbene, il teardown ha confermato tale possibilità, mostrando quanto sia semplice smontare le due ampie "ali" bianche della piattaforma next-gen Sony, che si staccano effettuando una banale pressione.

Una volta esposto il corpo centrale della macchina, completamente nero, si notano le griglie attraverso cui l'aria viene aspirata verso l'interno, l'alloggiamento della ventola e due feritoie collegate a un sistema di raccolta della polvere: per effettuare la pulizia del sistema basterà aspirare da questi fori, in maniera dunque molto immediata.

Ps5 Teardown 02

Slot di espansione

Come già noto, PS5 consente di espandere la memoria interna, pari a 825 GB, attraverso il collegamento di drive SSD NVMe M.2 con interfaccia PCI Express 4.0 che siano compatibili con il sistema. Non parliamo dunque di schede proprietarie, bensì di moduli standard che possono essere montati in quattro differenti formati: 2280, 2260, 2242 e 2230.

Lo slot per l'espansione è stato mostrato in video, rivelando un accesso piuttosto rapido e sorprendentemente semplice, se consideriamo appunto la compatibilità con i normali SSD NVMe M.2. In questo momento i prezzi di tali componenti sono più o meno proibitivi, ma hanno già subito importanti riduzioni negli ultimi tempi e continueranno a scendere a maggior ragione ora che possono contare sul supporto della console Sony.

Ps5 Teardown 03

Sistema di dissipazione

Veniamo all'elemento chiave del teardown di PS5, ovverosia l'ampio sistema di dissipazione ideato dagli ingegneri Sony per consentire alla console di estrarre in maniera efficace e silenziosa il calore prodotto dalla componentistica interna. Una singola ventola da 120 millimetri di diametro e 45 millimetri di spessore, che occupa l'intera larghezza del sistema, fa entrare l'aria fresca attraverso le griglie poste su entrambi i lati e la porta fino al radiatore, per poi far uscire l'aria calda dal retro della macchina.

Solo l'alloggiamento della ventola occupa quasi un terzo della lunghezza di PlayStation 5, e ciò fornisce una prima indicazione su quanto l'azienda abbia investito, anche e soprattutto dal punto di vista volumetrico, su di un sistema di dissipazione che fosse in grado non solo di mantenere stabili le temperature d'esercizio della console, ma anche di svolgere il proprio lavoro in maniera silenziosa, ricorrendo a regimi di rotazione contenuti.

Ps5 Teardown 04

Nella parte inferiore dello chassis trova posto la scheda madre. Dei componenti specifici parleremo fra un attimo, ma vale certamente la pena di notare l'originale soluzione adottata in luogo della tradizionale pasta termica: uno strato di metallo liquido che assorbe il calore dal processore e lo trasmette al dissipatore, adattando la propria consistenza a seconda della temperatura di esercizio e garantendo così performance sempre stabili.

Sotto la scheda madre si nasconde un altro elemento fondamentale per il raffreddamento di PS5, ovverosia un enorme radiatore in metallo, munito di heatpipe, realizzato con questa specifica forma perché potesse offrire le stesse prestazioni dissipanti di una camera a vapore. Il radiatore assorbe il calore emanato dal SoC e viene raffreddato dal flusso d'aria che poi sfoga verso il retro.

Ps5 Teardown 05

Lettore disco

Fra le varie conferme del teardown di PS5 troviamo anche il fatto che il lettore disco Blu-Ray Ultra HD sia stato praticamente aggiunto a un design già finito, una sorta di corpo esterno isolato da tutto il resto, dotato di un guscio che serve per smorzare le vibrazioni e garantire una lettura dei dati precisa e affidabile.

Processore e GPU

Torniamo quindi alla scheda madre, che sembra avere delle dimensioni superiori a una Mini ITX ma ospita, come sappiamo, un SoC composto da processore, GPU e un totale di 16 GB di RAM GDDR6 che funzionano a una velocità di 448 GB/s. Sulla motherboard trova posto anche l'SSD da 825 GB, più defilato rispetto agli altri chip.

La CPU è un AMD Ryzen con architettura Zen 2, otto core e sedici thread, e funziona a una frequenza massima di 3,5 Ghz. Per quanto riguarda invece la GPU, si tratta di una AMD Radeon custom basata su architettura RDNA 2, con frequenza massima di 2,23 GHz e una potenza di 10,3 TFLOPS.

Ps5 Teardown 06

Alimentatore

L'alimentatore di PS5 è interno, ha una potenza di 350 W e vanta una forma a "L" che gli consente di essere posizionato senza problemi sul fondo della console, similmente a quanto accade per i notebook. Presenta due piccole griglie per il passaggio dell'aria, ma non sappiamo esattamente come venga raffreddato.

Sensazioni generali

Il teardown di PS5 era parecchio atteso e dal video di approfondimento realizzato da Sony arrivano importanti conferme. Si spiegano, in particolare, le generose dimensioni della console, per larga parte impiegate al fine di equipaggiare un sistema di dissipazione grosso e prestante, che possa mantenere stabili le temperature e al contempo garantire una certa silenziosità.

Alla fine anche il controverso design di PlayStation 5, dunque, ha un suo perché e un paio di interessanti assi nella manica, come ad esempio i pannelli laterali smontabili con grande semplicità, che potrebbero dar vita a un mercato di ricambi personalizzati per rivoluzionare l'estetica della piattaforma, e la compatibilità con diversi modelli di SSD NVMe M.2 con cui espandere la memoria di sistema.