Top 5 Indie, i cinque migliori Indie di aprile

Scopriamo i cinque titoli indie più interessanti di aprile nella nostra rubrica Top 5 Indie

SPECIALE di Luca Porro   —   01/04/2021
10

Da febbraio abbiamo iniziato a offrirvi, ogni inizio mese, una panoramica sulle uscite più interessanti che nelle settimane a seguire l'articolo avrebbero contraddistinto la scena videoludica indipendente. Anche in questo caso dunque ci apprestiamo con Top 5 Indie a snocciolare alcune delle uscite più interessanti di questo mese. A differenza degli episodi precedenti però ci teniamo a sottolineare come oltre ai cinque titoli qui citati ci siano almeno altrettante uscite ad aprile che hanno riscosso discreta attenzione del pubblico. Ovviamente abbiamo scelto quelli che a nostro avviso sono i più interessanti, ma vi sproniamo a restare comunque vigili sulle uscite di questo mese. Siamo dunque pronti a svelarvi i titoli più interessanti nella Top 5 Indie di aprile.

Smelter

Smelter: uno stage di gioco
Smelter: uno stage di gioco

Il 22 aprile PS4, Xbox One, Switch e PC si apprestano a vedere debuttare un action-platformer con componenti strategiche davvero interessante sviluppato da X Plus. Smelter, questo il nome del titolo, punta decisamente sull'effetto nostalgia per quanto riguarda l'ispirazione ai capisaldi del genere d'epoca 16 bit, cercando allo stesso tempo di portare in gioco la sua forte personalità. A colpire di Smelter non è solo il lato artistico decisamente marcato e interessante, ma anche il suo focus sulle combo e sulla frenesia dei combattimenti. L'originalità di Smelter vuole essere sì la marcata componente narrativa, ma anche l'alternanza tra livelli memorabili e sezioni più strategiche e riflessive. Riuscirete ad aiutare Eva nella sua disperata ricerca di Adamo dopo la distruzione del giardino dell'Eden?

Buildings have feelings too!

Buildings have feelings too!: una sezione di gestione della città
Buildings have feelings too!: una sezione di gestione della città

In un meglio precisato giorno di aprile (il giorno esatto verrà annunciato nella settimana del 5 aprile) Blackstaff Games riuscirà a far debuttare su PC, Xbox One, PS4 e Switch il suo Buildings have feelings too!. Il titolo è un gestionale che parte dall'epoca Vittoriana e arriva fino al giorno d'oggi. Il vostro obiettivo sarà quello di costruire e far prosperare la vostra città, ma allo stesso tempo dovrete ricordarvi che anche gli edifici hanno dei sentimenti e delle emozioni. La peculiarità del titolo sarà quella del mantenimento dei rapporti con gli edifici cercando di evitare che lo storico hotel di quartiere cha visto epoche differenti, ammodernandosi, venga abbattuto. Non solo perché questo comporterebbe de malus, ma anche perché la sua banda di amici (il fiorista, il cinema e la villetta) potrebbero soffrire molto di tale perdita. Buildings have feelings too! Si prospetta come uno dei più interessanti indie di aprile e sicuramente gli appassionati non dovrebbero farselo sfuggire.

Ashwalkers

Il 15 aprile i giocatori PC vedranno debuttare su Steam Ashwalkers un interessante titolo narrative driven a tinte survival. Hervé Bonin, co-fondatotore di Dontnod, e il suo nuovo studio Nameless XIII si apprestano a lanciare sul mercato un'avventura che nel recente Steam Game Festival ha riscosso consensi in ogni angolo del globo. Il focus sulla gestione della sopravvivenza del gruppo al centro delle vicende, la forte componente narrativa, i possibili 34 finali e l'ispiratissimo lato artistico del gioco, rendono Ashwalkers un must play per gli appassionati delle storie profonde. Il gioco non solo punta con forza sulla gestione psicofisica del gruppo, ma anche sul rapporto di affetto che si creerà col giocatore mano a mano che si proseguirà. Personaggi sfaccettati e numerose possibilità sono gli elementi che Nameless XIII ha deciso di rafforzare per caratterizzare la sua opera, riuscirete a sopravvivere agli ostacoli che vi si pareranno d'innanzi?

The Darkside Detective: A Fumble in the Dark

The Darkside Detective: A FUmble in the Dark: il mistero farà coppia con l'irriverenza
The Darkside Detective: A FUmble in the Dark: il mistero farà coppia con l'irriverenza

Era il 2017 quando The Darkside Detective compariva per la prima volta sugli schermi dei videogiocatori. Quattro anni dopo il Detective McQueen è pronto a tornare. Il 15 aprile PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S, PC e Switch torneranno ad abbracciare le avventure ideate da Spooky Doorway in 6 nuovi e oscuri casi da risolvere. Twin Lakes è pronta a riaprire i battenti e quello che potete aspettarvi è sicuramente un insieme di irriverenza, misteri e tanto divertimento. Citando la pagina Steam: nel prezzo è compreso un servizio di esorcismo per infestazioni derivanti dall'aver giocato al titolo, cosa potreste volere di più da una avventura punta e clicca? Quello che sicuramente vi ritroverete è un'avventura che ricalca i capisaldi di genere del passato e che come nel caso del primo capitolo lo fa con la giusta dose di riverenza ma anche di sfrontatezza. The Darkside Detective: A Fumble in the Dark è sicuramente uno degli indie da tener d'occhio maggiormente in questo aprile 2021.

8Doors Arum's Afterlife Adventure

8Doors Arum's Afterlife Adventure: l'ispirata componente artistica
8Doors Arum's Afterlife Adventure: l'ispirata componente artistica

L'8 aprile Steam si prepara ad accogliere 8Doors Arum's Afterlife Adventure, un metroidvania con uno spiccato stile artistico (solo tre colori sono stati utilizzati per il gioco) e delle idee narrative di tutto rilievo. Sviluppato da Rootless Studio, il titolo è un metroidvania action-platformer che fonda le sue radici narrative all'interno del folklore coreano. Seguiremo le orme di Arum nel mondo dell'aldilà in cerca dell'anima di suo padre. Il titolo punta molto sulle emozioni e sulle sensazioni della forte componente narrativa affiancando ad essa delle sezioni di esplorazione e combattimento altamente spettacolari dal punto di vista artistico e stilistico anche grazie alla profondità delle sette armi disponibili e delle numerose abilità apprendibili.

Menzione d'onore: Hoa

Hoa: gli scenari saranno tutti dipinti a mano
Hoa: gli scenari saranno tutti dipinti a mano

Come sempre in Top 5 Indie, chiudiamo l'appuntamento mensile con una menzione d'onore. In questo caso la nostra è Hoa, il titolo di Skrollcat Studio che ha fatto innamorare tutti coloro i quali ci sono imbattuti per il suo stile affascinante. Il puzzle-platformer ideato dai ragazzi di Skrollcat vi porterà a seguire Hoa, la protagonista, all'interno di un viaggio nello scoprire la propria storia cercando di arrivare al luogo delle proprie origini. La peculiarità del titolo risiede nei risultati di uno sviluppo particolare, che ha portato lo studio a dipingere a mano ogni scenario di gioco e a comporre ogni singola nota della colonna sonora in sessioni live dei musicisti. L'idea è quella di intraprendere un viaggio emozionale che faccia riflettere il giocatore e lo porti a vivere emozioni e sensazioni differenti da quelle di un normale contesto ludico. Hoa sarà disponibile in un non meglio specificato giorno di aprile per PC e Switch.