Xbox Games with Gold, scopriamo i giochi di novembre 2022

Diamo un'occhiata ai giochi di novembre 2022 per quanto riguarda i Games with Gold, che proseguono nella nuova edizione ristretta a due soli titoli.

RUBRICA di Giorgio Melani   —   31/10/2022
19

Nel caso qualcuno stentasse ancora a credere che i Games with Gold fossero diventati davvero la metà di quelli che erano prima, l'annuncio dei giochi gratis in arrivo a novembre 2022 dovrebbe fare da conferma sul fatto che Microsoft non ha alcuna intenzione di cambiare idea su quanto fatto il mese scorso. Di fatto, con la rimozione dei giochi in retrocompatibilità, i titoli scaricabili dagli utenti abbonati a Xbox Live Gold e Xbox Game Pass Ultimate diventano semplicemente due, ovvero la metà di prima. Insomma, il tutto sembra proprio ribadire l'idea che il Live Gold sia ormai una sorta di lascito del passato, portato avanti per tradizione dalla casa di Redmond più che con un'effettiva volontà di dare un certo senso a questo tier di abbonamento che ha sempre meno senso con il passare degli anni, schiacciato ormai da un Game Pass dirompente.

D'altra parte, non c'è in vista nemmeno la possibilità che l'abbonamento Live Gold venga definitivamente rimosso, visto che è improbabile, nella situazione economica attuale, che Microsoft abbia intenzione di rinunciare agli introiti provenienti dalla sottoscrizione per il solo gioco online, cosa che ormai è uno standard accettato e condiviso da tutti gli altri attori del mercato videoludico su console. Preso tra queste due considerazioni, l'abbonamento più antico tra quelli presenti su Xbox è mantenuto in vita con il minimo sforzo in termini di concessioni da parte di Microsoft, pur facendo scoprire comunque anche alcune perle che sarebbe altrimenti difficile recuperare e mettere sotto i riflettori. Vediamo cosa ci riserva novembre 2022, ricordando anche i Games with Gold di ottobre 2022, di cui un titolo è ancora disponibile fino a metà del mese.

Praetorians: HD Remaster

Gli strategici stanno prendendo sempre più piede su Xbox e l'arrivo di Praetorians: HD Remaster in forma gratuita sembra fare eco all'annuncio di Age of Empires 2: Definitive Edition ed Age of Empires IV su Xbox Series X|S, dimostrando come questa tendenza sia destinata a caratterizzare la console Microsoft.

Uscito su console nel 2020, il gioco presenta la versione rimasterizzata e arricchita di uno strategico in tempo reale piuttosto apprezzato dagli appassionati, grazie soprattutto alla sua ambientazione storica incentrata sull'epoca dei romani. Tra le macchinazioni politiche di un Impero Romano emergente, dobbiamo dimostrare il nostro valore nei campi di battaglia d'Egitto, nei teatri di combattimento della Gallia e infine nel cuore dell'Impero stesso, l'Italia, nella nostra crociata per diventare Imperatore. Per emergere vittoriosi, dovremo imparare a combinare le unità e sfruttare i punti deboli dei tuoi nemici, racconta la sinossi ufficiale.

Caratterizzato da un'interessante ricostruzione storica delle caratteristiche e delle tattiche di battaglia dell'esercito romano, Praetorians: HD Remaster presenta anche una storia piuttosto coinvolgente, che mette in scena la classica rivalsa dell'underdog dalle brillanti capacità strategiche che si ritrova, contro ogni pronostico, a salire al potere in un periodo di espansione e sconvolgimenti sociali a Roma. L'HD Remaster, come dice il titolo, adatta prima di tutto la grafica in alta definizione, lavorando su un incremento di risoluzione e di dettagli su schermo ma anche con un arricchimento dei contenuti. Nel gioco ci troviamo a controllare tre diversi eserciti ognuno con le proprie caratteristiche (romani, galli ed egiziani) all'interno di varie campagna, con la presenza anche del multiplayer online. Insomma, un titolo dedicato soprattutto agli appassionati del genere ma che risulta facilmente interessante per tutti.

Dead End Job

Dead End Job, uno screenshot che mostra una fase di azione
Dead End Job, uno screenshot che mostra una fase di azione

Non poteva mancare un riferimento a Halloween in questa mandata dei Games with Gold, anche se a dire il vero qui il collegamento è decisamente vago. Invece del classico horror ci troviamo allora ad avere a che fare con Dead End Job, un titolo che riprende qualcosa delle atmosfere horror ma trasforma il tutto in un minestrone umoristico ben poco spaventoso, ma che piuttosto prende in giro un sacco di cliché del genere. Il gioco di Ant Workshop è uno sparatutto twin-stick che può essere giocato da soli ma soprattutto in multiplayer cooperativo, situazione in cui probabilmente dà davvero il meglio di sé stesso. Caratterizzato da un'inquadratura dall'alto che ricorda veri e propri classici del genere come Smash TV, Dead End Job ci lancia all'interno di vari livelli a generazione casuale con uno speciale zaino aspiratore sulle spalle e una pistola al plasma in mano, con lo scopo di catturare fantasmi e ripulire le aree.

Tra azione in vecchio stile e atmosfere da cartone animato del sabato mattina, Dead End Job ci fa vivere le strane avventure di Hector Plasm e del proprio compagno Ghoul-B-Gone, in un action co-op "da divano" tutto impostato sulla tradizione più classica dello sparatutto a 360 gradi. Tra i tanti possibili horror che potevano essere dati quasi per scontati, la scelta di questo gioco di Ant Workshop, ironico e umoristico, è sicuramente originale. Non si tratta propriamente di un titolo memorabile ma punta a offrire gameplay immediato e possibilmente in multiplayer offline, ovvero una garanzia di divertimento, in ogni situazione.