Xbox Series X VS Xbox One a confronto nella line-up di giochi di lancio

Proviamo a fare un primo confronto tra la lineup di lancio di Xbox One e quanto sappiamo di quella di Xbox Series X.

SPECIALE di Giorgio Melani   —   28/08/2020
174

Indice

Non abbiamo ancora elementi per poter parlare in maniera precisa delle lineup di lancio delle console next gen, ma possiamo dire che, almeno per il momento, le incertezze diffuse che si possono avere sull'adozione di una delle nuove macchine al day one non sono propriamente eliminate dalla presenza di giochi di grosso calibro. Detto fuori dai denti, sia su PS5 che su Xbox Series X non sembra di vedere per il momento dei giochi di lancio in grado di farci scucire immediatamente i soldi richiesti, sventolandoli di fronte alla cassa del negozio nel giorno di lancio. In effetti, il fatto che non si sappia nemmeno quanti soldi si debbano sventolare è simbolico di questa situazione di incertezza, in uno dei più strani avvicinamenti a un passaggio generazionale che si siano visti in tempi recenti. Tuttavia, mentre PS5 ha almeno la certezza di uno Spider-Man a regime parziale con lo spin-off su Miles Morales, Xbox Series X si trova in una notevole situazione di crisi dopo la decisione di posticipare il lancio di Halo Infinite.

Xboxseriesx Tech Explode Mkt 16X9 Rgb


Quest'ultimo era infatti un gioco in grado di sostenere da solo il peso di un'intera lineup di lancio per la nuova console, un vero e proprio system seller d'altri tempi, che però ha evidentemente incontrato dei grossi problemi in fase di sviluppo, costringendo a un doloroso cambio di piani. Eccoci dunque di fronte alla questione principale di questo approfondimento: come può essere valutata la lineup iniziale di Xbox Series X rispetto a quella di Xbox One? La domanda non può avere ancora una risposta precisa, considerando che i giochi in uscita nella prima mandata della next gen non sono nemmeno stati ufficializzati, ma possiamo intanto notare come il primo periodo della "vecchia" console Microsoft venga troppo spesso liquidato ingiustamente con giudizi sprezzanti.

Xbox One: un mito da sfatare

Il lancio di Xbox One non fu così disastroso come si tende a dipingerlo adesso. Microsoft attraversò un periodo di profonda crisi a causa delle forti polemiche scaturite dopo le prime presentazioni, inizialmente con la famosa questione del formato digitale con l'online obbligatorio, che costrinse alla clamorosa marcia indietro verso posizioni più classiche, e poi con l'accento spostato fortemente sulle potenzialità multimediali della console piuttosto che sui giochi. La percezione del pubblico, con PS4 che nel frattempo macinava già consensi anche solo per sentito dire, fu estremamente negativa fin da subito ma la lineup di lancio di Xbox One era invece piuttosto equilibrata e alquanto ricca di titoli interessanti. C'erano i third party di grosso calibro come Assassin's Creed IV: Black Flag, Battlefield 4 e Call of Duty: Ghosts, ma anche giochi first party importanti come Forza Motorsport 5 e Killer Instinct, mentre non mancavano nemmeno esclusive di terze parti assolute, diventate una vera e propria rarità di questi tempi.

Xbox Series X VS Xbox One a confronto nella line-up di giochi di lancio


Tra questi c'era Ryse: Son of Rome, che è stato ampiamente criticato per il suo gameplay ma rappresentava comunque uno dei massimi traguardi tecnici visti all'epoca, probabilmente con la migliore grafica visibile sulle piattaforme di quella generazione al lancio, dunque un titolo di notevole importanze dal punto di vista dello "showcase" tecnologico. Titoli minori come LocoCycle e Zoo Tycoon andavano a riempire gli spazi che a questo giro saranno ampiamente occupati dai giochi indie e poi c'erano addirittura giochi giapponesi in esclusiva, praticamente istinti su Xbox negli ultimi anni: Dead Rising 3 era forse uno dei giochi più interessanti in assoluto al lancio, mentre Crimson Dragon univa la creatività nipponica all'applicazione di Kinect in un gioco di stampo più classico, peraltro legato al retroterra nostalgico di Panzer Dragoon. Insomma, basta questa ricostruzione parziale a far notare come, a prescindere dai disastri comunicativi, l'uscita di Xbox One fu comunque sostenuta da un ottimo apporto iniziale di giochi, anche se alla prova dei numeri sembra che il lancio di Xbox Series X sia comunque più sostanzioso dal punto di vista software.

La lineup di lancio di Xbox Series X

Il problema più grosso, per quanto riguarda la lineup di lancio di Xbox Series X, sono i giochi first party, ambito in cui la console è finita praticamente dalle stelle alle stalle con il singolo posticipo di Halo Infinite. Si tratta di un nome in grado di sostenere da solo il peso di una lineup di lancio e non solo, trattandosi anche di uno dei titoli più noti e importanti attualmente in sviluppo, un probabile system seller vero e proprio che avrebbe fatto una grande differenza nel caso fosse stato presente al day one sulla nuova console. Una produzione talmente ampia da aver risucchiato enormi risorse anche all'interno di Microsoft, che ha sostanzialmente puntato solo su questa come supporto interno a Xbox Series X al lancio, con la conseguenza di lasciare la console sguarnita, quando il posticipo è diventato inevitabile, nel momento dell'uscita sul mercato.

Halo Infinite


Non si tratta peraltro di un caso più di tanto inaspettato, considerando che fin dall'inizio dell'emergenza Covid-19 Phil Spencer aveva fatto capire che il rischio di posticipo c'era, con lo spostamento del lavoro in remoto per un team ampio e sfaccettato come 343 Industries, ma riferendo sempre che la console sarebbe comunque uscita a prescindere dalla presenza di Halo Infinite o meno. A questo punto viene sostanzialmente a mancare il supporto diretto di Xbox Game Studios al lancio di Xbox Series X, almeno per quanto riguarda i giochi nuovi e sviluppati appositamente per la console, e non resta che sperare in qualche annuncio a sorpresa in questi mesi precedenti a novembre, cosa che è comunque possibile. Tuttavia, non bisogna considerare la situazione in maniera troppo negativa: il supporto da parte dei titoli di terze parti è notevole e lo spostamento di Halo Infinite potrebbe garantire loro anche uno spazio maggiore, inoltre bisogna sempre ricordare che l'organizzazione di un lancio generazione in un anno come questo, con tutte le misure restrittive imposte agli ambiti di lavoro e produzione, è qualcosa di veramente difficile.

Action adventure

L'action game, comprese le sue diverse declinazioni più tendenti all'adventure, è piuttosto ben rappresentato nella lineup di lancio di Xbox Series X, con diversi titoli di notevole interesse: partendo dai third party, ritroviamo una sorta di tradizione per quanto riguarda i giochi di lancio, ovvero Assassin's Creed Valhalla di Ubisoft, che vanta anche un legame particolare con la console Microsoft con la sua partnership legata al marketing, oltre a Watch Dogs Legion dallo stesso publisher, che all'epoca di Xbox One aveva sostenuto l'arrivo della next gen con Assassin's Creed IV: Black Flag. Tra i giochi più interessanti mostrati finora, piazziamo in questa categoria anche l'ottimo The Medium di Bloober Team, che va a supportare una buona fornitura di horror per la nuova console. Su questo fronte si segnala anche la presenza di Observer System Redux, che presenta una notevole evoluzione tecnica rispetto alla versione originale.

Acv Screen Fwd World Vista Male 200712 945Pm Cest 3840 2160


Sempre all'ambito misto tra azione e avventura possiamo catalogare Control di Remedy, che otterrà un sostanzioso aggiornamento tecnico con l'arrivo della next gen, mentre nella tipologia più classica dell'action ricade Marvel's Avengers, che al lancio delle console next gen sarà presente con la sua versione specifica. Seguono poi una serie di esperienze piuttosto particolari: The Ascent è un misto tra RPG e shooter con dinamiche che ricordano Diablo ma caratterizzato da un'interessante ambientazione fantascientifica, che possiamo inserire in questo elenco, dove risalta anche un altro titolo indie di grande interesse come Call of the Sea, avventura in soggettiva dal grande fascino e dai toni lovecraftiani.

Abbastanza sorprendente la conferma, tra i giochi di lancio, di Yakuza: Like a Dragon da parte di Sega, mentre a breve distanza dall'uscita della console, ai primi di dicembre, è atteso l'arrivo di Dragon Quest XI su Xbox Game Pass, in un certo senso ribadendo un po' il supporto nipponico che ebbe anche Xbox One al lancio, la quale su questo fronte poteva contare su Dead Rising 3 e Crimson Dragon. Ricordiamo che qui si cerca di includere i giochi confermati o altamente probabili al lancio di Xbox Series X, dunque con buona probabilità possiamo inserire anche Gears Tactics, sebbene quest'ultimo rientri a fatica nella categoria in questione essendo uno strategico.

Xbox Series X
Assassin's Creed Valhalla
Call of the Sea
Control
Marvel's Avengers
Observer: System Redux
The Ascent
The Medium
Watch Dogs: Legion
Yakuza: Like a Dragon

Xbox One
Assassin's Creed IV Black Flag
Dead Rising 3
LEGO Marvel Super Heroes
Ryse: Son of Rome
Skylanders Swap Force

Sparatutto

Nonostante il posticipo di Halo Infinite abbia lasciato un cratere nella lineup di lancio di Xbox Series X, non si può dire che il genere sparatutto sia rimasto sguarnito, vista la quantità di titoli interessanti in arrivo su questo fronte. In attesa di conoscere le data di uscita dei già annunciati Bright Memory Infinite, Exomecha e Chorus, al lancio è confermato l'upgrade next gen di Gears 5, su cui The Coalition sembra aver lavorato in maniera assidua per sfruttare il nuovo hardware, oltre all'immancabile versione next gen di Fortnite e Rainbow Six: Siege. Non ha ancora una data di uscita Destiny 2, atteso peraltro direttamente su Xbox Game Pass con tutte le sue espansioni, ma è probabile che sia disponibile al lancio, mentre tra le presenze inevitabili possiamo segnare il nuovo Call of Duty: Black Ops Cold War di Activision.

Scorn 2


Tra le novità si segnala la presenza di CrossfireX, l'FPS multiplayer competitivo che arriva su Xbox caratterizzato da una particolare formula mista che vede la parte tradizionale multiplayer distribuita come free-to-play e un'ambiziosa campagna single player a episodi, firmata Remedy Entertainment, che verrà invece pubblicata come una sorta di battle pass a pagamento. In dubbio la presenza di Second Extinction, lo sparatutto con dinosauri mutanti, che potrebbe però essere disponibile almeno in accesso anticipato al lancio di Xbox Series X, mentre è dato come in uscita per la finestra di lancio della console l'atteso Scorn, shooter horror con elementi fantascientifici che richiama fortemente l'immaginario di H.R. Giger e rappresenta anche uno dei titoli forse più interessanti tra i third party mostrati finora.

Sul fronte sparatutto disponibili al lancio, insomma, Xbox Series X sovrasta ampiamente Xbox One, che da parte sua all'epoca poteva contare soprattutto su Call of Duty: Ghosts e Battlefield 4, gli immancabili shooter a cadenza regolare, oltre al particolare Crimson Dragon che era stato sviluppato anche per sfruttare Kinect, sebbene si sia poi evoluto in maniera più tradizionale.

Xbox Series X
Call of Duty: Black Ops Cold War
CrossfireX
Destiny 2
Fortnite
Gears 5
Outriders
Rainbow Six: Siege
Second Extinction
Scorn
Warframe

Xbox One
Battlefield 4
Call of Duty: Ghosts
Crimson Dragon

Giochi di guida

Ha stupito un po' tutti l'assenza di Forza Motorsport al lancio di Xbox Series X, visto che l'arrivo dell'ottavo capitolo della serie regolare era dato praticamente per scontato, tra gli anni intercorsi da Forza Motorsport 7 e l'idea che il racing game sia sempre un ottimo accompagnamento all'uscita delle nuove console. Invece, la sua presentazione ha fatto capire che ci sarà ancora un po' da aspettare per il nuovo capitolo della serie, peraltro indirizzato esclusivamente a Xbox Series X come titolo solo next gen. Dal punto di vista dei first party, dunque, possiamo contare solo sulla versione ottimizzata di Forza Horizon 4, che resta sempre uno dei migliori rappresentanti del genere ma è un gioco ormai alquanto noto e giocato già su Xbox One.

Forza Motorsport 03 Vw33Tqa


Tra le nuove produzioni abbiamo invece a che fare con un paio di titoli di sicuro interesse: il primo è DiRT 5, nuovo capitolo della lunga e apprezzata serie Codemasters che sembra piuttosto intenzionato a sfruttare le nuove potenzialità offerte dall'hardware next gen, presentandosi con una grafica notevolmente avanzata e il supporto per 4K e anche 120 frame al secondo, nientemeno. L'altro titolo è WRC 9 di Kylotonn, che prosegue nella sua tipica simulazione ufficiale del campionato di rally in forma videoludica.

Il racing game è un genere che non può contare sulla quantità di titoli appartenenti ad altre tipologie, ma il confronto con Xbox One si gioca soprattutto sulla presenza di Forza Motorsport 5 al lancio della vecchia console Microsoft, che rappresentava forse il gioco di punta all'epoca e non ha dunque un vero corrispettivo in questa nuova generazione, nell'attesa probabilmente ancora lunga che ci separa dal nuovo capitolo.

Xbox Series X
Forza Horizon 4
DiRT 5
WRC 9

Xbox One
Forza Motorsport 5
LocoCycle
Need for Speed Rivals

Sportivi

Praticamente nessuna sorpresa sul fronte degli sportivi, dove la next gen prosegue pedissequamente nel percorso ormai consolidato da anni di uscite periodiche per le maggiori serie del genere. Sebbene non ci siano date di uscita precise per le versioni specificamente studiate per next gen, il supporto dei vari titoli sportivi a Xbox Series X e PS5 è confermato, sia in retro-compatibilità che con l'aggiornamento tecnico che dovrebbe evolvere i vari titoli a giochi in grado di sfruttare la potenza dei nuovi hardware. Su questo fronte troviamo dunque il solito FIFA 21, che quest'anno promette ulteriori evoluzioni tecniche oltre alla mastodontica quantità di licenze ufficiali, oltre al football americano di Madden NFL 21 e alla simulazione di basket NBA 2K21.

Viene praticamente replicata la situazione vista al lancio di Xbox One, anche se in quest'ultimo caso l'elenco era più ricco grazie alla presenza di NBA Live 14, la serie EA basata su basket che all'epoca contava ancora su uscite regolari, prima di entrare nella famosa crisi che ha portato al suo blocco con uscite molto più dilazionate. Da notare, peraltro, che quest'anno anche eFootball PES punta solo a un semplice aggiornamento per il capitolo 2020 in attesa del vero e proprio salto alla nuova generazione che si avrà con eFootball PES 2022.

Xbox Series X
FIFA 21
Madden NFL 21
NBA 2K21

Xbox One
FIFA 14
Madden NFL 25
NBA 2K14
NBA Live 14
Powerstar Golf

Altri generi

Una visione più completa delle varie esperienze di gioco assortite disponibili al lancio su Xbox Series X si avrà solo più avanti, quando anche l'apporto di giochi indie sarà più chiaro, considerando che sono questi ultimi, solitamente, a fornire le tipologie di gioco più particolari e al di fuori delle categorie standard. Un genere misto come il metroidvania può essere inserito in questa raccolta esterna e in questo caso possiamo menzionare Ori and the Will of the Wisps, il cui update per Xbox Series X non ha ancora una data di uscita precisa ma potrebbe essere disponibili al lancio. Il gioco rimane sostanzialmente lo stesso ma viene migliorato il suo aspetto estetico generale e viene introdotto anche il supporto per i 120 frame al secondo. Tra le altre esperienze peculiari troviamo il gestionale globale Planet Coaster: Console Edition, che ha già raccolto notevole successo su PC, l'ancora misterioso Paradise Lost che potrebbe non essere presente al lancio e l'annunciato Tetris Effect: Connected che aggiunge il multiplayer all'esperienza puzzle-psichedelica del gioco firmato Ishihara e Mizuguchi.

Ori And The Will Of The Wisps 14


Da questo punto di vista, Xbox One contava su vari giochi più portati al pubblico casual come Just Dance 2014 e Zumba Fitness: World Party, oltre a un gestionale particolare come Zoo Tycoon, anche questo incentrato in particolare sull'uso di Kinect. Dove invece la console di generazione attuale staccava la concorrenza e anche la stessa Xbox Series X erano i picchiaduro, visto che al lancio poteva contare sull'ottimo Killer Instinct, il cui supporto è atteso anche sulla nuova console, oltre al particolare Fighter Within che prevedeva l'uso esclusivo di Kinect per effettuare le mosse.

Xbox Series X
Ori and the Will of the Wisps
Planet Coaster: Console Edition
Paradise Lost
Tetris Effect: Connected

Xbox One
Fighter Within
Just Dance 2014
Killer Instinct
Zoo Tycoon
Zumba Fitness: World Party

Conclusioni

Bisogna tenere in considerazione il fatto che la lineup di lancio di Xbox Series X non è ancora definita e che a tre mesi dall'uscita potrebbero esserci ancora molte variazioni e nuove aggiunte all'elenco. D'altra parte, ci troviamo nella strana situazione di non conoscere ancora né la data di uscita, né il prezzo e nemmeno l'eventuale presenza di ulteriori modelli della next gen Microsoft, dunque è chiaro che la situazione sia tutta in divenire. In attesa di delucidazioni, dunque, questa panoramica non può essere che parziale e destinata ad essere modificata successivamente, cosa che va tenuta sempre presente per qualsiasi valutazione preliminare.

Alla luce di quanto emerso finora, l'uscita di Xbox Series X presenta luci e ombre: il posticipo di Halo Infinite rappresenta sicuramente un duro colpo per la lineup di lancio, che poteva essere devastante con quell'unico titolo disponibile e si ritrova ora ad essere di difficile definizione. Se non altro, il supporto da parte dei third party sembra notevole e, nel complesso, come quantità e varietà di titoli la lineup next gen si presenta superiore a quella vista su Xbox One, sebbene quest'ultima contasse su alcuni titoli singoli più pesanti.

Xbox Series X ha però dei vantaggi notevoli rispetto a Xbox One: la retrocompatibilità estesa e migliorativa consente di accedere subito a un catalogo di giochi estremamente ampio, con la possibilità di recuperare tranquillamente tutti i titoli della generazione precedente che verranno anche automaticamente migliorati dal nuovo hardware, anche a prescindere dagli eventuali upgrade sviluppati specificamente. Inoltre, il grande problema della differenza di performance visto all'epoca tra PS4 e Xbox One non si presenterà a questo giro, anzi a guardare le specifiche la situazione dovrebbe essere ribaltata, con Xbox Series X che potrebbe rappresentare la macchina migliore dove giocare i titoli multipiattaforma, dal punto di vista di grafica e performance.